Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
Itinerario 44
Discesa da Capanne di Carrega a Rondanina, 1

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 10/2014 connessione
Partenza: Capanne di Carrega
Come arrivare: La località (agriturismo, ristorante) è raggiunta dall'itinerario 17, dall'itinerario 61, dall'itinerario 2.
Itinerario.
A Capanne di Carrega seguiamo la strada asfaltata in salita, in comune con l'itinerario 18. Lasciamo a destra il sentiero per il monte Antola (km 0,4) e proseguiamo in piano.
Con veloce discesa raggiungiamo l'incrocio con la stradina che sale alla vicina Casa del Romano (km 1,3). Proseguiamo per una ventina di metri.
A sinistra vediamo dei prati con un edificio di legno. Scendiamo seguendo una ripida traccia e raggiungiamo una strada campestre, appena accennata.
Passiamo ad una decina di metri della costruzione in legno e raggiungiamo un prato dove ogni traccia si perde. Costeggiamo il prato e troviamo un evidente sentiero.
Scendiamo ripidamente entrando nel bosco. Il sentiero si allarga e continua la ripida discesa fino ad una strada asfaltata (km 2,2).
Attraversiamo la strada e troviamo un sentierino stretto. Lo seguiamo e, dopo meno di 100 metri, raggiungiamo un bivio dove andiamo a sinistra trascurando il ramo di destra che scende alla vicina strada asfaltata.
Il sentiero corre nei pressi del crinale e scende per confluire su una strada sterrata, a qualche metro dall'asfalto (km 2,7); svoltiamo a sinistra e seguiamo la sterrata dove incontriamo, saltuariamente, il segnavia g10.
Raggiungiamo la base di una salita ripidissima che affrontiamo a piedi. Il percorso continua nei pressi del crinale, con aspri saliscendi.
Un'ultima salita ci porta su un crinale (km 4,2) che domina la bella conca prativa del Pian della Cavalla.
Seguiamo la strada in discesa per circa cento metri e la lasciamo per imboccare un sentiero a destra con segnavia FIE g8.
Scendiamo ad attraversare una fitta foresta di abeti e proseguiamo con costante discesa facendo attenzione a una recinzione di filo spinato vicina al sentiero.
Il sentiero termina su una strada asfaltata (km 5,4) che attraversiamo per proseguire sul sentiero erboso che diventa una mulattiera e termina sull'asfalto presso una casa di Fascia (km 5,5).
Seguiamo l'asfalto e giriamo a destra al monumento a Bisagno. La stradina entra tra le case di Fascia, supera la chiesa e giunge su una piazza (km 5,9).
Giriamo a sinistra e scendiamo sulla ripida crosa che esce dal paese e diventa una mulattiera tra i prati.
Seguiamo sempre la strada principale aiutati dal segnavia g8 e scendiamo con pendenza costantemente elevata al guado del rio Cassingheno (km 7,5).
Percorriamo una zona attraversata da alcuni ruscelli che creano pronunciati saliscendi. Dopo l'ultimo guado (km 8,7) saliamo ripidamente attraverso un bosco di antichi castagni.
La pendenza decresce, teniamo la destra a un bivio (km 9,5) e saliamo a un incrocio con una croce (km 9,8) situato alle porte di Rondanina.
Seguiamo la strada che diventa una crosa entrando in paese e andiamo in piano fino a giungere sulla piazza della chiesa (km 10,1) dove sorge anche il municipio.
Saliamo a destra a un'altra strada che, seguita a sinistra, esce dal paese sulla piazza della corriera (km 10,3).
Dislivello: 370 m. e -740 m.
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 22%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 10/2014
Start point: Capanne di Carrega
How to arrive: The place (farmhouse, restaurant) is reached by the itinerary 17, by the itinerary 61, by the itinerary 2.
Itinerary.
From Huts of Carrega we follow the asphalted slope road, in common with the itinerary 18. We leave to the right the path to the Antola mountain (km 0,4) and we continue in plain.
With fast descent we reach the intersection with the narrow road that climbs to the near House of the Romano (km 1,3; guest house, restaurant) and continue for about twenty meters.
To the left we see some lawns with a wooden building. We go down following a steep trace and reach a faint rural road.
We pass to about ten meters of the wooden construction and we reach a lawn where every trace is lost. We skirt along the lawn and find an evident path.
We steeply go down entering the wood. The path widens and continues the steep descent to an asphalted road (km 2,2).
We cross the road and find a narrow path. We follow it and, after less than 100 meters, we reach a fork where we go to the left neglecting the right branch that goes down to the near asphalted road.
The path races near the ridge and goes down to meet a dirt road, to some meter from the asphalt (km 2,7); we turn to the left and follow the unmetalled road where we meet, occasionally, the trail sign g10.
We reach the base of a steep slope that we face on foot. The run continues near the ridge with steep ups and downs.
A last slope brings us on a ridge (km 4,2) that it dominates the beautiful meadow basin of the Pian of the Cavalla.
We follow the road in descent for around one hundred meters and leave it to take to the right a path with trail sign FIE g8.
We go down to cross a dense fir forest and continue with constant descent watching out for an enclosure of thread boned too close to the path.
The path finishes on an asphalted road (km 5,4) that we cross for continuing on the grassy path that becomes a mule-track and it finishes on the asphalt near a house of Fascia (km 5,5).
We follow the asphalt and turn to the right to the monument to "Bisagno". The narrow road enters among the houses of Fascia, it overcomes the church and comes on a square (km 5,9).
We turn to the left and go down on the steep "crosa" that goes out of the country and it becomes a mule-track among the lawns.
We always follow the main road helped by the trail sign g8 and we constantly go down with elevated inclination to the ford of the brook Cassingheno (km 7,5).
We cross a zone crossed by some brooks that they create pronounced ups and downs. After the last ford (km 8,7) we steeply climb through a wood of ancient chestnut trees.
The inclination decreases, we hold the right to a fork (km 9,5) and climb an intersection with a cross (km 9,8) situated to the doors of Rondanina.
We follow the road that a crosa becomes entering country and we go in plain up to come on the square of the church (km 10,1) where the town hall rises too.
We go up to the right to another road that, follows to the left, it goes out of the country on the square of the bus (km 10,3).
Gradient: 370 ms. and -740 ms.
Cycle: 95%
Asphalt: 22%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.