Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
Itinerario 28
Discesa dal monte Ramaceto a Parazzuolo

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 8/2011 connessione
Punto di partenza: monte Ramaceto
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 24 e dall'itinerario 26.
Itinerario.
Dalla Cappella scendiamo direttamente a nord ovest sulla linea di massima pendenza. Il sentiero (segnavia AVphp, FIE g7 e r2) non è sempre ben evidente ma è sufficiente seguire al meglio il largo crinale erboso per non perdere l'orientamento.
La discesa ci porta ad una sella erbosa al margine del bosco (Bocca di Feia sulla maggior parte delle carte; km 1).
Tralasciamo i sentieri a destra ed a sinistra e proseguiamo diritti sul segnavia AV.
Dopo poche decine di metri il sentiero sale, impedalabile, fino a quando piega a destra ed inizia a costeggiare la montagna.
Il percorso presenta numerosi e modesti saliscendi prima di scendere e terminare, con alcuni metri ripidi, sul Passo di Ventarola Sud.
Andiamo in leggera discesa sul sentiero ora interamente pedalabile. Il percorso alterna salite e discese mantenendosi sul crinale o nei pressi.
Attraversiamo una caratteristica placca rocciosa ed affrontiamo una ripida discesa che ci porta ad un bivio dove andiamo diritti entrando su un'ampia sella al cui termine saliamo per poco e raggiungiamo il passo Passo Ventarola Nord (km 3,4).
Lasciamo a destra l'itinerario 12 e a sinistra l'itinerario 21 e proseguiamo diritti sul sentiero AV.
L'ampio sentiero aggira, con percorso quasi pianeggiante, il monte Rondanara. Con una discesa raggiungiamo la sella tra il monte Rondanara ed il monte Roncazi (km 3,8).
Affrontiamo la ripida ed impedalabile salita in direzione del monte Roncazi. Prima di raggiungere la cima il sentiero svolta a destra e sale con pendenza molto minore.
Proseguiamo tagliando il versante orientale della montagna. I saliscendi divengono sempre più marcati e non mancano le salite brevi ma non ciclabili.
Infine il sentiero scende ai casoni di Arena (km 5,7) dove si divide: a sinistra prosegue l'Alta Via, a destra scende il segnavia FIE g3che seguiamo.
Dopo un breve discesa ripida il sentiero prosegue in moderata discesa e l'unico ostacolo è costituito dall'attraversamento di alcuni ripidi ruscelli.
Ad un bivio (km 6) teniamo la destra e scendiamo fin nei pressi del torrente (km 6,7).
Proseguiamo e raggiungiamo il bivio dove troviamo l'itinerario 12 che seguiamo al contrario (km 6,9; anche segnavia A6).
Attraversiamo un ruscello e costeggiamo il torrente Ventarola. Scendiamo nel greto e lo percorriamo per una trentina di metri fino ad uscire su una strada forestale (km 7,1).
La strada costeggia il torrente con qualche saliscendi. Ad un bivio (km 8) non scendiamo al torrente ma proseguiamo diritti e saliamo costeggiando le recinzioni dei pascoli.
La strada si restringe a sentiero che ci porta a Ventarola (km 8,6).
Usciamo dal paese sulla strada asfaltata e la seguiamo fino all'incrocio con la SP 586 (km 10,6). Attraversiamo ed entriamo tra le case di Parazzuolo (km 10,9).
Dislivello: -670 m.
Ciclabilità: 95%.
Asfalto: 20%
Osservazioni:


mappa  gps  foto

Descent from Ramaceto mountain to Parazzuolo

Updating:
8/2011
Start point: Ramaceto mountain
How to arrive: The top is reached by the itinerary 24 and by the itinerary 26.
Itinerary.
From the Chapel we directly go down to north west on the line of maximum inclination. The path (trail sign AVphp, FIE g7 and r2) it is not always well evident but it is enough to follow to the best the wide grassy ridge to not lose the orientation.
The descent brings us to a grassy saddle to the border of the wood (Bocca of Feia on the most greater part of the maps; km 1).
We skip to the right and the left paths and we continue straight on the trail sign AV AVphp.
After few about ten meters the path climbs, not cycle, up to when it folds up to the right and it begins to skirt along the mountain.
The run offers a lot of modest ups and downs before going down and to finish, with some steep meters, on the Pass of Ventarola Sud.
We go now to light descent on the path entirely cycle. The run alternates slopes and descents maintaining itself on the ridge or on its proximity.
We cross a characteristic rocky plate and we face a steep descent that brings us to a fork where we go straight on entering on an ample saddle to whose term we go up for few and reach the pass Pass Ventarola Nord (km 3,4).
We leave to the right the itinerary 12 and to the left the itinerary 21 and we continue straight on the path AV.
The ample path revolves, with almost level run, the Rondanara mountain. With a descent we reach the saddle among the Rondanara mountain and the Roncazi mountain (km 3,8).
We face the steep and not cycle slope in direction of the Roncazi mountain. Before reaching the top the path it turns to the right and it climbs with very smaller inclination.
We continue cutting the oriental slope of the mountain. The ups and downs become more and more stronger and there are short but not cycle slopes.
The path finally goes down to the Casoni of Arena (km 5,7) where it divides: to the left it continues the AV, to the right it goes down the trail sign FIE g3 that we follow.
After a brief steep descent the path continues in moderate descent and the only obstacle it is constituted by the crossing of some steep brooks.
To a fork (km 6) we hold the right and we go down near the stream (km 6,7).
We continue and we reach the fork where we find the itinerary 12 that we follow contrarily (km 6,9; also trail sign A6).
We cross a brook and we skirt along the stream Ventarola. We go down in the pebbly shore and we cross it for about thirty meters up to go out on a forest road (km 7,1).
The road skirts along the stream with some ups and downs. To a fork (km 8) we don't go down to the stream but we continue straight on and we climb skirting along the enclosures of the pastures.
The road narrows to path that brings us to Ventarola (km 8,6).
We go out of the country on the asphalt road and we follow it up to the intersection with the SP 586 (km 10,6). We cross and we enter among the houses of Parazzuolo (km 10,9).
Gradient: -670 ms.
Cycle: 95%.
Asphalt: 20%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.