Itinerari mtb nelle Valli Trebbia e Aveto
itinerario 27
Discesa dal Passo di Ertola a Fontanigorda

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 8/2015 connessione
Punto di partenza: Passo di Ertola
Come arrivare: Il Passo è raggiunto dall'itinerario 8 e dall'itinerario 10.
Itinerario.
Al Passo di Ertola prendiamo il sentiero di crinale in direzione sud seguendo i numerosi segnavia ed i solchi delle moto. Dopo pochi metri il percorso diventa impegnativo e dobbiamo superare a piedi alcuni tratti. Proseguiamo facilmente su terreno quasi pianeggiante e scendiamo brevemente al Passo di Esola (km 0,8).
A sinistra scende a Rezzoaglio l'itinerario 23 mentre sul crinale prosegue l'itinerario 10.
Svoltiamo a destra imboccando un evidente sentiero con segnavia FIE g19.
Quasi subito incontriamo due bivi in successione e ogni volta teniamo la sinistra. I segnavia sono invisibili ed il sentiero un poco infrascato ma non ci sono problemi di orientamento.
Superiamo una discesa gradinata che ci porta nel bosco dove il sentiero sprofonda in un canyon che evitiamo seguendo le tracce che corrono parallelamente sulla sponda destra.
Al termine di una prima discesa dobbiamo entrare nel canyon che scende verso sinistra.
Superiamo con difficoltà qualche passaggio e cerchiamo di seguire il percorso meno difficile che non sempre coincide col segnavia.
Ad un bivio (km 1,5) scendiamo a sinistra e raggiungiamo la sponda del ruscello dove il percorso è agevole e pulito. Ritroviamo il sentiero principale che ora è meno rovinato e ci porta ad una sorgente (km 1,9).
L'acqua invade e rovina il sentiero che percorriamo ancora per pochi metri. Saliamo nel prato a destra e seguiamo le vaghe tracce. Troviamo un buon sentiero e scendiamo a sinistra ritrovando il segnavia che esce da un tratto infrascato ed impercorribile.
Scendiamo ad un guado (km 2,1), saliamo brevemente e proseguiamo attraversando belle radure con abeti. Seguiamo il sentiero più evidente che non sempre coincide con quello segnalato.
Dopo qualche tratto dissestato il sentiero si allarga e diventa una bella mulattiera lastricata che scende ad incontrarne un'altra (km 2,7).
Scendiamo a sinistra fino ad un colletto dove svoltiamo a destra. Dopo un tratto di sentiero ritroviamo la mulattiera che presenta la sola difficoltà di un tratto allagato e scivoloso.
Il percorso diventa una stradina forestale che scende con qualche svolta e termina sull'asfalto (km 4,7).
Seguiamo a sinistra la strada fino a giungere in vista delle case di Fontanigorda. Svoltiamo a sinistra (km 5,7; è possibile proseguire sulla strada che aggira il paese e raggiunge i parcheggi) in una stradina che sale al paese. Usciti sulla strada principale la seguiamo a sinistra per raggiungere la chiesa (km 5,8).
Dislivello: -500 m.
Ciclabilità: 93%.
Asfalto: 19%
Osservazioni: non utilizzabile in salita.


mappa  gps  foto  foto  foto  foto

Descent from Ertola Pass to Fontanigorda

Updating:
 2015/8
Start point: Ertola Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 8 and by the itinerary 10.
Itinerary.
To the Ertola Pass we take the path on ridge in south direction following the numerous trail signs and the furrows of the motorbikes. After few meters the run becomes binding and we has to overcome some tracts byfoot.
We easily continue on almost level ground and we shortly go down to the Pass of Esola (km 0,8).
To the left it goes down to Rezzoaglio the itinerary 23 while on the ridge it continues the itinerary 10.
We turn to the right taking an evident path with trail sign FIE g19.
We almost immediately meet two forks in succession and every time we hold the left. The trail signs are invisible and the path a few occluded of branches but there are no problems of orientation.
We overcome a step descent that it brings us in the wood where the path sinks in a canyon that we avoid following the traces that parallelly race on the right bank.
At the end of a first descent we have to enter the canyon that goes down toward left.
We overcome with difficulty some passage and we try to follow the least difficult run that not always coincides with the trail sign.
To a fork (km 1,5) we go down to the left and we reach the bank of the brook where the run is easy and clean. We find again the principal path now less ruined is and it brings us to a source (km 1,9).
The water invades and ruins the path that we cross for few meters again. We climb to the right in the lawn and we follow the vague traces. We find a good path and we go down to the left finding again the trail sign that goes out of an occluded of branches and impracticable tract.
We go down to a ford (km 2,1), we shortly climb and we continue crossing beautiful clearings with firs. We follow the most evident path that not always coincides with the signalled one.
After some ruined tract the path widens and it becomes a beautiful paved mule-track that goes down to meet another one (km 2,7).
We go down to the left to a pass where we turn to the right. After a tract of path we find again the mule-track that offers the only difficulty of a flooded and slippery tract.
The run becomes a forest narrow road that goes down with some turn and it finishes on the asphalt (km 4,7).
We follow to the left the road up to come in sight of the houses of Fontanigorda. We turn to the left (km 5,7; it is possible to continue on the road that revolves the country and it reaches the car park) in a narrow road that climbs to the country. Gone out on the principal road we follow to the left her to reach the church (km 5,8).
Gradient: -500 ms.
Cycle: 93%.
Asphalt: 19%
Observations: not usable in ascent.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.