Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 48
Traversata da Vado a Orco

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 10/2013 connessione
Punto di partenza: Vado Ligure
Come arrivare: La città è raggiunta dall'itinerario 12, dall'itinerario 20, dall'itinerario 34,dall'itinerario 37, dall'itinerario 50.
Itinerario.
Da Vado Ligure saliamo verso la chiesa, oppure saliamo costeggiando il torrente Vado. In ogni caso raggiungiamo un incrocio con semafori dove andiamo diritti, seguendo l'indicazione per Segno o Valle di Vado. Attraversiamo la zona industriale situata dietro alla centrale elettrica. Continuiamo sulla strada asfaltata superando Valle di Vado (km 2) e Sant'Ermete (km 3,4).
Immediatamente dopo aver superato il torrente sul Ponte dell'Isola svoltiamo a sinistra (km 4,5) in una stradina che costeggia il torrente con segnale FIE r4.
Subito dopo il frantoio la strada diventa sterrata e attraversa il ruscello (km 5,1).
Arriviamo ad un bivio (km 5,2) dove seguiamo a destra la strada che attraversa un ponte e sale ad un altro guado (km 5,4).
Affrontiamo una ripida rampa aiutati dal fondo in cemento ed usciamo su una strada asfaltata in località Castello (km 5,6). Svoltiamo a sinistra e saliamo faticosamente fino a raggiungere (km 5,7) la strada principale dove passa l'itinerario 3.
Saliamo a sinistra fino alle prime case dove svoltiamo a sinistra (km 6) in via Grillo.
La strada supera un ponte, raggiunge un bivio (km 6,4) dove svoltiamo a destra e teniamo la destra anche al bivio successivo (km 6,6).
La ripida strada sale ad un incrocio (km 7,2) dove incontriamo l'itinerario 11 che ora seguiremo al contrario.
Svoltiamo a sinistra e raggiungiamo le case di Contrada. Dopo l'ultima casa la strada prosegue sterrata, stretta e pianeggiante (km 7,6; segnavia S).
Dopo alcuni ruscelli affrontiamo una salita rocciosa e non interamente ciclabile e proseguiamo agevolmente fino ad un incrocio (km 9,8) dove ritroviamo il segnavia FIE r4.
Svoltiamo a destra ed affrontiamo una salita molto ripida e faticosa che ci porta ad un rudere. Proseguiamo più facilmente ma incontriamo altre salite ripide anche se un po' meno impegnative.
Arriviamo ad incrociare la strada (km 10,9; segnavia TA TA e FIE r14) del bric Colombino che seguiamo a destra, ancora in salita.
La salita termina ed arriviamo facilmente allo stradone (km 11,5) che sale da Magnone. Giriamo a sinistra e scendiamo per meno di duecento metri per svoltare a destra al bivio.
Seguiamo la larga sterrata e la lasciamo in corrispondenza di un incrocio (km 12,9) dove imbocchiamo a destra il sentiero e seguiamo al contrario l'itinerario 47.
Attraversiamo qualche ruscello raggiungendo il punto più elevato e scendiamo ad un guado (km 13,9) maggiore. Proseguiamo facilmente fino al bivio (km 14,7) dove arriva il percorso 47.
Proseguiamo diritto seguendo la stradina che inizia con un lieve salita prima di scendere al cimitero (km 15) di San Filippo dove inizia l'asfalto.
La strada termina incrociando la SP8 (km 15,1) presso le case superiori di San Filippo frazione del comune di Vezzi Portio.
Attraversiamo la strada e scendiamo alla chiesa dove imbocchiamo e percorriamo i pochi metri mattonati.
Seguiamo a destra il vicolo tra le case che scende di nuovo sulla SP8 (km 15,3).
Scendiamo alla prima curva dove imbocchiamo a destra via Rovere Inferiore e saliamo al paese. Dopo le ultime case la strada diventa sterrata (km 15,7) e sale ad un bivio (km 16).
Svoltiamo a sinistra per seguire una strada che scende facilmente ad un guado (km 16,6). Comincia una lunga salita con qualche parte ripida e dissestata dove occorre procedere a piedi.
Dopo pochi metri incontriamo un quadrivio e proseguiamo diritto sulla strada principale, ripida e sassosa. Al termine della salita più ripida troviamo un bivio (km 16,8) dove voltiamo a sinistra. Dopo qualche metro trascuriamo una pista forestale a sinistra e proseguiamo in salita.
Scavalchiamo un colletto (km 17,1) e scendiamo incontrando una interruzione causata da alberi tagliati e posti sulla mulattiera. Superiamo il disagevole passaggio e scendiamo ad un ruscello (km 17,2).
La strada prosegue in salita con qualche tratto stretto e scavato. Ad un bivio (km 17,7) andiamo a sinistra mentre la mulattiera si allarga a strada forestale.
Saliamo senza particolari difficoltà e raggiungiamo lo stradone (km 18,3) di Orco.
Svoltiamo a sinistra e scendiamo fino all'incrocio (km 19,2) dove andiamo diritti.
La strada sale e diventa asfaltata al termine della salita (km 19,6). Scendiamo costeggiando le case fino a raggiungere la chiesa di Orco (km 19,9).
Dislivello: 720 m. e -370 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 44%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto

