Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
Itinerario 43
Discesa dal Valico di Fregarolo a Cabanne

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 4/2014 connessione
Partenza: Valico di Fregarolo
Come arrivare: Il Passo è raggiunto dall'itinerario 10.
Itinerario.
Lasciamo il Valico di Fregarolo per imboccare il sentiero diretto a nord-est (segnavia FIE g8; itinerario 10 al contrario).
Dopo la Cappella affrontiamo salite più dure, con tratti non ciclabili, che ci portano a un bivio (km 0,8) dove proseguiamo sul segnavia.
Una salita ripida e non ciclabile ci porta a scavalcare la sommità del monte Garba (km 1,2).
Scendiamo ripidamente e dobbiamo essere molto attenti perchè dobbiamo lasciare l'invitante sentiero che prosegue sul crinale per svoltare a destra.
Il bivio (km 1,4) è assolutamente invisibile!
Se abbiamo svoltato nel punto giusto ci troviamo su un sentiero pianeggiante che torna indietro per attraversare le pendici orientali del monte Garba.
Il sentiero è largo, coperto di foglie e privo di tracce di passaggio. Dopo un centinaio di metri scendiamo ad attraversare il primo ruscello e proseguiamo con saliscendi per attraversarne altri.
Una zona in lieve ascesa ci porta sulla spalla est (km 1,9) del monte Garba.
Scendiamo a sinistra seguendo il crinale e raggiungiamo un incrocio (km 2) dove lasciamo a destra la pista che scende a Garba.
Saliamo di fronte per qualche metro per uscire su un cocuzzolo. Il sentiero è solo una debole traccia tortuosa tra gli alberi e sovente si perde completamente foto.
Per evitare di smarrirsi è necessario rimanere sempre sul crinale che separe la valle del Rio Libbieto da quella del Rio della Fava.
La discesa non presenta particolari difficoltà e ci porta ad una poco evidente sella (km 2,6) dove non affrontiamo la salita ma svoltiamo a destra lasciando il crinale foto.
Scendiamo, cercando di piegare a sinistra per evitare di perdere troppa quota, in una valletta boscosa dove ogni traccia scompare foto. Attraversiamo un ruscello e saliamo a sinistra serpeggiando per evitare di scendere di sella.
La corta salita termina su una strada forestale (km 2,9) che inizia in questo punto. Seguiamo la strada a sinistra e scendiamo piacevolmente attraverso i boschi.
L'unica difficoltà è costituita da qualche albero caduto sulla strada. Perdiamo quota con qualche tornante e raggiungiamo il termine della discesa (km 4,7; a sinistra, invisibili da qui, sorgono le rovine di Casoni).
La strada forestale prosegue con molti saliscendi, sempre ciclabile, attraversando molti ruscelli foto e sorgenti foto.
Arriviamo a un bivio (km 5,9) e svoltiamo a sinistra. Con discesa costante la strada passa a breve distanza da Piano di Sopra e scende ad attraversare dei bei prati foto prima di terminare sull'asfalto (km 8,8) in località Piano.
Seguiamo l'asfalto a destra e scendiamo sulla SP 586 (km 9,3) che seguiamo a destra fino a Cabanne (km 11,7).
Dislivello: -630 m e + 230 m.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: 25%
Osservazioni:
Raccordo per Brignole.
All'arrivo sull'asfalto giriamo a sinistra ed entriamo tra le case di Piano. Dopo cento metri svoltiamo a destra foto in una sterrata che scende ripidamente a un guado (km 0,3) foto.
La strada prosegue in prevalente discesa ma con qualche risalita non impegnativa.
Guadiamo altri ruscelli e arriviamo alla prima casa di Brignole (km 1,7).
Seguendo la stradicciola scendiamo in paese (km 2 alla chiesa).

mappa  gps  slide


Go down from Fregarolo Pass to Cabanne

Updating:
4/2014
Start point: Fregarolo Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 10.
Itinerary.
We leave the Fregarolo Pass to take the path directed to northeast (trail sign FIE g8; itinerary 10 contrarily).
After the Chapel we face harder slopes, with non cycle tracts, that bring us to a fork (km 0,8) where we continue on the trail sign.
A steep and not cycle slope it brings us to climb over the summit of the Garba mountain (km 1,2).
We steeply go down and we have to be very careful because we have to leave the inviting path that continues on the ridge to turn to the right.
The fork (km 1,4) is absolutely invisible!
If we have turned in the correct point we are on a level path that returns back for crossing the oriental slopes of the Garba mountain.
The path is wide, covered with leaves and without traces of passage. After hundred meters we go down to cross the first brook and we continue with ups and downs to cross others.
A zone in light ascent brings us on the east shoulder (km 1,9) of Garba mountain.
We go down to the left following the ridge and we reach an intersection (km 2) where we leave to the right the track that goes down to Garba.
We climb opposite for some meter to go out on a summit. The path is only a weak tortuous trace among the trees and it often loses completely.
To avoid to lose is necessary to remain always on the ridge that separe the valley of the Rio Libbieto from that of the Rio of the Fava.
The descent doesn't oppose particular difficulties and brings us to a little evident saddle (km 2,6) where we don't face the slope but we turn to the right leaving the ridge.
We go down, trying to fold up to the left for avoiding to lose too altitude, in a woody little valley where every trace disappears. We cross a brook and we go up to the left winding for avoiding to go down of saddle.
The short slope finishes on a forest road (km 2,9) that it begins in this point. We follow to the left the road and we pleasantly go down through the woods.
Only difficulty is constituted by some fallen tree on the road. We lose altitude with some hairpin bend and we reach the term of the descent (km 4,7; to the left, invisible from here, the ruins of Casoni rise).
The forest road continues with many ups and downs, always cycle, crossing many brooks and sources.
We reach a fork (km 5,9) and we turn to the left. With constant descent the road passes not too far from Piano di Sopra and it goes down to cross some beautiful lawns before finishing on the asphalt (km 8,8) in place Piano.
We follow to the right the asphalt and we go down on the SP 586 (km 9,3) that we follow to the right up to Cabanne (km 11,7).
Gradient: -630 ms and + 230 ms.
Cycle: 97%
Asphalt: 25%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.