Percorsi mtb a Savona e Vado
Itinerario 12
Discesa dal monte Mao a Vado, 1

Vai agli altri itinerari di questa area


Aggiornamento: 12/2014 connessione
Punto di partenza: monte Mao
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 38.
Itinerario.
Scendiamo dalla vetta del monte verso nord, ripidamente fino ad una sella e poi facilmente fino a confluire sulla sterrata (km 0,6).
Svoltiamo a sinistra e scendiamo ad un incrocio (km 0,8, ruderi). A sinistra potremmo raggiungere l'itinerario 4 del finalese; invece andiamo a destra sulla strada principale, quasi pianeggiante. A un bivio (km 1,1) scegliamo la strada di sinistra ma i due rami si ricongiungono poco dopo.
La strada scende con pendenza crescente e molto ripida ma ampia e raggiunge un rudere (km 2,1). La discesa prosegue fino a un incrocio (km 2,5) dove andiamo a sinistra, in piano.
Un tratto quasi pianeggiante ci porta ad una nuova discesa ripida. Saliamo qualche metro per superare un crinale (km 2,9) e riprendiamo la discesa.
La strada diviene asfaltata (km 3,2) al cancello di una villa e la seguiamo scendendo a un ponticello e salendo brevemente.
Di nuovo in discesa arriviamo alle case di Na Vaè (km 3,6) dove svoltiamo a sinistra senza entrare in paese.
Scendiamo velocemente ed arriviamo sul fondovalle (km 4,1) dove svoltiamo a destra e raggiungiamo la viabilità principale a Valle di Vado (km 4,6).
Seguiamo la strada a destra fino a Vado Ligure (km 6,3).
Dislivello: -450 m
Ciclabilità: 100%
Osservazioni: praticabile solo in discesa.
Variante 12.1.
Al bivio all'ingresso di Na Vaè andiamo diritto e raggiungiamo le case. Seguiamo l'unica strada che scende con fondo in cemento e termina all'ingresso di un cancello. Prendiamo a destra una traccia di sentiero che scende infrascato a fianco di alcune recinzioni. Dopo alcune decine di metri incontriamo una grossa tubazione che seguiamo a destra. Arriviamo su una stradina a asfaltata che seguiamo scendendo alla zona industriale e all'itinerario principale. Poco ciclabile (spine, rami), breve e sconsigliabile.


mappa  gps  foto  foto  foto

Descent from mount Mao to Vado, 1

Updating:
12/2014
Start point: Mao mountain
How to arrive: The summit is reached by the itinerary 38.
Itinerary.
We go down from the peak of the mountain toward north, steeply to a saddle and then easily up to meet on the unmetalled road (km 0,6).
We turn to the left and go down to an intersection (km 0,8, ruins). To the left we could reach the itinerary 4 of the finalese; we go to the right instead on the main road, almost level. To a fork (km 1,1) we choose the road of left but the two branches they are rejoined shortly after.
The road goes down with increasing and very steep inclination but it's ample and reaches a ruin (km 2,1). The descent continues up to an intersection (km 2,5) where we go to the left, in plain.
An almost level tract brings us to a new steep descent. We climb some meter to overcome a ridge (km 2,9) and we again go down.
The road becomes asphalted (km 3,2) to the gate of a villa and we follow it going down to a bridge and shortly climbing.
Again in descent we arrive to the houses of Na Vaè (km 3,6) where we turn to the left without entering country.
We quickly go down and arrive on the thalweg (km 4,1) where turn to the right and reach the main road to Valle di Vado (km 4,6).
We follow to the right the road up to Vado Ligure (km 6,3).
Diffrence: -450 m
Cycle: 100%
Observations: practicable only in descent.
Varying 12.1.
At the fork to the entry of Na Vaè we go straight and reach the houses. We follow the only road that goes down with concrete ground and it finishes to the entry of a gate. We take to the right a trace of path that goes down obstructed by bush beside some enclosures. After some about ten meters we meet a big pipeline that follow to the right. We reach on a narrow road that we follow going down to the industrial zone and the main itinerary. Few cycle (thorns, branches), short and unadvisable.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.