Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
Itinerario 29
Discesa dal Passo di Ertola a Rezzoaglio, 2

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 5/2011 connessione
Punto di partenza: Passo di Ertola
Come arrivare: Il Passo è raggiunto dall'itinerario 8 e dall'itinerario 10.
Itinerario.
Al valico svoltiamo a sinistra (est) imboccando una stradina forestale in forte discesa (segnavia FIE g16).
Abbandoniamo la pista quando questa va a destra e scendiamo nel bosco seguendo il segnavia ed un sentiero in cattive condizioni.
Guadiamo un ruscello e proseguiamo scendendo fino al bordo di un pascolo (km 0,6).
Qui lasciamo a destra il segnavia e l'itinerario 24 e prendiamo a sinistra l'evidente traccia scavata dalle moto (che anche su questi bei monti procedono con la loro opera di distruzione) attraverso il prato. Scendiamo ripidamente arrivando al termine del sentiero (km 1) che diventa una strada forestale.
Procediamo con qualche saliscendi attraversando alcuni ruscelli. Troviamo il segnavia FIE g5 e progressivamente la strada scende passando nei pressi di una chiesetta prima di uscire su una strada asfaltata (km 2,2) che seguiamo a destra.
Entriamo tra le case di Lovari dove svoltiamo a sinistra nei pressi di una fontana (km 2,3).
Imbocchiamo una mulattiera erbosa che scende tra i prati. Ad un bivio (km 2,6) teniamo la destra ed entriamo in un avvallamento che termina con una disastrata mulattiera percorribile a fatica.
La discesa termina ad un ponte (km 3) dove inizia una lunga traversata tra i boschi caratterizzata da molti saliscendi poco pronunciati.
Attraversiamo numerosi ruscelli ed alla fine saliamo raggiungendo la strada forestale dove passa l'itinerario 24 (km 4,6).
Seguiamo la strada a sinistra fino ad un piccolo incrocio (km 5) dove lasciamo la strada che piega a sinistra e proseguiamo diritti.
Il sentiero si allarga subito per diventare una strada che sale costeggiando una recinzione. Superato il punto più alto scendiamo facilmente e ritroviamo l'itinerario 24 sulla larga strada acciottolata (km 5,4).
Proseguiamo in discesa entrando in Ertola (km 6,4) e scendendo fino all'asfalto (km 6,6). Svoltiamo a destra e seguiamo la strada fino a Rezzoaglio (km 7,9).
Dislivello: -660 m.
Ciclabilità: 98%.
Asfalto: 18%
Osservazioni:
Variante 29.1. Dal Passo Prati di Foppiano.
Al valico percorriamo il solito sentiero di crinale (che qui è una strada) in direzione sud. Incontriamo subito un bivio dove teniamo la sinistra seguendo i segnavia. In corrispondenza di un ponte (km 0,5) la strada termina. Proseguiamo sul sentiero principale per una ventina di metri e lo lasciamo per prendere, a sinistra, il sentiero con segnavia FIE g5.
Il sentiero scende ad un ruscello ed entra in una zona caratterizzata da ampie zone scoperte dove le peliti minutamente scagliose ostacolano l'attecchimento anche della flora.
La discesa è impegnativa perchè è ripida ma soprattutto perchè i passaggi non sono affatto evidenti.
Il sentiero non è molto visibile ma basta rimanere sul basso crinale per non perderlo.
Le difficoltà di orientamento aumentano nel bosco dove è necessario procedere lentamente per non perdere le tracce.
Attraversiamo una radura uscendone a sinistra e raggiungiamo una strada forestale (km 1,9). Due metri a destra corre la strada percorsa dall'itinerario principale.
Abbastanza interessante. Maggio 2011.


 mappa  gps

Descent from Passo di Ertola to Rezzoaglio

Updating:
 5/2011
Start point: Ertola Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 8 and by the itinerary 10.
Itinerary.
To the pass we turn to the left (east) taking a forest narrow road in strong descent (trail sign FIE g16).
We leave the track when this goes to the right and we goes down in the wood following the trail sign and a path under bad conditions.
We ford a brook and we continue going down up to the edge of a pasture (km 0,6).
We leave to the right the trail sign and the itinerary 24 and we take to the left the evident trace dug by the motorbikes (also on these beautiful mountains they proceed with their work of destruction) through the lawn. We steeply go down arriving at the end of the path (km 1) that it becomes a forest road.
We proceed with some ups and downs crossing some brooks. We find the trail sign FIE g5 and progressively the road it goes down passing near a church before going out on an asphalted road (km 2,2) that we follow to the right.
We enter among the houses of Lovari where we turn to the left near a fountain (km 2,3).
We take a grassy mule-track that goes down among the lawns. To a fork (km 2,6) we hold the right and we enter a subsidence that finishes with a ruined mule-track practicable to work.
The descent finishes to a bridge (km 3) where a long crossing begins among the woods characterized by many ups and downs a little pronounced.
We cross numerous brooks and at the end we climb reaching the forest road where it passes the itinerary 24 (km 4,6).
We follow to the left the road to a small intersection (km 5) where we leave the road that folds up to the left and we continues straight.
The path immediately widens for becoming a road that climbs skirting an enclosure. Overcome the highest point we easily go down and we find again the itinerary 24 on the wide clattered road (km 5,4).
We continue in descent entering in Ertola (km 6,4) and going down up to the asphalt (km 6,6). We turn to the right and we follow the road up to Rezzoaglio (km 7,9).
Gradient: -660 ms.
Cycle: 98%.
Asphalt: 18%
Observations:
Varying 29.1. From the Lawns of Foppiano Pass.
To the pass we cross the usual path of ridge (that here a road is) in south direction. We immediately meet a fork where we hold the left following the trail signs. In correspondence of a bridge (km 0,5) the road finishes. We continue on the principal path for about twenty meters and we leave it to take, to the left, the path with trail sign FIE g5.
The path goes down to a brook and it enters a zone characterized from ample discovered zones where pelitic rocks are minutely flake and hinder the rise of vegetation.
The descent is binding because it's steep but above all because the passages are not quite evident.
The path is not very visible but all it takes is remaining on the low ridge not to lose it.
The difficulties of orientation increase in the wood where it's necessary to proceed slowly not to lose the traces.
We cross a clearing going out to the left of it and we reach a forest road (km 1,9). Two meters to the right it races the road crossed by the principal itinerary.
Enough interesting. May 2011.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.