Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 25
Discesa da Rocche Bianche a Spotorno

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 11/2006 connessione
Punto di partenza: Rocche Bianche
Come arrivare: La località è raggiunta dall'itinerario 4, dall'itinerario 7, dall'itinerario 8.
Itinerario.
Dal monumento scendiamo seguendo la strada carrozzabile asfaltata fino a raggiungere l´incrocio dove l´asfalto va a sinistra per Segno (km 1,8). Scendiamo invece a destra sull´ampia sterrata. Dopo circa 700 metri prestare attenzione a prendere a sinistra una stradina forestale (segnavia FIE r14).
Proseguiamo a mezzacosta con tratti in discesa arrivando ad un incrocio (km 3,1) dove svoltiamo a destra lasciando la strada principale che scende.
Proseguiamo prima in salita poi in discesa ripida arrivando ad un incrocio (km 3,8) dove teniamo la sinistra, in piano (segnavia r14; a destra variante 25.2).
Incontriamo ancora un quadrivio dopo due chilometri dove andiamo in salita raggiungendo il crinale. Seguiamo il crinale con i suoi saliscendi fino ad arrivare in cima al Bric Colombino con le sue antenne (km 6,8).
Immediatamente prima della vetta scende a sinistra una sterrata. La seguiamo raggiungendo un incrocio dove lasciamo a sinistra il segnavia e continuiamo diritto scendendo ad una larga strada (km 7,4). Svoltiamo a sinistra, passiamo nei pressi di una casa e raggiungiamo un ampio colle con tre strade (km 8). Qui arriva da destra l'itinerario 4 che sale da Spotorno.
Andiamo diritti su sterrato poi su una ripida rampa in cemento. Incontriamo un altro piccolo valico con un incrocio dove andiamo a destra (a sinistra scende l'itinerario 12). La strada prosegue con una salita al cui termine (km 8,7) lasciamo a destra la vetta del monte Mao.
Continuiamo in discesa sovrastando una discarica e una cava, costeggiamo un altro piazzale di cava a destra e scendiamo ad un valico (km 10).
La strada asfaltata a sinistra scende a Vado Ligure.
Andiamo invece a destra in discesa sterrata. A sinistra lasciamo il cancello da dove arriva l'itinerario 13 e passa la variante 25.3.
Lasciamo, ancora a sinistra, il sentiero segnalato per Bergeggi (variante 25.4) e, dopo pochi metri, dobbiamo svoltare nettamente a destra su una stradina (km 10,2). Su sentiero quasi pianeggiante ci dirigiamo verso il monte Mao. Proseguiamo in falsopiano costeggiando la base del monte, usciamo dalla valletta e proseguiamo con ampia vista sul mare.
Senza incontrare particolari difficoltà raggiungiamo un colletto (km 12,4) dove lo sterrato termina. Su strada asfalta, molto ripida, scendiamo a Spotorno (km 13).
La stazione è a destra a circa 1 km.
Dislivello: discesa 700 m.
Ciclabilità: 100%
Asfalto: 11%
Osservazioni: esistono numerose variazioni possibili. Ritengo il percorso indicato il più ciclabile. Al valico del km 11 prestare attenzione a NON seguire l'invitante sterrata a destra in discesa; è cieca e con cane mordace! Svoltare invece subito a destra.
Variante 25.2:
svoltiamo a destra e la strada comincia subito a scendere. Superiamo un breve tratto ripido uscendo su un largo stradone. Poche centinaia di metri ed usciamo sull´asfalto (km 0,5). A destra andremmo a Vezzi, andando a sinistra invece incontriamo i seguenti incroci:

