Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
Itinerario 34
Discesa dal monte Dego ad Ottone, via Fabbrica

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 10/2011 connessione
Punto di partenza: monte Dego
Come arrivare: La montagna è raggiunta dall'itinerario 7 e dall'itinerario 9.
Itinerario.
Dalla chiesetta sulla vetta del monte Dego seguiamo la strada di accesso, passiamo nei pressi di un'edicola e scendiamo al tornante dove parte il sentiero che aggira il monte Oramara (km 0,3).
Proseguiamo sulla strada guardando ai segnavia CAI AVstring127. Lasciamo il segnavia 127 che entra in un pascolo a sinistra e proseguiamo sulla strada seguendo il segnavia CAI AVbr129 che utilizzeremo fino alla fine.
Ad un bivio (km 1,2) lasciamo il segnavia AVstring e proseguiamo sulla strada che effettua un ampio tornante.
Ritroviamo il segnavia (km 2) e continuiamo sulla strada. Al bivio (km 3,3) con una strada minore la prendiamo a destra, seguendo il segnavia.
La panoramica strada diventa un sentiero che avanza con saliscendi fino a raggiungere un bivio su un valico (km 4,5).
Svoltiamo a sinistra sul sentiero ora sempre in discesa. Qualche tratto è sassoso e dissestato ma sempre ciclabile. La discesa termina sulla strada (km 5,1) che avevamo lasciato e che seguiamo a destra.
Dopo cento metri lasciamo la strada e prendiamo il sentierino segnalato a sinistra. Il sentiero è stretto e tortuoso, in parte disturbato dalle spine. Il percorso non è intuitivo e per non perdere la traccia seguiamo attentamente i segnavia.
Il sentiero termina sulla strada provinciale 52 che seguiamo a destra per circa venti metri prima di svoltare a sinistra in una mulattiera.
Attraversiamo il bosco con percorso abbastanza pulito e raggiungiamo i coltivi che precedono delle case. Qui (km 6,6) prendiamo a destra un breve sentierino erboso che ci porta su una strada campestre ed all'asfalto (km 6,7) nei pressi delle prime case di fabbrica.
Svoltiamo a destra ed entriamo in paese dove andiamo diritti su una strada erbosa che esce dalle case.
La mulattiera scende tra i prati e diventa subito difficile a causa dell'erosione che ha scavato profondi solchi e smosso molte pietre.
Il percorso è anche parzialmente infrascato e coperto da rametti. Superiamo come meglio sappiamo questo lungo tratto ed usciamo di nuovo sulla SP52 (km 8,4).
Dopo meno di cento metri a destra lasciamo la strada ed imbocchiamo una pista forestale che raggiunge un serbatoio e prosegue in discesa senza particolari difficoltà. Ad un secondo serbatoio la strada si allarga e porta all'asfalto nei pressi di una casa (km 9,1).
Seguiamo la strada che ci porta alla piazza del Municipio di Ottone (km 9,4). Seguendo le stradine del borgo scendiamo alla piazza (km 9,6) col parcheggio.
Dislivello: -970 m.
Ciclabilità: 96%.
Asfalto: 5%.
Osservazioni:


 mappa  gps


Go down from Dego mountain to Ottone

Updating:
10/2011
Start point: Dego mountain
How to arrive: The mountain is reached by the itinerary 7 and by the itinerary 9.
Itinerary.
From the church on the peak of the Dego mountain we follow the road of access, we pass near a tabernacle and we go down to the hairpin bend where the path departs that revolves the Oramara mountain (km 0,3).
We continue on the road looking at the trail signs CAI AVbr127. We leave the trail sign 127 that it enters to the left a pasture and we continue on the road following the trail sign CAI AVbr129 that we will use up to the end.
To a fork (km 1,2) we leave the trail sign AVstring and we continue on the road that effects an ample hairpin bend.
We find again the trail sign (km 2) and we continue on the road. To the fork (km 3,3) with a smaller road we take to the right its following the trail sign.
The panning road becomes a path that advances with ups and downs up to reach a fork on a pass (km 4,5).
We turn now again to the left on the path in descent. Some tract is stony and ruined but always cycle. The descent finishes on the road (km 5,1) that we had left and that we follow to the right.
After one hundred meters we leave the road and we take the narrow signalled path to the left. The path is narrow and tortuous, partly disturbed by the thorns. The run is not intuitive and for don't lose the trace we attentively follow the trail signs.
The path finishes on the provincial road 52 that we follow to the right for around twenty meters before turning to the left in a mule-track.
We cross the wood with enough clean run and we reach the cultivation that they precede some houses. Here (km 6,6) we take a short grassy narrow path to the righ that brings us on a rural road and to the asphalt (km 6,7) near the first houses of Fabbrica.
We turn to the right and we enter country where we go straight on a grassy road that goes out of the houses.
The mule-track goes down among the lawns and immediately becomes difficult because of the erosion that has dug deep furrows and shifted a lot of stones.
The run is partially occluded by busches and covered by sprigs. We overcome as we know better this long tract and we go out again on the SP52 (km 8,4).
After less than one hundred meters to the right we leave the road and we take a forest track that reaches a reservoir and it continues in descent without particular difficulties. To a second reservoir the road widens and leads to the asphalt near a house (km 9,1).
We follow the road that brings us to the square of the Ottone Town hall (km 9,4). Following the narrow road of the suburb we go down to the square (km 9,6) with the parking lot.
Gradient: -970 ms.
Cycle: 96%.
Asphalt: 5%.
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.