Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 30
Discesa dal Bric di Genova ad Albisola

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 2/2011 connessione
Punto di partenza: Bric di Genova
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 29.
Itinerario.
Dalla vetta del Bric di Genova scendiamo in direzione est. Il sentiero scende ad una sella prativa, entra nel bosco e sale fin quasi alla vetta della cima Est (km 0,3).
Proseguiamo in discesa in direzione Sud sul sentiero che corre sul crinale, con tratti ripidi e sassosi alternati a tratti quasi pianeggianti.
Una ripida discesa ci porta ad incrociare un buon sentiero (km 1,1) che seguiamo verso destra. Percorriamo il crinale con moderata discesa. Ad un bivio (km 1,2) svoltiamo a destra e scendiamo abbandonando il crinale.
Il sentiero è largo e un po' rovinato. Effettuiamo un tornante e raggiungiamo un bivio (km 1,6).
Lasciamo a destra il ramo che scende nella valle del rio Buraxe e seguiamo a sinistra il segnavia FIE r31.
Il sentiero è largo e comodo ed incontriamo solo la difficoltà di una frana e qualche albero. Nei pressi di un traliccio di un elettrodotto (km 2,4) proseguiamo sul sentiero principale (a sinistra variante 30.2). Passiamo sull'imbocco di una breve galleria e raggiungiamo una zona prativa (km 4,1).
Svoltiamo a sinistra ed andiamo in lieve salita prima di scendere ad una cascina (km 4,2) tra fasce coltivate ad olivi.
Il sentiero scende tortuoso tra le fasce. Ad un bivio (km 4,4) andiamo a sinistra per raggiungere un altro vicino bivio dove il sentiero si allarga quasi a strada.
Lasciamo a sinistra l'invisibile sentiero percorso dalla variante 30.1 (km 4,5; segnavia FIE r10) e raggiungiamo un incrocio (km 4,6) dove andiamo a destra lasciando i segnavia r31 che vanno a sinistra.
La discesa ci porta ad attraversare dei prati. Superato un passaggio scabroso usciamo nel cortile di una cascina (km 4,8; andare molto piano!!).
Continuiamo a scendere e raggiungiamo l'inizio di una strada (km 4,9). Seguiamo la strada che diventa asfaltata e scende al ponte sul rio Buraxe (km 5,4). Potremmo andare diritti, invece svoltiamo a destra, attraversiamo il ponte e svoltiamo a sinistra.
La strada si dirige verso il nucleo abitativo di Luceto. Passiamo tra le case e, dopo qualche svolta, raggiungiamo la chiesa (km 5,7).
Proseguiamo raggiungendo la SP (km 5,8) che seguiamo a sinistra fino ad Albisola ed alla stazione FS (km 7,6).
Dislivello: -500 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 31%
Osservazioni:
Variante 30.1. Sconsigliabile.
Dopo il bivio dove il sentiero si allarga percorriamo circa cento metri e svoltiamo a sinistra in una ripida traccia che scende costeggiando una recinzione. Percorriamo il fondo di una avvallamento e, prima di giungere al fondo, svoltiamo a sinistra per attraversare, in piano, un boschetto di lecci.
Raggiungiamo un evidente sentiero e lo seguiamo in salita. Arriviamo nei pressi di una palina segnaletica (km 0,1) e proseguiamo attraversando un ripiano.
Scendiamo ad un edificio in rovina (km 0,3) che aggiriamo.
Attraversiamo un breve piano ed affrontiamo la discesa che è molto ripida ed impegnativa. Scendiamo con stretti tornanti e passaggi rocciosi sul sentiero stretto, ingombro di rami e con passi pericolosi.
Usciamo su una mulattiera (km 0,7) nei pressi di una casa e scendiamo a destra per raggiungere la vicina SP 334 a centocinquanta metri dal Santuario Madonna della Pace. Ciclabilità 88%. Maggio 2012.
Variante 30.2. Sconsigliabile.
Al bivio del km 2,4 lasciamo il sentiero principale ed il segnavia a svoltiamo a sinistra. Imbocchiamo una mulattiera con grossi segni rossi.
La discesa è piuttosto ripida ma non difficile e porta ad un ruscello (km 0,2). Proseguiamo quasi in piano e raggiungiamo due tralicci (km 0,5). Il sentiero diventa ripido ed impegnativo con molti passaggi non ciclabili. Superiamo un ruscello (km 0,9) e seguiamo il sentiero che, dopo una breve salita, scompare. Scendiamo verso il torrente attraversando il fitto canneto e cerchiamo di raggiungere il guado (km 1) caratterizzato da grossi massi che consentono il passaggio.
Ci arrampichiamo sulla riva raggiungendo la SP334 (km 1,1) nel cortile di una trattoria. Ciclabilità 83%. Maggio 2012.


