Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 39
Salita da Valle di Vado a Rocca dei Corvi

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 12/2012 connessione
Punto di partenza: Valle di Vado
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 12, dall'itinerario 42 e dall'itinerario 47.
Itinerario.
Da Valle di Vado seguiamo la strada lungo il torrente e svoltiamo a destra all'incrocio imboccando via Carrara (km 0,1).
Andiamo diritto all'incrocio tra le case e lasciamo il paese seguendo una stretta strada asfaltata.
Trascuriamo alcune crose e raggiungiamo l'incrocio con una stradina in cemento (km 0,5). Svoltiamo a sinistra e saliamo su questa strada che ci porta a passare al di sotto del viadotto autostradale.
Proseguiamo nella valle tra alcune coltivazioni e raggiungiamo (km 0,8) il bivio con una strada che prendiamo svoltando a sinistra.
Dopo una salita ripida la strada diventa pianeggiante e corre parallela all'autostrada. Scendiamo ad un incrocio (km 1,1) dove andiamo diritti trascurando la strada che sale da Sant'Ermete.
Con salita impegnativa guadagniamo un bivio (km 1,4) dove proseguiamo ancora con salita impegnativa.
Incrociamo l'itinerario 35 (km 1,9) e seguiamo al contrario la sterrata che sale al crinale (km 2,8). Proseguiamo a sinistra fino all'incrocio (km 2,9) dove teniamo la sinistra.
Andiamo a sinistra anche al vicino bivio che segue. La strade sale con pendenza irregolare; trascuriamo le strade laterali ed arriviamo ad un tornante (km 3,7) dove lasciamo la strada che prosegue in discesa ed imbocchiamo una strada minore a destra.
Anche ora la pendenza è alquanto irregolare e non mancano due ripidi strappi poco ciclabili.
Ad un incrocio (km 4,1) svoltiamo a destra, in comune con l'itinerario 36, e saliamo ripidamente ad un bivio (km 4,3) dove svoltiamo a sinistra.
Saliamo all'ingresso di una cascina (km 4,6) e proseguiamo ancora in salita fino ad uscire sull'ampia sterrata carrozzabile che sale da Cunio (km 5,1) percorsa dall'itinerario 3.
Seguiamo la strada che ha un andamento in salita irregolare: tratti a moderata pendenza sono intervallati da dure salita.
All'incrocio sotto alla Rocca dei Corvi (km 6,9) svoltiamo a sinistra, percorriamo sessanta metri ed imbocchiamo la strada minore a destra.
Saliamo alcuni metri, impedalabili con molto fango, e raggiungiamo il bivio per Faia (km 7).
Proseguiamo diritto sulla strada in moderata salita. Ben presto la pendenza aumenta e superiamo a piedi i tratti più sassosi.
Usciamo su una spalla (km 7,5) dove la salita diventa più difficile a causa delle molte pietre. Teniamo la sinistra ad un bivio vicino e, un po' a piedi e un po' in sella raggiungiamo il valico del crinale (km 8,3).
Scendiamo pochi metri ad un incrocio dove riprendiamo a salire.
Superiamo con fatica qualche zona sassosa e guadagniamo l'inizio della discesa (km 8,6) dove svoltiamo a sinistra per superare i pochi metri che ci separano dallo spiazzo alla sommità.
Proseguiamo sul sentierino a sud del traliccio e giungiamo sulla rocciosa vetta della Rocca dei Corvi (km 8,7).
Dislivello: 800 m
Ciclabilità: 93%
Asfalto: 5%
Osservazioni: la valle del torrente Segno ha uno spiccato aspetto industriale. Sulla fitta rete di strade che attraversano la collina in riva sinistra costeggiamo l'autostrada, incontriamo una discarica di rifiuti, attraversiamo boschi degradati dai molti incendi e le molte moto portano l'inquinamento in ogni angolo.


 mappa  gps  foto

Climb Rocca dei Corvi from Valle di Vado

Updating:
12/2012
Start point: Valle di Vado
How to arrive: The country is reached by the itinerary 12, by the itinerary 42 and by the itinerary 47.
Itinerary.
From Valle di Vado we follow the road along the stream and we turn to the right to the intersection taking street Carrara (km 0,1).
We go straight to the intersection among the houses and we leave the country following a narrow asphalted road.
We neglect some "crose" and we reach the intersection with a narrow concrete road (km 0,5). We turn to the left and we climb this road that brings us to pass below the motorway viaduct.
We continue in the valley among some cultivations and we reach (km 0,8) the fork with a road that we take turning to the left.
After a steep slope the road becomes level and races parallel to the highway. We go down to an intersection (km 1,1) where we go straight neglecting the road that climbs from Sant'Ermete.
With binding slope we gain a fork (km 1,4) where we again continue with binding slope.
We cross the itinerary 35 (km 1,9) and we follow contrarily the unmetalled road that climbs to the ridge (km 2,8). We continue to the left up to the intersection (km 2,9) where we hold the left.
We also go to the left to the near fork that follows. The roads it climbs with irregular inclination; we neglect the side roads and we arrive to a hairpin bend (km 3,7) where we leave the road that continues in descent and we takes to the right a smaller road.
Also now the inclination is irregular and they there are two steep a little cycle slopes.
To an intersection (km 4,1) we turn to the right, in common with the itinerary 36, and we steeply go up to a fork (km 4,3) where we turn to the left.
We go up to the entry of a farmhouse (km 4,6) and we continue in slope to go out on the ample carriage unmetalled road that climbs from Cunio (km 5,1) crossed by the itinerary 3.
We follow the road that has a course in irregular slope: zones to moderate inclination they are alternated by hard slope.
To the intersection under to the Rocca dei Corvi (km 6,9) we turn to the left, we cross sixty meters and we take to the right the smaller road.
We climb some meters, not cycle with a lot of mud, and we reach the fork to Faia (km 7).
We continue straight on the road in moderate slope. Well soon the inclination increases and we overcomes the stoniest tracts on foot.
We go out on a shoulder (km 7,5) where the slope becomes more difficulty because of the a lot of stones. We hold the left to a near fork and, some on foot and some in saddle, we reach the pass of the ridge (km 8,3).
We go down few meters to an intersection where we start over climbing.
We overcome with work some stony zone and we gain the beginning of the descent (km 8,6) where we turn to the left for overcoming the few meters that separate us from the square to the summit.
We continue on the narrow path on south of the pylon and we come on the rocky peak of the Rocca dei Corvi (km 8,7).
Gradient: 800 ms
Cycle: 93%
Asphalt: 5%
Observations: the valley of the stream Segn has a strong industrial aspect. On the dense net of roads that crosses the hill on left shore we skirt along the highway, we meet a dump of trash, we cross woods degraded by the many fires and the a lot of motorbikes they bring the pollution in every angle.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.