In mtb nel Golfo del Tigullio
Tigullio 05
Discesa da Ruta a Santa Margherita, 2

Vai agli altri itinerari della zona


Questo itinerario attraversa il Parco Regionale del monte di Portofino ove l'attività mtb è regolamentata. Vedi il sito del Parco per il Regolamento di Fruizione e per la cartografia.
Aggiornamento: 1/2008 connessione
Punto di partenza: Ruta di Camogli
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 1.
Itinerario.
Partiamo dalla antica Chiesa Vecchia di Ruta e scendiamo in direzione sud seguendo la strada asfaltata.
Svoltiamo a sinistra (km 0,3) nella strada che sale alla chiesa. Costeggiamo l'edificio salendo tra le case, teniamo la sinistra ad un incrocio e raggiungiamo il valico tra le case (km 0,5).
Lasciamo l'asfalto e svoltiamo a destra per imboccare una ripida crosa scalinata contrassegnata da segnavia FIE r12 che seguiremo a lungo. Incontriamo il primo segnale del Parco che reca ancora il divieto alle bici, superato dal nuovo regolamento.
La salita è ripida e ciclabile solo nei tratti meno ripidi. Ad un quadrivio (km 0,9) proseguiamo diritto. La mulattiera passa molto vicino alla strada dell'Albergo ma continuiamo a seguire la mulattiera fino alla sommità dove incontriamo una stradina asfaltata (km 1,7) che seguiamo a destra costeggiando il grande albergo.
Dopo meno di cento metri svoltiamo a sinistra prendendo una stradina sterrata chiusa da una sbarra.
Scendiamo al bivio per Camogli (km 2,2) e proseguiamo sulla strada che sale e raggiunge Pietre Strette (km 3,2) cuore dei sentieri del Monte.
Continuiamo sulla strada che sale per poco. Lasciamo il sentiero per San Fruttuoso e scendiamo sulla larga mulattiera. Giunti ad un bivio (km 4,1; Bocche di S.Lorenzo) lasciamo la strada e l'itinerario 4 e svoltiamo a sinistra in una strada forestale.
Saliamo e lasciamo la strada al primo incrocio per svoltare a sinistra in un sentiero. Dopo pochi metri pianeggianti il sentiero scende a destra ed attraversa il versante del monte.
Raggiungiamo un bivio (km 4,7; palina 135) dove andiamo a destra. Continuiamo a scendere fino ad un altro bivio (km 4,9; P134).
Qui lasciamo la variante 4.1 e svoltiamo a sinistra.
Affrontiamo una discesa ripida, dissestata e disturbata da foglie e rami. Perdiamo quota con difficoltà e tratti a piedi fino all'incrocio col sentiero FIE r15 (km 5,3; Costa d'Aria).
Siamo fuori dai confini del parco e dalla regolamentazione. Svoltiamo a destra e seguiamo fedelmente il segnavia. Il comodo sentiero scende ad una casa (km 6; Costa Secca) e si allarga a strada che diviene asfaltata. Quando la strada svolta a sinistra la lasciamo e continuiamo sulla crosa, in parte scalinata , che scende velocemente. Seguiamo sempre il segnavia e raggiungiamo Santa Margherita (km 7,8) a circa 1 km dalla stazione.
Dislivello: -490 m
Ciclabilità: 91%
Asfalto: 10%.
Osservazioni: con questo concludo la descrizione dei percorsi autorizzati dal regolamento del parco.


 mappa  gps  foto

Descent from Ruta to Santa Margherita, 2

This itinerary crosses where the Regional Park of the mountain of Portofino the activity mtb it is controled. You see the site of the Park for the Rule of Fruition and for the cartography.
Updating: 12/2007
Start point: Ruta di Camogli
How to arrive: The village is reached by the itinerary 1.
Itinerary.
We depart from the ancient Old Church of Ruta and we go down in south direction following the asphalted road.
We turn to the left (km 0,3) in the road that climbs to a church. We skirt the building climbing among the houses, we hold the left to an intersection and we reach the pass among the houses (km 0,5).
We leave the asphalt and we turn to the right for taking a steep crosa stairway marked by trail sign FIE r12 that we will follow for a long time. We meet the first signal of the Park that still bears the prohibition to the bikes, overcome by the new rule.
The ascent is steep and cycle only in the least steep tracts. To a crossroads (km 0,9) we continue straight. The mule-track passes next to the road of the hotel but we continues on following the mule-track to the summit where we meet an asphalted narrow road (km 1,7) that we follow to the right skirting the great hotel.
After less than one hundred meters we turn to the left taking a metalled narrow road closed by a bar.
We go down to the fork for Camogli (km 2,2) where we continue on the road that climbs and it reaches Pietre Strette (km 3,2) heart of the paths of the Mountain.
We continue on the road that climbs for little. We leave the path for St. Fruttuosol and we go down on the wide mule-track. Arrived to a fork (km 4,1; Bocche of S.Lorenzo) we leave the road and the itinerary 4 and we turn to the left in a forest road.
We climb and we leave the road to the first intersection to turn to the left in a path. After few level meters the path goes down to the right and crosses the slope of the mountain.
We reach a fork (km 4,7; ranging rod 135) where we go to the right. We keep on going down to another fork (km 4,9; P134).
Here we leave the variation 4.1 and we turn to the left.
We face a steep descent, ruined and disturbed by leaves and branches. We lose altitude with difficulty and tracts on foot up to the intersection with the path FIE r15 (km 5,3; Costa d'Aria).
We are out of the borders of the Park and of the regulation. We turn to the right and we faithfully follow the trail sign. The comfortable path goes down to a house (km 6; Costa Seccal) and it widens to road that becomes asphalted. When the road turns to the left we leave it and we continue on the crosa partly stairway, that quickly goes down. We always follow the trail sign and we reach Saint Margherita (km 7,8) to around 1 km from the station.
Gradient: -490 ms
Cycle: 91%
Asphalt: 10%.
Observations: with that itinerary I conclude the description of the runs authorized by the rule of the park.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.