 mappa  gps  foto


Descent from Bric di Genova to Albisola

Updating:
2/2011
Start point: Genova Peak
How to arrive: The summit is reached by the itinerary 29.
Itinerary.
From the peak of the Bric of Genova we go down in east direction. The path goes down to a meadow saddle, it enters the wood and almost climb the peak of the East top (km 0,3).
We continue in descent in South direction on the path that races on the ridge alternating steep and stony tracts to almost level tracts.
A steep descent brings us to cross a good path (km 1,1) that we follow toward right. We cross the ridge with moderate descent. To a fork (km 1,2) we turn to the right and we go down leaving the ridge.
The path is wide and some ruined. We effect a hairpin bend and we reach an alternative (km 1,6).
We leave to the right the branch that goes down in the valley of the brook Buraxe and we follow to the left the trail sign FIE r31.
The path is wide and comfortable and we meets only the difficulty of a landslide and some tree. Near a pylon of a power line (km 2,4) we continue on the principal path. We pass on the entrance of a brief gallery and we reach a meadow zone (km 4,1).
We turn to the left and we go to light slope before going down to a farmhouse (km 4,2) among terraces olive tree cultivated.
The path goes down tortuous among the terraces and it widens almost to road. We reach an intersection (km 4,6) where go to the right leaving the trail signs that go to the left.
The descent brings us to cross some lawns. Overcomed a scabrous passage we go out in the courtyard of a farmhouse (km 4,8; to go very slow!!).
We keep on going down and we reach the beginning of a road (km 4,9). We follow the road that becomes asphalted and it goes down to the bridge on the broock Buraxe (km 5,4). We could go rights, instead we turn to the right, we cross the bridge and we turn to the left.
The road goes toward the housing nucleus of Luceto. We pass among the houses and, after some turn, we reach the church (km 5,7).
We continue reaching the SP (km 5,8) that we follow to the left to Albisola and to the station FS (km 7,6).
Gradient: -500 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 31%
Observations:
Varying 30.1. Unadvisable.
After the fork where the path widens we cross around one hundred meters and we turn to the left in a steep trace that goes down skirting along an enclosure. We cross the bottom of a subsidence and, before reaching the end, we turn to the left for crossing, in plain, a grove of oaks.
We reach an evident path and we follow it in slope. We arrive near a descriptive ranging rod (km 0,1) and we continue crossing a ledge.
We go down to a tumbledown building (km 0,3) that we revolve.
We cross a brief plan and we face the descent that is very steep and binding. We go down with narrow hairpin bends and rocky passages on the narrow path, encumbered by branches and with dangerous passes.
We go out on a mule-track (km 0,7) near a house and we go down to the right to reach the near SP 334 to one hungred fifty meters from the Sanctuary Madonna of the Peace. Cycle 88%. May 2012.
Varying 30.2. Unadvisable.
To the fork of the km 2,4 we leave the main path and the trail sign to turn to the left. We take a mule-track with big red signs.
The descent is rather steep but not difficulty and leads to a brook (km 0,2). We continue almost in plain and we reach two pylons (km 0,5). The path becomes steep and binding with many non cycle passages. We overcome a brook (km 0,9) and we follow the path that, after a brief slope, it disappears. We go down toward the stream crossing the dense reed and we try to reach the ford (km 1) characterized by big rocks that allow the passage.
We scramble us on the shore reaching the SP334 (km 1,1) in the courtyard of a restaurant. Cycle 83%. May 2012.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.