Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 34
Discesa dal forte Ciuto a Vado Ligure

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 11/2012 connessione
Punto di partenza: Forte Ciuto
Come arrivare: La partenza è l'incrocio tra via alla Strà e via Nostra Signora del Monte: entrambe salgono da Savona.
Itinerario.
Al bivio svoltiamo a destra in direzione di Savona seguendo l'asfaltata via Alla Strà e tralasciando la strada sterrata chiusa da una sbarra che è la strada di salita al forte Ciuto.
La strada supera un piccolo valico (km 0,8) dove inizia la discesa. Lasciamo la strada e prendiamo il sentiero a destra. Immediatamente giriamo a destra per affrontare un dura salita.
Dopo pochi metri la pendenza diminuisce e proseguiamo facilmente fino alle basse mura del forte Ciuto (km 1).
Seguiamo il sentiero che costeggia a sinistra le mura. Saliamo moderatamente incontrando qualche spina fino a giungere al punto più elevato (km 1,2).
Il sentiero scende a sinistra. Dopo cinquanta metri lasciamo a destra il sentiero che porta all'ingresso del forte (ed al quadrivio di partenza) e proseguiamo in discesa.
Il sentiero percorre inizialmente il crinale poi scende a sinistra e si allarga a pista forestale che seguiamo fino ad una strada asfaltata (km 1,9).
Non prendiamo l'invitante sterrata di fronte ma seguiamo l'asfalto a sinistra. La strada scende ad un piccolo incrocio (km 2,8) dove lasciamo a destra la scorciatoia 34.1 e proseguiamo sull'asfalto fino ad un evidente bivio (km 3,6).
Svoltiamo a destra e seguiamo la sterrata che presenta alcuni saliscendi attraversando i versanti della montagna. Dopo un lungo percorso giungiamo ad un incrocio (km 5,5) dove incontriamo un segnavia r5 proveniente da destra.
Andiamo a sinistra sulla strada che passa dietro ad una casa e scende ad una larga sella. Andiamo quasi in piano fino all'inizio di una salita (km 5,7). Lasciamo la strada (utilizzata dalla variante 34.2) e prendiamo uno stretto sentiero a sinistra.
Dopo la discesa iniziale il sentiero diventa quasi pianeggiante e prosegue attraverso la boscaglia con qualche saliscendi, stretto ma abbastanza pulito.
Incrociamo un metanodotto (km 6,7) e proseguiamo diritto fino ad un bivio (km 6,8) dove scendiamo a sinistra. Seguiamo l'evidente sentiero che ci porta ad un quadrivio (km 7).
Svoltiamo a destra e scendiamo seguendo il segnavia. Il sentiero raggiunge un Percorso Vita e rimaniamo sul tracciato principale fino ad un incrocio (km 7,5) dove andiamo a sinistra.
Attraversiamo una passerella ed attraversiamo prati abbandonati dove il sentiero si allarga a stradina.
Scendiamo alla antica chiesa di San Pietro in Carpignano (km 7,7).
Scendiamo alla strada provinciale 58 che seguiamo a sinistra fino al cimitero (km 8,4).
Dislivello: -460 m e +90 m.
Ciclabilità: quasi 100%.
Osservazioni:
Asfalto: 38%
Variante 34.1:
Evita un tratto di asfalto. Al bivio del km 2,8 prendiamo il sentiero a destra e scendiamo incontrando qualche cespuglio. Il sentiero termina bruscamente in una sorta di buca. Saliamo a piedi sulla sponda e scendiamo i pochi metri che ci separano dalla sterrata (130 m)
Variante 34.2:
Al bivio proseguiamo diritto sulla strada dell'oleodotto ed affrontiamo subito una ripida salita non del tutto ciclabile. Il percorso prosegue sul crinale. Dopo qualche minimo saliscendi scendiamo rapidamente fino ad incontrare il percorso principale (km 1,1).


mappa  foto  foto  foto  foto  foto  foto  gps

Go down fron Ciuto fortress to Vado Ligure

Updating: 11/2012
Start point: Ciuto fortress
How to arrive: The beginning is the cross between via alla Strà and via Nostra Signora del Monte.
Itinerary.
To the fork we turn to the right in direction to Savona following the asphalted road Strà and skipping the dirt road closed by a bar that it is the road of the fortress Ciuto.
The road overcomes a small pass (km 0,8) where the descent begins. We leave the road and we take to the right the path. We turn to the right immediately for facing a hard slope.
After few meters the inclination decreases and we easily continues up to the low boundaries of the Ciuto fortress (km 1).
We follow the path that skirts along to the left the boundaries. We moderately climb meeting some thorn up to reach the most elevated point (km 1,2).
The path goes down to the left. After fifty meters we leave to the right the path that brings to the entry of the fortress (and to the crossroads of departure) and we continue in descent.
The path crosses initially the ridge then it goes down to the left and it widens to forest track that we follow to an asphalted road (km 1,9).
We don't take the inviting the opposite unmetalled road but we follow to the left the asphalt. The road goes down to a small intersection (km 2,8) where we leave to the right the shortcut 34.1 and we continue on the asphalt to an evident fork (km 3,6).
We turn to the right and we follow the unmetalled road that offers some ups and downs crossing the slopes of the mountain. After a long run we come to an intersection (km 5,5) where we meet the trail sign right r5 arriving from right.
We go to the left on the road that passes behind to a house and it goes down to a wide saddle. We almost go in plain up to the beginning of a slope (km 5,7). We leave the road (used by the variation 34.2) and we take to the left a narrow path.
After the initial descent the path becomes almost level and continues through the brushwood with some ups and downs, narrow but enough clean.
We cross a pipeline (km 6,7) and we continue straight to a fork (km 6,8) where we go down to the left. We follow the evident path that brings us to a crossroads (km 7).
We turn to the right and we go down following the trail sign. The path reaches a Run Life and we remains on the main layout to an intersection (km 7,5) where we go to the left.
We cross a gangway and we cross abandoned lawns where the path widens to narrow road.
We go down to the ancient church of St. Pietro in Carpignano (km 7,7).
We go down to the provincial road 58 that we follow to the left up to the cemetery (km 8,4).
Gradient: -460 m and +90 ms.
Cycle: almost 100%.
Observations:
Asphalt: 38%
Varying 34.1:
It avoids a tract of asphalt. To the fork of the km 2,8 we take to the right the path and go down meeting some bush. The path brusquely finishes in a sort of hole. We go up on the bank on foot and we go down the few meters that separate us from the unmetalled road (130 ms)
Varying 34.2:
To the fork we continue straight on the road of the pipeline and we face a steep slope not entirely cycle. The run continues on the ridge. After some low ups and downs we quickly go down to meet the main run (km 1,1).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.