Variante 25.3:
Percorso interessante, ma attraversa una proprietà privata molto difesa da cartelli di divieto di accesso. Probabilmente il diritto di passaggio sul sentiero non può essere interdetto, comunque è opportuno procedere con educazione.
Attraversiamo il cancello e seguiamo la stradina, lasciando quindi a sinistra l´itinerario 13. Arriviamo ad una casa (km 0,3), attraversiamo il cortile e proseguiamo sul sentiero.
Raggiungiamo un incrocio (km 0,5). Scendendo a destra e poi svoltando a sinistra al bivio potremmo raggiungere la strada asfaltata in 300 metri. Andiamo invece a sinistra, in salita.
La strada prosegue in leggera salita e raggiunge il grande piazzale dove incontriamo l'itinerario 13 (km 1,1) che seguiamo al contrario. Raggiungiamo quindi la polveriera e superiamo la difficile discesa arrivando sull´asfalto (km 1,9) dove svoltiamo a destra per Bergeggi.
Variante 25.4.
Settembre 2008. Al bivio svoltiamo a sinistra seguendo il segnavia r14 e le indicazioni per il sentiero botanico. Percorriamo una mulattiera in moderata discesa che con facile percorso ci porta ad una strada sterrata (km 0,7) nei pressi di alcune case.
Svoltiamo a sinistra ma lasciamo la strada dopo cinquanta metri per prendere la mulattiera a destra che continua la sua discesa.
Usciamo su un'altra mulattiera (km 1) e la seguiamo a destra per qualche metro. Svoltiamo a sinistra su buon sentiero pianeggiante. Ormai in vista dei casermoni di Torre del Mare seguiamo il sentiero che scende con qualche giro tra le proprietà recintate e termina sull'asfalto (km 1,4).

 mappa  foto  gps


Descent from White Rocks to Spotorno

Updating:
1/2005
Start point: Rocche Bianche
How to arrive: The place is reached by the itinerary 4, by the itinerary 7 and by the itinerary 8.
Itinerary.
From the monument we go down following the tarmac up to reach the cross where the asphalt goes to the left for Segno (km 2). We go down to the right instead on the ample dirt road. Later around 700 meters to pay beware to take to the left a narrow forest road (trail sign FIE r14).
We continue hillside with stretches in descent arriving to an intersection (km 3) where we turn to the right leaving the main road that it goes down.
We continue first in ascent then in steep descent arriving to an intersection (km 4) where we hold the left, in plain (trail sign r14; to the right varying 25.2).
We still meet a crossroads after two kilometers where we go to ascent reaching the ridge. We follow the ridge with its up-and-downs to arrive on top of the Bric Colombino with its aerials (km 5,3).
Immediately before the peak a dirt road goes down to the left. We follow it reaching an intersection where we leave to the left the trail sign and we continue straight on going down to a wide road (km 6). We turn to the left, we pass near a house and we reach an ample pass with three roads. Here it arrives from right the itinerary 4 that climbs from Spotorno.
We go straight climbing a steep ramp in concrete. We meet another small pass with an intersection where we go to the right (to the left the itinerary 12 goes down). The road continues in ascent and then in descent overhanging a dump and a quarry, skirt another quarry to the right and we go down to a pass (km 11).
The tarmac road to the left goes down to Vado Ligure.
We go to the right instead on descending dirt road. To the left we leave the gate from where the itinerary 13 arrives and passes the variation 25.3.
After few meters we have to turn to the right clearly on a narrow road. The level run directs its toward the Mao mountain becoming path. We continue almost level skirting the base of the mountain, we go out of the valley and we continue with ample sight on the sea.
Finally the bottom becomes cemented, then asphalted and we steeply go down to Spotorno (km 14).
To the left on the Aurelia for Vado and then Valleggia.
Gradient: descent 600 ms.
Cycle: 99%
Tarmac:
Observations: numerous possible variations exist. I hold the pointed out run the more cycle. To the pass of the km 11 to pay beware not to follow to the right the inviting dirt road in descent; is blind and with mordant dog! To turn instead suffered to the right.
Varying 25.2:
we turn to the right and the road immediately starts to go down. We get over a brief steep stretch going out on a wide road. Few hundred meters and we go out on the main road (km 0,5). To the right we would go to Vezzi, going instead to the left we meet the followings intersections:

Varying 25.3:
Interesting run, but it crosses a private ownership very defense with poster of prohibition of access. Probably the right of passage on the path cannot be interdicted, however it is opportune to proceed with education.
We cross the gate and we follow the narrow road, leaving therefore to the left the itinerary 13. We arrive to an house (km 0,3), we cross the courtyard and we continue on the path.
We reach an intersection (km 0,5). Going down to the right and then turning to the left to the fork we could reach the tarmac road in 300 meters. We go to the left instead, in ascent.
The road continues in light ascent and it reaches the great square where we meet the itinerary 13 (km 1,1) that we follow contrarily. We reach therefore the powder magazine and we get over the difficult descent arriving on the asphalt (km 1,9) where we turn to the right for Bergeggi.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.