Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 45
Discesa da Rocca dei Corvi a Quiliano, 2

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 1/2013 connessione
Punto di partenza: Rocca dei Corvi
Come arrivare: Il monte è raggiunto dall'itinerario 25, dall'itinerario 3 e dall'itinerario 39.
Itinerario.
Dalla rocciosa vera vetta della Rocca dei Corvi percorriamo il sentiero verso ovest e raggiungiamo la vicina anticima dove sorge un vecchio traliccio.
Seguiamo la strada che scende ad un bivio (km 0,1) dove svoltiamo a destra e scendiamo ad un bivio (km 0,3) dove svoltiamo a sinistra.
Lasciamo l'ampia strada in discesa al primo incrocio (km 0,7) e giriamo a destra.
Seguiamo una strada che ha andamento quasi pianeggiante fino al crinale nord della Rocca dei Corvi (km 1,4) e scendiamo rapidamente ad un vicino bivio.
Svoltiamo a destra prendendo un ampio sentiero che attraversa le pendici settentrionali della montagna. Il percorso presenta qualche saliscendi ripido e richiede attenzione perchè alcuni passaggi attraversano salti rocciosi e sono esposti.
Al termine della traversata scendiamo ad un rio (km 2,3) e saliamo ad un incrocio (km 2,4) dove confluiamo sull'itinerario 28 che seguiamo a sinistra.
Scendiamo al valico (km 2,9) a est della Rocca dei Corvi e giriamo a sinistra sulla strada con segnavia r50. Tralasciamo quasi subito i segnavia e proseguiamo sulla strada che scende con due tornanti. Poco prima del termine della discesa lasciamo la pista e svoltiamo a destra (km 3,4) imboccando un sentiero.
Scendiamo ad attraversare un fosso e saliamo a piedi raggiungendo uno stretto crinale (km 3,5).
Lasciamo l'itinerario 28 e svoltiamo a sinistra seguendo il segnavia r50.
La cresta inizia affilata e rocciosa ma subito si allarga e diventa ciclabile. Il sentiero è poco frequentato e non sempre evidente, ma segue il crinale ed è impossibile perdersi. Passiamo tra macchie di erica cercando i passaggi migliori ed incontrando qualche passo non ciclabile.
Dopo un tratto facile la pendenza aumenta e la discesa diventa difficile con molti passi rocciosi e qualche ramo. Poco prima del termine del crinale lo lasciamo per scendere a sinistra (km 4,6).
Entriamo in un canale e costeggiamo il ruscello con percorso poco ripido ma sporco per rami e pietre.
Arriviamo sulla sterrata (km 4,8) che collega Montagna con Faia e la seguiamo a destra. Dopo aver attraversato alcuni ruscelli che la hanno scavata la strada si allarga (km 5,8).
Proseguiamo facilmente fino ad un bivio (km 6,1) dove svoltiamo a sinistra.
La strada scende ed attraversa due volte il metanodotto. Dopo il secondo attraversamento la strada termina (km 6,6) e proseguiamo su una mulattiera abbandonata.
Dopo un breve percorso in lieve discesa la pendenza aumenta e scendiamo su un percorso che sarebbe facile ma è molto disturbato dagli alberi e dai rami.
La discesa termina ad un guado (km 7,2) superato il quale andiamo in salita ed usciamo su una strada ampia (km 7,5) che seguiamo a sinistra.
Trascuriamo ogni strada laterale e seguiamo quella principale che presenta alcuni ripidi saliscendi ed arriva all'asfalto (km 8,2) all'ingresso di Montagna. In breve arriviamo sulla piazza del paese (km 8,5).
Seguiamo a destra la strada asfaltata e scendiamo a Quiliano (km 13,2).
Dislivello: -920 m.
Ciclabilità: 96%
Asfalto: 38%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto  foto

Go down from Rocca dei Corvi to Quiliano, 2

Updating:
12/2012
Start point: Rocca dei Corvi
How to arrive: The peak is climbed by the itinerary 25, by the itinerary 3 and by the itinerary 39.
Itinerary.
From the rocky true peak of the Rocca of the Crows we cross the path toward west and we reach the near top where an old pylon rises.
We follow the road that goes down to a fork (km 0,1) where we turn to the right and we go down to a fork (km 0,3) where turn to the left.
We leave the ample road in descent to the first intersection (km 0,7) and we turn to the right.
We follow a road that has almost level course up to the ridge north of the Rocca of the Crows (km 1,4) and we quickly go down to a near fork.
We turn to the right taking an ample path that crosses the northern slopes of the mountain. The run opposes some steep ups and downs and it asks for beware because some passages cross rocky jumps and they are exposed.
At the end of the crossing we go down to a brook (km 2,3) and we go up to an intersection (km 2,4) where we meet on the itinerary 28 that we follow to the left.
We go down to the pass (km 2,9) to east of the Rocca of the Crows and we turn to the left on the road with trail sign r50. We almost immediately skip the trail signs and we continue on the road that goes down with two hairpin bends. Just before the term of the descent we leave the track and we turn to the right (km 3,4) taking a path.
We go down to cross a ditch and climb reaching on foot a narrow ridge (km 3,5).
We leave the itinerary 28 and we turn to the left following the trail sign r50.
The ridge begins sharp and rocky but it immediately widens and it becomes cycle. The path is a little frequented and not always evident, but it follows the ridge and it is impossible to lose it. We pass among undergrowths of heather looking for the best passages and meeting some non cycle pass.
After an easy tract the inclination increases and the descent becomes with many rocky difficult passes and some branch. Just before the term of the ridge we leave it to go down to the left (km 4,6).
We enter a channel and we skirt along the brook with a little steep but dirty run for branches and stones.
We arrive on the unmetalled road (km 4,8) that it connects Montagna to Faia and we follow to the right it. After having crossed some brooks that have dug the road it widens (km 5,8).
We easily continue to a fork (km 6,1) where we turn to the left.
The road goes down and crosses twice the pipeline. After the second crossing the road finishes (km 6,6) and we continue on an abandoned mule-track.
After a brief run in light descent the inclination increases and we goes down on a run that would be easy but it is very disturbed by the trees and by the branches.
The descent finishes to a ford (km 7,2) crossed which we go in slope and go out on an ample road (km 7,5) that we follow to the left.
We neglect every side road and we follow that main that has some steep ups and downs and it reaches the asphalt (km 8,2) to the entry of Montagna. Shortly we arrive on the square of the country (km 8,5).
We follow to the right the asphalted road and we go down to Quiliano (km 13,2).
Gradient: -920 ms.
Cycle: 96%
Asphalt: 38%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.