Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
Itinerario 63
Discesa dal Passo di Ertola a Brignole

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 1/2018 connessione
Partenza: Passo di Ertola
Come arrivare: Il Passo è raggiunto dall'itinerario 8 e dall'itinerario 10.
Itinerario.
Al Passo di Ertola prendiamo il sentiero di crinale in direzione sud seguendo i numerosi segnavia ed i solchi delle moto, in comune con l'itinerario 10 e con l'itinerario 27.
Dopo pochi metri il percorso diventa impegnativo e dobbiamo superare a piedi alcuni tratti. Proseguiamo poi facilmente su terreno quasi pianeggiante e scendiamo in breve al Passo di Esola (km 0,9).
A sinistra scende a Rezzoaglio l'itinerario 23 mentre sul crinale prosegue l'itinerario 10 che seguiamo.
Il sentiero oppone qualche passo non ciclabile e parti in salita fino a superare una spalla (km 2,1) oltre la quale inizia una ripida discesa.
Dopo qualche centinaio di metri la pendenza diminuisce mentre appare la caratteristica cima rocciosa del monte Gifarco.
Il sentiero scende con fondo roccioso e sconnesso e prosegue fino ad uscire al passo del Gifarco e, subito dopo, al passo del Fante (km 3,4).
Svoltiamo a sinistra foto sul segnavia g6 e scendiamo a un prato (km 3,5). La prosecuzione non è evidente: attraversiamo il prato senza deviare a destra o a sinistra e ritroviamo la traccia che scende nel bosco.
I segnavia sono vecchi e scoloriti ma è ancora possibile seguirli ed è necessario farlo perchè il sentiero spesso scompare foto.
Su un crinale boscoso svoltiamo nettamente a sinistra (km 3,9) e scendiamo ad attraversare un ruscelletto.
Dopo un altro dosso tra i faggi il sentiero scende più ripido al primo dei numerosi guadi (km 4,3).
Dopo altri due guadi foto il sentiero sale la riva sinistra prima di guadare un paio di affluenti (km 5).
Dopo una discesa dobbiamo affrontare una non ciclabile salita che ci porta su una spalla.
Scendiamo ripidamente a guadare ancora tre volte il torrente foto.
Dopo l'ultimo guado foto il sentiero diventa una pista forestale che raggiunge un quadrivio (km 5,8).
Da sinistra arriva l'itinerario 49 che ora seguiamo. Saliamo ripidamente sulla strada di fronte e proseguiamo a lungo sulla strada foto che è in prevalente discesa e termina a Brignole (km 8,5) foto.
Passiamo nel vicolo tra le case e usciamo sulla strada asfaltata (km 8,6) che attraversiamo per scendere su una mulattiera che termina quasi subito sull'asfalto.
Seguiamo l'asfalto fino a raggiungere la SP586 (km 8,8).
Dislivello: 185 m. e -750 m.
Ciclabilità: 94%
Asfalto: 3%
Osservazioni:

mappa  gps  slide


Updating: 2018/01
Start point: Ertola Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 8 and by the itinerary 10.
Itinerary.
At Passo di Ertola we take the ridge trail in a southerly direction following the numerous trail signs and the furrows of the motorbikes, in common with itinerary 10 and with itinerary 27.
After a few meters the path becomes challenging and we must overcome some tracts on foot.
We then continue easily on almost flat terrain and soon descend to the Pass of Esola (km 0.9).
On the left the itinerary 23 goes down to Rezzoaglio while on the ridge the itinerary 10 continues.
The path opposes some non-cycling steps and parts uphill up to pass a shoulder (km 2.1) beyond which begins a steep descent.
After a few hundred meters the slope decreases while the characteristic rocky peak of Mount Gifarco appears.
The path descends with rocky and bumpy ground and continues as afr as comes out at the Gifarco pass and, immediately after, at the Fante Pass (km 3,4).
We turn left on the g6 trail and descend to a meadow (3.5 km).
The continuation is not evident: we cross the lawn without turning right or left and find the trail that goes down into the woods.
The trailers are old and faded but it is still possible to follow them and it is necessary to do so because the path often disappears.
On a wooded ridge we turn sharply to the left (km 3.9) and descend to cross a small stream. After another back among the beeches the trail descends steeper to the first of the numerous fords (km 4,3).
After two more fords the path climbs the left bank before wading a few tributaries (km 5). After a descent we have to face a non-cycling climb that leads us on a shoulder.
We descend steeply to wade the stream again three times. After the last ford the trail becomes a forest track that reaches a crossroads (km 5.8).
From the left arrives the itinerary 49 that we now follow. We climb steeply on the opposite road and we continue for a long time on the road which is mostly descending and ends at Brignole (km 8,5).
We pass in the alley between the houses and go out on the asphalted road (km 8,6) that we cross to come down on a muletrack that ends almost immediately on the asphalt.
We follow the asphalt up to reach the SP586 (km 8,8).
Difference in height: 185 m. and -750 m.
Cycle: 94%
Asphalt: 3%
Remarks:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.