Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
Itinerario 39
Salita da Ottone al monte Lesima

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 10/2012 connessione
Punto di partenza: Ottone
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 15, dall'itinerario 34, dall'itinerario 35, dall'itinerario 36, dall'itinerario 40, dall'itinerario 55.
Itinerario.
Dalla piazza di Ottone raggiungiamo la SS45 e la seguiamo a destra. Al bivio per Zerba (km 2,9) svoltiamo a sinistra ed ancora a sinistra al vicino bivio successivo.
La strada sale per superare una spalla e scende al ponte (km 5,7) sul torrente Boreca.
Saliamo la riva sinistra della valle Boreca. Superiamo il bivio per Tàrtago (km 6,8), quello per Cerreto (km 7,3) e giungiamo al municipio di Zerba (km 11,5).
Proseguiamo per meno di quattrocento metri e svoltiamo a destra. La strada sale alla chiesa (km 12,8) e prosegue con vari tornanti. Incontriamo il sentiero 125 che sale da Rovaiolo Vecchio (km 16,3) e saliamo raggiungendo il punto più elevato (km 16,9).
In discesa la strada esce dal bosco in una ampia radura. Nei prati a sinistra sale una evidente pista molto solcata.
La prendiamo (km 17,3) ed affrontiamo una salita poco ciclabile. Dopo la prima rampa la pista diventa meno ripida ma presenta comunque tratti non ciclabili.
Superiamo un prato (km 17,9) e scendiamo. Dopo qualche saliscendi superiamo un'altra ripida rampa.
Proseguiamo più facilmente nel bosco uscendo su pascoli. Con un tornante comincia un'altra salita non ciclabile che termina su un bel crinale aperto (km 19,1) sotto alla vetta del Lesima.
Percorriamo il pianeggiante crinale e saliamo faticosamente trascurando il sentiero segnalato a destra.
Guadagniamo una spalla pianeggiante (km 19,6) che percorriamo a destra.
Dopo cinquanta metri inizia il sentiero che attraversa il versante meridionale del monte Lesima.
Saliamo con molti tratti non ciclabili e raggiungiamo una strada asfaltata (km 20,5).
Svoltiamo a destra e saliamo al radar che domina il paesaggio (km 20,8).
Seguiamo la stradina che prosegue sterrata e saliamo a sinistra il sentiero che porta alla grande croce di vetta (km 21).
Dislivello: 1360 m.
Ciclabilità: 92%.
Asfalto: 84%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto  foto  foto

Go up from Ottone to Lesima mountain

Updating:
 10/2012
Start point: Ottone
How to arrive: The country is reached by the itinerary 15, by the itinerary 34, by the itinerary 35, by the itinerary 36, by the itinerary 40 and by the itinerary 55.
Itinerary.
From the Ottone square we reach the SS45 and we follow to the right it. To the fork to Zerba (km 2,9) we turn to the left and again to the left to the near following fork.
The road climbs for overcoming a shoulder and goes down to the bridge (km 5,7) on the stream Boreca.
We climb the left shore of the valley Boreca. We overcome the fork to Tàrtago (km 6,8), that to Cerreto (km 7,3) and we reach the town hall of Zerba (km 11,5).
We continue for less than four hundred meters and we turn to the right. The road climbs to the church (km 12,8) and it continues with various hairpin bends. We meet the path 125 that climbs from Rovaiolo Vecchio (km 16,3) and we go up reaching the most elevated point (km 16,9).
In descent the road goes out of the wood on an ample clearing. On the lawns to the left it climbs an evident track very ploughed.
We take it (km 17,3) and we face an a little cycle slope. After the first ramp the track becomes less steep but has however not cycle tracts.
We overcome a lawn (km 17,9) and we go down. After some ups and downs we overcome another steep ramp.
We continue more easily in the wood going out on pastures. With a hairpin bend it begins another non cycle slope that finishes on a beautiful opened ridge (km 19,1) under to the peak of the Lesima.
We cross the level ridge and we laboriously climb neglecting to the right the signalled path.
We gain a level shoulder (km 19,6) that we cross to the right.
After fifty meters it begins the path that crosses the southern slope of the Lesima mountain.
We climb with many non cycle tracts and we reach an asphalted road (km 20,5).
We turn to the right and we go up to the radar that dominates the landscape (km 20,8).
We follow the narrow road that continues unmetalled and climb the path that brings to the great cross of peak to the left (km 21).
Gradient: 1360 ms.
Cycle: 92%.
Asphalt: 84%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.