Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 44
Discesa da Rocca dei Corvi a Valleggia

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 2/2013 connessione
Punto di partenza: Rocca dei Corvi
Come arrivare: Il monte è raggiunto dall'itinerario 25, dall'itinerario 3 e dall'itinerario 39.
Itinerario.
Dalla rocciosa vera vetta della Rocca dei Corvi percorriamo il sentiero verso ovest e raggiungiamo la vicina anticima dove sorge un vecchio traliccio.
Seguiamo la strada che scende ad un bivio (km 0,1) dove svoltiamo a destra e scendiamo ad un bivio (km 0,3) dove svoltiamo a sinistra.
Lasciamo l'ampia strada in discesa al primo incrocio (km 0,7) e giriamo a destra.
Seguiamo una strada che ha andamento quasi pianeggiante fino al crinale nord della Rocca dei Corvi (km 1,4) e scendiamo rapidamente ad un vicino bivio.
Svoltiamo a destra prendendo un ampio sentiero che attraversa le pendici settentrionali della montagna. Il percorso presenta qualche saliscendi ripido e richiede attenzione perchè alcuni passaggi attraversano salti rocciosi e sono esposti.
Al termine della traversata scendiamo ad un rio (km 2,3) e saliamo ad un incrocio (km 2,4) dove confluiamo sull'itinerario 28 che seguiamo a sinistra.
Scendiamo al valico (km 2,9) a est della Rocca dei Corvi ed andiamo diritto scendendo alla grande sterrata che seguiamo a sinistra, in comune con l'itinerario 4 e con l'itinerario 36.
All'incrocio (km 3,1) teniamo la sinistra e seguiamo a lungo la strada. Ad un quadrivio (km 5,2; schizzo) andiamo diritto e saliamo ad un cocuzzolo passando sotto ad alcuni tralicci (km 5,5).
Scendiamo ripidamente ad un quadrivio su un colle (km 5,6; schizzo) e proseguiamo diritto sulla strada che sale.
Dobbiamo superare due ripidi strappi e giungiamo in vetta alla Cima delle Rocche (km 5,9). La strada prosegue in discesa con bel percorso panoramico.
La discesa alterna tratti molto ripidi ad altri pianeggianti o in breve salita e termina ad un quadrivio (km 7; schizzo) posto sul crinale.
Lasciamo le strade laterali e proseguiamo diritto imboccando il sentiero che segue il tracciato del metanodotto.
Al quadrivio successivo (km 7,1) andiamo ancora diritti. La pista costeggia a nord un cocuzzolo, scende ad un traliccio (7,7) e ad un incrocio (km 7,8) dove andiamo a sinistra, in comune con l'itinerario 43.
Una discesa, interrotta da un breve salita, ci porta ad un altro bivio (km 8,4) dove andiamo a destra ed attraversiamo il versante in direzione sud. La strada è in prevalente discesa e, percorsa in questo verso, non presenta difficoltà.
Giungiamo sulla strada asfaltata (km 9,8) ma non la prendiamo. Svoltiamo invece a sinistra imboccando una strada sterrata sotto ad un traliccio.
La strada diventa più stretta e scende percorrendo un crinale. Stiamo seguendo la pista di un oleodotto che è pulita all'inizio ma termina con un tratto ripido, sporco e non ciclabile che ci porta contro una recinzione (km 10,3).
Non superiamo la rete ma andiamo a sinistra attraversando una fitta macchia di mimosa.
Al di là del boschetto ritroviamo il sentiero e l'oleodotto. Quando l'oleodotto scende una ripida scarpata (km 10,5) lo lasciamo ed andiamo a destra verso una casa.
Prima della recinzione dell'edificio troviamo una mulattiera profondamente incassata che scende ad una strada (km 10,7).
Andiamo a destra e costeggiamo a destra il compatto nucleo di Valleggia Soprana. La crosa sale ad una strada asfaltata (km 10,8) che seguiamo a sinistra.
Passiamo a fianco del cimitero e scendiamo a Valleggia (km 11,5).
Dislivello: -950 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 6%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto

Go down from Rocca dei Corvi to Valleggia

Updating:
2/2013
Start point: Rocca dei Corvi
How to arrive: The peak is climbed by the itinerary 25, by the itinerary 3 and by the itinerary 39.
Itinerary.
From the rocky true peak of the Rocca of the Crows we cross the path toward west and we reach the near peak where an old pylon rises.
We follow the road that goes down to a fork (km 0,1) where we turn to the right and we go down to another fork (km 0,3) where turn to the left.
We leave the ample road in descent to the first intersection (km 0,7) and we turn to the right.
We follow a road that has almost level course up to the ridge north of the Rocca of the Crows (km 1,4) and we quickly go down to a near fork.
We turn to the right taking an ample path that crosses the northern slopes of the mountain. The run offers some steep ups and downs and it asks for beware because some passages cross rocky jumps and they are exposed.
At the end of the crossing we go down to a brook (km 2,3) and we climb an intersection (km 2,4) where we meet on the itinerary 28 that we follow to the left.
We go down to the pass (km 2,9) to east of the Rocca of the Crows and go straight going down to the great unmetalled road that we follow to the left, in common with the itinerary 4 and with the itinerary 36.
To the intersection (km 3,1) we hold the left and we follow for a long time the road. To a crossroads (km 5,2; sketch) we go straight and we climb a summit passing under to some pylons (km 5,5).
We steeply go down to a crossroads on a pass (km 5,6; sketch) and we continue straight on the road that climbs.
We have to overcome two steep slope and we reach the Top of the Rocche (km 5,9). The road continues in descent with beautiful panoramic run.
The descent alternate very steep tracts to others level or shortly slope and it finishes to a crossroads (km 7; sketch) sets on the ridge.
We leave the side roads and we continue straight taking the path that follows the layout of the pipeline.
To the following crossroads (km 7,1) we again go straight. The track skirts along to north a summit and goes down to a pylon (7,7) and to an intersection (km 7,8) where we go to the left, in common with the itinerary 43.
A descent, interrupted by a short slope, it brings us to another fork (km 8,4) where we go to the right and we cross the slope in south direction. The road is in prevailing descent and, crossed in this verse, doesn't has difficulty.
We come on the asphalted road (km 9,8) but we don't take it. We turn to the left instead taking a dirt road under to a pylon.
The road becomes narrow and it goes down crossing a ridge. We are following the track of a pipeline that is clean to the beginning but it finishes with a steep, dirty and not cycle tract that brings us against an enclosure (km 10,3).
We don't overcome the net but go to the left crossing a sharp pain undergrowth of mimosa.
Beyond the grove we find again the path and the pipeline. When the pipeline goes down a steep scarp (km 10,5) we leave it and we go to the right to a house.
Before the enclosure of the building we find a mule-track that it goes down to a road (km 10,7).
We go to the right and we skirt along to the right the compact nucleus of Valleggia Soprana. The "crosa" climbs to an asphalted road (km 10,8) that we follow to the left.
We pass beside the cemetery and we go down to Valleggia (km 11,5).
Gradient: -950 ms.
Cycle: 98%
Asphalt: 6%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.