Crossing from Vado to Orco

Updating: 10/2013
Start point: Vado Ligure
How to arrive: The town is reached by the itinerary 12, by the itinerary 20, by the itinerary 34, by the itinerary 37, by the itinerary 50.
Itinerary.
From Vado Ligure we climb toward the church, or we climb skirting along the stream Vado. In every case we reach an intersection with traffic lights where we go straight, following the indication for Segno or Valley of Vado. We cross the industrial zone situated behind the electric plant. We continue on the asphalted road overcoming Valley di Vado (km 2) and St. Ermete (km 3,4).
Immediately after having overcome the stream on the Bridge of the Island we turn to the left (km 4,5) on a narrow road that skirts along the stream with signal FIE r4.
Immediately after the crusher the road becomes a dirt one and crosses the brook (km 5,1).
We arrive to a fork (km 5,2) where we follow to the right the road that crosses a bridge and goes up to another ford (km 5,4).
We face a steep ramp helped by the concrete ground and we go out on a asphalted road in the place Castello (km 5,6). We turn to the left and we laboriously climb to reach (km 5,7) the main road where it passes the itinerary 3.
We go to the left up to the first houses where we turn to the left (km 6) on the street Grillo.
The road overcomes a bridge, reaches a fork (km 6,4) where we turn to the right and we also hold the right to the following fork (km 6,6).
The steep road climbs to an intersection (km 7,2) where we meet the itinerary 11 that now we will follow contrarily.
We turn to the left and we reach the houses of Contrada. After the last house the road continues unmetalled, narrow and flatl (km 7,6; trail sign S).
After some brooks we face a rocky and not entirely cycle slope and we easily continue to an intersection (km 9,8) where we find again the trail sign FIE r4.
We turn to the right and we face a very steep and fatiguing slope that brings us to a ruin. We continue more easily but we meet other steep even if some less binding slopes.
We arrive to cross the road (km 10,9; trail sign TA TA and FIE r14) of the bric Colombino that we follow to the right, again in slope.
The slope finishes and we easily reaches the wide road (km 11,5) that arrives from Magnone. We turn to the left and we go down for less than two hundred meters to turn to the right at the fork.
We follow the wide unmetalled road and we leave it in correspondence of an intersection (km 12,9) where we take to the right the path and we follow contrarily the itinerary 47.
We cross some brook reaching the most elevated point and we go down to a greater ford (km 13,9). We easily continue up to the fork (km 14,7) where the run 47 arrives.
We continue straight following the narrow road that begins with a light slope before going down to the cemetery (km 15) of St. Phillip where the asphalt begins.
The road finishes crossing the SP8 (km 15,1) near the superior houses of St. Phillip hamlet of the commune of Vezzi Portio.
We cross the road and we go down to the church where we take and we cross the few paved meters.
We follow to the right the alley among the houses that it goes down again on the SP8 (km 15,3).
We go down to the first curve where we take to the right street Rovere Inferiore and we go up to the country. After the last houses the road becomes unmetalled (km 15,7) and go up to a fork (km 16).
We turn to the left for following a road that easily goes down to a ford (km 16,6). It begins a long slope with some steep and ruined part where it is necessary to proceed on foot.
After few meters we meet a crossroads and we continue straight on the main, steep and stony road. At the end of the steep slope we find a fork (km 16,8) where we turn to the left. After some meter we neglect to the left a forest track and we continue in slope.
We climb over a little pass (km 17,1) and we go down meeting an interruption caused by cut and sets on the mule-track trees. We overcome the uncomfortable passage and we go down to a brook (km 17,2).
The road continues in slope with some narrow and dug tract. To a fork (km 17,7) we go to the left while the mule-track widens to forest road.
We climb without particular difficulties and we reach the wide road (km 18,3) of Orco.
We turn to the left and we go down up to the intersection (km 19,2) where we go straight.
The road climbs and becomes asphalted at the end of the slope (km 19,6). We go down skirting along the houses up to reach the church of Orco (km 19,9).
Gradient: 720 ms. and -370 ms.
Cycle: 98%
Asphalt: 44%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.