Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
Itinerario 59
Discesa dal Passo della Maddalena a Campi

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 9/2016 connessione
Partenza: Passo della Maddalena
Come arrivare: Il valico è raggiunto dall'itinerario 14.
Itinerario.
Dal Passo della Maddalena torniamo indietro verso Gorreto. Dopo 70 metri lasciamo la strada e prendiamo il sentiero che sale a sinistra (segnavia CAI AVstring e FIE g5 ).
La salita non è ciclabile e si svolge al confine tra bosco e pascolo. Con una breve discesa raggiungiamo una sella (km 0,7) dove prendiamo il sentiero che sale a sinistra.
Attraversiamo il pascolo e qualche macchia di faggi raggiungendo il punto più elevato (km 1).
Il sentiero scende leggermente e prosegue quasi in piano. Ad un incrocio seguiamo il sentiero più a destra.
Dopo la congiunzione il sentiero scende ripido e raggiunge una spalla dove svoltiamo nettamente a destra (km 1,5).
Scendiamo ripidamente con un paio di tornanti e qualche tratto dissestato. Al termine della parte più ripida il sentiero prosegue con un traverso. Una breve salita ci porta ad un valico (km 2,2).
Scendiamo a destra su largo sentiero raggiungendo un'edicola sacra ed un bivio (km 2,8).
Svoltiamo a sinistra sul sentiero AVstring e attraversiamo il bosco con molti modesti saliscendi.
Un'ultima salita ci porta al Valico di monte Alfeo (km 3,5). Trascuriamo sia il sentiero a destra sia quello a sinistra e affrontiamo la salita che ci porterà in vetta al monte Alfeo.
La salita è praticamente non ciclabile, con una parte decisamente ripida.
Sulla panoramica cima (km 4,6) sorge una statua.
Scendiamo sul sentiero che prosegue in direzione est e subito svolta sul crinale meridionale.
Al primo bivio (km 5,1) svoltiamo a sinistra e prendiamo un sentiero quasi pianeggiante che attraversa il pendio fino a raggiungere il bosco (km 5,5).
Il sentiero ora scende nel bosco e rimane nei pressi del crinale. Nell'attraversare alcune radure la traccia si perde: basta rimanere sul crinale per non perdersi. Quando la mulattiera viene invasa dai cespugli il sentiero la affianca a destra.
Trascuriamo un sentiero a destra e raggiungiamo un bivio (km 7,1) contrassegnato da un palo.
Scendiamo a destra e raggiungiamo un palo sul sentiero che proviene da Bertone (km 7,2).
Svoltiamo a sinistra fino al bivio seguente (km 7,5) dove scendiamo a destra su buon sentiero che raggiunge la sterrata per Pian de Cò (km 9).
Attraversiamo la strada e seguiamo la mulattiera che attraversa ancora la strada (km 9,2).
La mulattiera, infrascata e in cattive condizioni, termina sulla strada asfaltata di Aglio (km 9,5).
Andiamo a destra raggiungendo l'incrocio presso una Cappella (km 9,6) dove incrociamo l'itinerario 36 che possiamo seguire per scendere.
Altrimenti proseguiamo sull'asfalto attraversando le case di Campi (km 9,8).
Dislivello: -110 m. e + 460 m.
Ciclabilità: 79%
Asfalto: 4%
Osservazioni: la ciclabilità è bassissima ma l'itinerario permette di salire all'Alfeo, bella montagna che dovrebbe consentire qualche buona discesa.

mappa  gps  foto  foto  foto  foto


Updating: 2016/9
Start point: Maddalena Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 14.
Itinerary.
From the La Maddalena Paaa we turn back towards Gorreto. After 70 meters we leave the road and take the path that climbs to the left (CAI AVstring and FIE g5 ).
The climb is not for cycling and takes place on the border between forest and pasture.
With a short descent we reach a saddle (km 0,7) where we take the path that climbs to the left.
We cross the pasture and a few clumps of beech trees reaching the highest point (1 km).
The trail descends slightly and continues almost flat. At a crossroads we follow the path to the right.
After the conjunction the path goes down steep and reaches a shoulder where we turn sharply to the right (km 1.5).
We steeply go down with a couple of hairping bends and some rough part. At the end of the steepest part of the trail it continues with a traverse. A short climb brings us to a pass (km 2,2).
We go down to the right on the wide path reaching a tabernacle and a fork (km 2.8).
We turn left on AVstring trail and cross the forest with many modest ups and downs.
A last climb leads us to the pass of Monte Alfeo (3,5 km). We neglect the right path and the one on the left and face the climb that will take us to the summit of Mount Alfeo.
The climb is virtually no cycle, with a very steep part.
On the top (4.6 km) is a statue.
We go down the path that continues toward East and immediately turns on the southern ridge.
At the first fork (km 5,1) we turn left and take an almost flat trail that crosses the slope to reach the wood (km 5.5).
The trail now descends into the woods and remains close to the ridge. Crossing some clearings track is lost: just stay on the ridge not to get lost.
When the trail is overgrown by bushes the path flanks it on the right.
We neglect a path to the right and we reach a fork (km 7.1) marked by a pole.
We go down to the right and reach another pole on the path that comes from Bertone (7.2 km).
We turn to the left to the next junction (km 7.5), where we go down right on good path that reaches the dirt road to Pian de Cò (9 km).
We cross the road and follow the trail that again cross the road (km 9.2).
The mule track, obstructed by shrubs and in bad condition, ends on the asphalt road of Aglio (9.5 km).
We go right reaching the intersection at a chapel (km 9,6) where we cross the route 36 that we can follow to get down.
Otherwise we continue on the asphalt through the houses of Campi (9.8 km).
Height difference: -110 m. and + 460 m.
On saddle: 79%
Asphalt: 4%
Comments: the cycling is very low but the itinerary allows you to get the Alfeo, beautiful mountain which should allow some good downhill.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.