In mtb nel Golfo del Tigullio
Tigullio 06
Discesa da Leivi a Chiavari

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 12/2008 connessione
Punto di partenza: Bocco di Leivi
Come arrivare: Il valico è posto a breve distanza da Leivi.
Itinerario.
Ricalca fedelmente, ma al contrario, il percorso detto "Delle Cinque Torri", segnalato con 5ti. Partiamo dall'incrocio e seguiamo la strada in salita con direzione est. Seguiamo la strada asfaltata (è diretta a Chiavari) fino al bivio con via Pian dei Carmini (km 0,6). Qui svoltiamo a destra e seguiamo la stradina sterrata che raggiunge un gruppo di case.
Passiamo tra gli edifici e proseguiamo su un sentiero in cemento che porta, in pochi metri, su una sterrata. Teniamo la destra e seguiamo la sterrata. All'unico bivio andiamo a sinistra e saliamo alla grande chiesa di San Rufino (km 1,2).
Lasciamo a destra la chiesa e ritorniamo sulla strada asfaltata che seguiamo a sinistra per un centinaio di metri.
Svoltiamo a destra affrontando una ripida strada privata. In corrispondenza di un'edicola (km 1,5) svoltiamo a destra. Seguiamo una strada sterrata e la lasciamo dopo 200 metri per entrare in un sentiero a sinistra.
Il sentiero effettua una breve salita e scende ad una strada (km 2,2). Saliamo a destra e svoltiamo subito a sinistra proseguendo fino al termine della strada. Proseguiamo sul largo sentiero che raggiunge alcune case ed una sbarra. Scendiamo superando la sbarra e svoltiamo a destra (km 2,5) su una stradina lastricata che lascia il posto ad un sentiero.
Il sentiero è quasi pianeggiante ma termina con una brusca discesa che ci porta ad una strada asfaltata nel punto in cui questa attraversa il crinale (km 2,7). Saliamo a piedi sul versante opposto seguendo un sentiero solo in parte ciclabile (questo tratto può essere evitato seguendo la strada asfaltata verso sinistra per una decina di metri e prendendo la strada che sale a destra).
Usciamo su una strada sterrata che entra in una proprietà privata che lasciamo subito per entrare a sinistra in un sentiero (km 3).
Con una discesa a tratti difficoltosa lo stretto sentiero ci porta ad una strada all'ingresso di un B&B. Seguiamo la strada che diventa asfaltata (km 3,4) e scende con qualche ampio tornante.
All'incrocio con la strada principale svoltiamo a sinistra e raggiungiamo la vicina chiesa di San Bartolomeo (km 4,2).
Costeggiamo la chiesa e scendiamo ad attraversare una strada per salire alcuni scalini e proseguire sulla mulattiera in salita (anche questo tratto è evitabile utilizzando la strada a sinistra).
Lasciamo su una sterrata e la seguiamo mentre si restringe a mulattiera e raggiunge un'edicola sacra (km 4,6).
Svoltiamo a destra (ma anche il ramo di sinistra va bene) e seguiamo la mulattiera che effettua qualche modesto saliscendi raggiungendo la chiesa di San Tommaso (km 5,4).
Attraversiamo il sagrato e seguiamo l'asfalto per pochi metri. Svoltiamo a sinistra ed andiamo in salita su una larga mulattiera tra gli ulivi. Superiamo il cimitero ed incontriamo un bivio (km 5,6) dove scendiamo a destra. La crosa raggiunge la strada asfaltata che seguiamo per 200 metri.
Da qui in poi sono molto numerosi gli incroci tra la mulattiera e la strada che interseca. Seguiamo sempre la mulattiera che non pone difficoltà.
Con un ultimo tratto la mulattiera termina nei pressi di un incrocio (km 7,6).
Svoltiamo a sinistra e seguiamo la larga strada asfaltata in lieve salita. Dopo meno di cento metri lasciamo l'asfalto ed imbocchiamo Salita Gianelli che inizia con una scalinata. La panoramica discesa termina a Chiavari (km 8) dove possiamo scegliere la strada che preferiamo per andare in centro.
Dislivello: -410 m
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 41%.
Osservazioni: percorso molto complesso da descrivere ma sul terreno è abbastanza evidente e ben segnalato.


 mappa  gps  foto

Descent from Leivi to Chiavari

Updating:
12/2008
Start point: Leivi Pass
How to arrive: The Pass is not far from Leivi.
Itinerary.
The run faithfully traces, but contrarily, the said run "Of the Five Towers", signalled by 5ti. We depart from the intersection and we follow the road in slope with east direction. We follow the asphalted road (it is direct to Chiavari) up to the fork with street Pian of the Carmini (km 0,6). We turn to the right here and we follow the unmetalled narrow road that reaches a group of houses.
We pass among the buildings and we continue on a path in cement that brings, in few meters, on an unsurfaced road. We hold the right and we follow it. To the only fork we go to the left and we climb to the great church of st Rufino (km 1,2).
We leave to the right the church and we return on the asphalted road that we follow to the left for hundred meters.
We turn to the right facing a steep private road. In correspondence of a tabernacle (km 1,5) we turn to the right. We follow an unmetalled road and we leave it after 200 meters to enter to the left a path.
The path effects a brief slope and goes down to a road (km 2,2). We climb to the right and we turn to the left immediately continuing up to the term of the road. We continue on the wide path that reaches some houses and a bar. We go down overcoming the bar and we turn to the right (km 2,5) on a paved narrow road that leaves the place to a path.
The path is almost level but it finishes with an abrupt descent that brings us to an asphalted road in the point in which this crosses the ridge (km 2,7). We climb on the opposite slope following a path only partly cycle (this tract can be avoided following the asphalted road toward left for about ten meters and taking the road that climbs to the right).
We go out on an unmetalled road that enters a private ownership that we immediately allow for entering to the left a path (km 3).
With a descent with difficult tracts the narrow path brings us to a road to the entry of a B&B. We follow the road that becomes asphalted (km 3,4) and it goes down with some ample hairpin bends.
To the intersection with the principal road we turn to the left and we reach the near church of St. Bartholomew (km 4,2).
We skirt the church and we go down to cross a road to climb some stairs and to continue on the mule-track in slope (also this tract is avoidable using to the left the road).
We leave on an unsurfaced road and we follow it while it narrows to mule-track and it reaches a sacred tabernacle (km 4,6).
We turn to the right (but the branch of left is also all right) and we follow the mule-track that effects some modest ups and downs reaching the church of St. Thomas (km 5,4).
We cross the church square and we follow the asphalt for few meters. We turn to the left and we go to slope on a wide mule-track among the olive trees. We overcome the cemetery and we meet a fork (km 5,6) where we go down to the right. The "crosa" reaches the asphalted road that we follow for 200 meters.
Ever after the intersections they are very numerous among the mule-track and the road that it intersects. We always follow the mule-track that doesn't set difficulty.
With a last tract the mule-track finishes near an intersection (km 7,6).
We turn to the left and we follow the wide road asphalted in light slope. After less than one hundred meters we leave the asphalt and we take Salita Gianelli that begins with a stairway. The panoramic descent finishes to Chiavari (km 8) where we can choose the road that we prefer for going to center.
Gradient: -410 ms
Cycle: 98%
Asphalt: 41%.
Observations: very complex run to describe but on the ground is enough evident and well signalled.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.