Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 57
Discesa dal forte Ciuto a Savona, 2

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 11/2016 connessione
Partenza: mura forte Ciuto
Come arrivare: L'angolo sud est del forte è raggiunto dall'itinerario 34, dall'itinerario 58, dall'itinerario 59.
Itinerario.
Dalle mura a sud del forte prendiamo il sentiero che costeggia il versante occidentale.
Lasciamo a destra il sentiero diretto all'ingresso della fortificazione e seguiamo la strada che scende con qualche tornante fino a uscire sulla strada provinciale (km 0,5).
Svoltiamo a destra e seguiamo l'itinerario 55.
La strada supera un piccolo valico (km 1,3) dove inizia la discesa. Lasciamo il sentiero a destra utilizzato dall'itinerario 34 e proseguiamo sull'asfalto fino al vicino bivio (km 1,4) dove prendiamo il sentiero a sinistra.
Saliamo a scavalcare una cima, scendiamo a un valico e saliamo, in parte a piedi, una seconda cima (km 1,6).
La discesa è molto ripida ma scorrevole e liscia tra gli alberi e termina sulla strada asfaltata (km 1,8).
Seguiamo l'asfalto superando l'incrocio al Passo Paolino Ovest (a sinistra sale un sentiero a scavalcare la Cima Paolino; è segnato MTB, ma è ripido e poco ciclabile) e proseguiamo sulla strada fino a un bivio (km 2,6) dove svoltiamo a destra su una mulattiera segnalata MTB.
Scendiamo a un bivio (km 2,8) dove stiamo a sinistra iniziando una tormentata traversata che presenta salite e discese corte e ripide non interamente pedalabili.
Attraversiamo un ruscello (km 3,2) e percorriamo il versante sinistro della valle fino a giungere a un bivio (km 3,4) dove svoltiamo a sinistra lasciando proseguire l'itinerario 55.
Il sentiero sale a un incrocio dove passa l'itinerario 54 (km 3,7) e svoltiamo a sinistra affrontando una salita più ripida.
Svoltiamo a destra al bivio (km 3,9) e raggiungiamo una strada asfaltata (km 3,9) presso le prime ville della Conca Verde.
Giriamo a sinistra e saliamo brevemente al termine della strada. Qui inizia una strada campestre, chiusa da una sbarra.
Con percorso quasi pianeggiante attraversiamo passando al disopra delle villette e poi saliamo fino a uscire sull'asfalto in corrispondenza del quadrivio su via Alla Strà (km 4,4).
Seguiamo l'asfalto a destra per cinquanta metri e svoltiamo a sinistra imboccando un'ampia sterrata.
Con lungo percorso in moderata discesa la strada raggiunge il grande forte di Madonna degli Angeli (km 5,5).
Immediatamente prima di entrare nella struttura lasciamo la strada e prendiamo il sentiero a destra che sale leggermente costeggiando le mura.
Dopo il percorso pianeggiante attorno all'edificio il sentiero comincia a scendere e, con percorso abbastanza ripido, scende a una strada sterrata (km 6).
Svoltiamo a destra e raggiungiamo un bivio dove svoltiamo a sinistra (km 6,1; via Beata Luce Badano).
La strada termina alla chiesa della Madonna degli Angeli (km 6,3).
Di fronte alla chiesa partono due sentieri: a destra quello pedonale e a sinistra quello segnato MTB.
La discesa è ripida, bella e scorrevole, Ritroviamo il sentiero segnalato e scendiamo a un ponticello (km 6,9).
Al bivio seguente (km 7) andiamo diritto e scendiamo su una strada asfaltata (km 7,1) che seguiamo in discesa fino a un vicino bivio dove svoltiamo a destra.
La strada si allarga e raggiunge quella più ampia (km 7,5) che costeggia il terrapieno della ferrovia.
Andiamo a sinistra, attraversiamo una galleria e andiamo diritto fino raggiungere il lungofiume (km 7,8) che seguiamo a destra per il centro di Savona.
Dislivello: 90 m. e -500 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 39%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2016/11 At the south boundaries of the fortress we take the path that skirts along the western slope.
We leave to the right the path to the entry of the fortification and follow the road that goes down with some hairping bend up to go out on the provincial road (km 0,5).
We turn to the right and we follow the itinerary 55.
The road overcomes a small pass (km 1,3) where the descent begins. We leave the path to the right used by the itinerary 34 and we continue on the asphalt up to the near fork (km 1,4) where we take to the left the path.
We climb over a top, go down to a pass and climb, partly on foot, a second top (km 1,6).
The descent is very steep but flowing and smooth among the trees and finishes on the asphalted road (km 1,8).
We follow the asphalt overcoming the intersection to the Pass Paolino Ovest (to the left it climbs a path to climb over the Top Paolino; MTB is marked, but it is steep and few cycle) and we continue on the road up to a fork (km 2,6) where we turn to the right on a signalled MTB mule-track.
We go down to a fork (km 2,8) where it begins to the left a tormented crossing that offers not entirely cycle slopes and short and steep descents.
We cross a brook (km 3,2) and cross the left slope of the valley up to reach a fork (km 3,4) where we turn to the left allowing to continue the itinerary 55.
The path climbs to an intersection where it passes the itinerary 54 (km 3,7) and we turn to the left facing a steep slope.
We turn to the right to the fork (km 3,9) and reach an asphalted road (km 3,9) near the first villas of the Conca Verde.
We turn to the left and shortly go up at the end of the road. Here begins a rural road, closed by a bar.
With almost flat run we cross passing above some villas and then go up to go out on the asphalt in correspondence of the crossroads on street Alla Strà (km 4,4).
We follow to the right the asphalt for fifty meters and turn to the left taking an ample unmetalled road.
With long run in moderate descent the road reaches the great fortress of Madonna of the Angels (km 5,5).
Immediately before entering the structure we leave the road and take to the right the path that climbs slightly skirting along the boundaries.
After the level run around the building the path starts to go down and, with enough steep run, it goes down to a dirt road (km 6).
We turn to the right and reach a fork where we turn to the left (km 6,1; Beata Luce Badano street).
The road finishes to the church of the Madonna of the Angels (km 6,3).
In front of the church two paths depart: to the right that pedestrian and to the left the marked MTB one .
The descent is steep, beautiful and flowing, we find again the signalled path and go down to a bridge (km 6,9).
At the following fork (km 7) we go straight on and go down on an asphalted road (km 7,1) that we follow in descent up to a near fork where turn to the right.
The road widens and reaches that ampler (km 7,5) that it skirts along the embankment of the railroad.
We go to the left, cross a gallery and go straight on up to reach the riverside (km 7,8) that we follow to the right for the center in Savona.
Gradient: 90 ms. and -500 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 39%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.