Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 56
Traversata da Giovo Ligure a Pontinvrea

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 9/2016 connessione
Partenza: Giovo Ligure
Come arrivare: La localitè è raggiunta dall'itinerario 27.
Itinerario.
Partiamo da Giovo Ligure, all'incrocio tra la SP334 e la SP542 per seguire l'asfalto in direzione di Pontinvrea.
Dopo circa 1200 metri, tra le case di un borgo, svoltiamo a sinistra in una stretta stradina che scende a un bivio (km 1,3) dove andiamo diritto.
La strada sale inizialmente con pendenza moderata poi con alcune rampe molto ripide. A un bivio incontriamo l'itinerario 16 che seguiamo salendo a destra.
Raggiungiamo il crinale (km 3,8) dove termina l'asfalto e svoltiamo a destra seguendo la larga sterrata che sale in direzione dei generatori eolici.
Quando la pendenza aumenta (km 4,1) lasciamo la strada e imbocchiamo a destra il sentiero segnalato g20 (segnali sbiaditi e spesso mancanti).
Il sentiero presenta qualche zona pianeggiante prima di scendere e raggiungere un bivio (km 5,1) nei pressi di una stradicciola.
Svoltiamo a destra e scendiamo sul sentiero che porta a un bivio (km 5,3). Il segnavia va a destra ma con percorso scavato e dissestato quindi lo lasciamo e svoltiamo a sinistra.
Scendiamo senza difficoltà fino a ritrovare il segnavia (km 5,6).
Attraversiamo un paio di ruscelli e saliamo alcuni metri per uscire su una pista forestale (km 6) che seguiamo a sinistra.
Raggiungiamo un grande faggio (km 6,4) dove nuovamente tralasciamo a sinistra il segnavia preferendo la pista che prosegue un poco a destra.
Scendiamo nel bosco, ritroviamo il segnavia, trascuriamo alcuni sentieri che salgono ai lati e raggiungiamo una strada con fondo inghiaiato (km 6,8).
Svoltiamo a sinistra (50 metri a destra corre la strada asfaltata che abbiamo salito) e raggiungiamo un pascolo preceduto da alcuni ruderi (km 7).
La pista attraversa il pascolo (a sinistra è possibile seguire il segnavia che corre su un sentiero a fianco) e scende a una tagliata (km 7,4) all'inizio del bosco.
Il sentiero entra nel bosco andando in lieve discesa ma la pendenza aumenta gradatamente mentre il fondo peggiora.
Attraversiamo una zona dove l'erba alta nasconde molte insidiose pietre e scendiamo a una passerella (km 7,8) che attraversa un ruscello asciutto.
Proseguiamo nell'erba, ora meno insidiosa, cercando di non perdere il sentiero. Dopo una discesa molto dissestata arriviamo a un masso con segnavia (km 8) dove dobbiamo svoltare a sinistra per scendere a un guado (km 8,1).
Dopo essere saliti sull'altra sponda scendiamo seguendo le tracce che si dirigono a un altro e più largo guado (km 8,2; rio del Giovo) raggiungibile dopo aver attraversato una boscaglia dove il sentiero scompare.
Sull'altra riva il sentiero confluisce su una strada forestale (km 8,3) che seguiamo a destra per raggiungere una cascina e l'asfalto (km 8,5).
La stradina scende alla SP (km 8,7) che non prendiamo perchè svoltiamo subito in via Pianciliegia a sinistra.
Raggiungiamo la località che dà nome alla strada e andiamo a destra aggirando una casa. Superiamo il ponte e usciamo sulla SP (km 9,2) che attraversiamo per imboccare la strada che inizia un poco alla nostra sinistra.
Attraversiamo un altro ponte e usciamo di nuovo sulla SP (km 9,5) che ora seguiamo a destra fino a Pontinvrea (km 9,9).
Dislivello: 360 m. e -400 m.
Ciclabilità: 96%
Asfalto: 53%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto  foto  foto


Updating: 2016/9
Start point: Giovo Ligure
How to arrive: The place is reached by the itinerary 27.
Itinerary.
We start from Giovo Ligure, at the intersection of SP334 and SP542 to follow the asphalt in direction of Pontinvrea.
After about 1200 meters, between the houses of a village, we turn left onto a narrow road that goes down to a fork (km 1,3) where we go straight.
The road climbs initially with some moderately steep then with very steep ramps. At a crossroads we meet the route 16 that we follow going up on the right.
We reach the ridge (km 3,8) where the asphalt ends and turn right tofollow the wide dirt road that climbs in the direction of the wind generators. When the slope increases (km 4,1) we leave the road and take the right path reported g20 (faded and often missing signals).
The trail has some flat area before going down and reach a fork (km 5.1) near a lane. We turn right and go down the path that leads to a fork (km 5.3). The trail signs goes to the right but with uneven and dug path and then we leave it and turn left.
We go down without difficulty up to regain the trail (5.6 km). We cross a few streams and climb a few meters to go out on a forest track (6 km) that we follow to the left.
We reach a large beech tree (km 6.4), where once again we leave to the left the trail sign preferring the track that goes a little to the right. We go down in the woods, we find the trail signs, we neglect some path that climb the sides and reach a road with gravel bottom (km 6.8).
We tTurn left (50 meters on the right runs the asphalt road we climbed) and reach a pasture preceded by some ruins (7 km).
The track runs through the pasture (left you can follow the trail sign that runs on a side path) and goes down to a cut (7.4 km) at the beginning of the forest.
The trail enters the forest going slightly downhill but the slope gradually increases while the bottom worsens. We cross an area where the high grass hides a lot of insidious stones and go down to a walkway (7.8 km) crossing a dry creek.
We continue in the grass, now less insidious, trying to not lose the trail. After a very rough descent we come to a boulder with trail signs (8 km) where we turn left to go down to a ford (km 8.1).
After rising on the other side we go down following the tracks that are directed to another larger ford (km 8.2) reached after passing through a thicket where the path disappears.
On the other side the trail joins a forest road (km 8,3) that we follow to the right to reach a farm and the asphalt (km 8,5).
The narrow road goes down to the SP (8.7 km) that we do not take because we turn immediately on via Pianciliegia left.
We reach the town that gives name to the street and go to the right bypassing a home. We pass the bridge and go out on the SP (9.2 km) which we cross to take the road that begins a little to our left.
We cross another bridge and go out again on the SP (9.5 km) which now follow to the right to Pontinvrea (9.9 km).
Vertical drop: 360 m. and -400 m.
On saddle: 96%
Asphalt: 53%
Remarks:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.