Percorsi mtb in Valle Stura
Itinerario 44
Discesa da Capanne di Marcarolo a Casaleggio Boiro

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 11/2018
Partenza: Capanne di Marcarolo
Come arrivare: La chiesa della località è raggiunta dall'itinerario 4.
Itinerario.
Dalla chiesa di Capanne di Marcarolo, in comune con l'itinerario 20, scendiamo seguendo la provinciale per Voltaggio che presto sale per superare un dosso. Continuiamo in discesa prestando attenzione ad una evidente ampia sterrata che si apre a sinistra (km 1,4; metanodotto; segnavia FIEg10eg60) e la seguiamo.
Presenta subito alcuni incroci: il primo è un falso bivio, al secondo ed al terzo andiamo a destra. Comunque basta seguire le indicazioni per Cirimilla e i segnavia FIE.
Con qualche saliscendi arriviamo all'inizio di una discesa (km 3,2) dove lasciamo la strada e svoltiamo a destra raggiungendo un gruppo valvole del metanodotto. Giriamo attorno all'impianto e seguiamo la strada che sale a un prato (km 3,4) foto.
Affrontiamo una salita ripida e impedalabile seguendo il tracciato del metanodotto. Dopo una parte più agevole lasciamo il metanodotto e imbocchiamo un sentiero a sinistra segnalato da due ometti.
Il sentiero inizia in ripida salita tra i pini poi curva a sinistra con pendenza decrescente. Attraversiamo qualche bosco e una pineta foto al cui termine (km 3,8) inizia la discesa.
Il sentiero è più largo ma meno visibile, spesso confuso dal corso di ruscelli foto.
Seguiamo gli utili ometti e usciamo da questa zona per attraversare il versante settentrionale della montagna foto.
Il sentiero raggiunge un poco evidente bivio (km 4,7) dove lasciamo l'itinerario 20 e prendiamo il ramo di sinistra.
Ci troviamo su una vecchia mulattiera abbandonata foto e poco utilizzata tuttavia ancora percorribile senza troppi problemi.
La discesa ci porta a un fosso (km 5,2) che attraversiamo con difficoltà.
Il sentiero riprende andando in direzione di una spalla. Superiamo a piedi una leggera salita invasa dalla vegetazione e usciamo in un bosco pianeggiante dove sorgono le rovine di vecchi edifici (km 5,8).
Una decina di metri prima dei muri scendiamo a sinistra attraversando il bosco senza alcun sentiero.
Dobbiamo tenere un andamento obliquo a destra in modo da raggiungere la mulattiera che scendeva direttamente dalle case.
Entriamo sulla mulattiera dove troviamo un provvidenziale segnavia giallo foto e scendiamo nel bosco.
Il sentiero supera un ruscello ed esce dal bosco su un crinale roccioso dove la mulattiera scende piuttosto larga e comoda foto.
Purtroppo ben presto il fondo si rovina e dobbiamo superare a piedi le zone più danneggiate e scavate foto.
Guadiamo un torrente (km 7,4), scendiamo con qualche tornante, ripassiamo il torrente (km 7,6) e subito ne guadiamo un altro più largo.
La mulattiera percorre la sponda e raggiunge la riva del torrente Gorzente (km 8).
Costeggiamo la rocciosa sponda per guadare in corrispondenza delle evidente prosecuzione sulla riva opposta foto.
Una corta salita ci porta sul sentiero FIEg1che arriva dal Valico degli Eremiti (km 8,1), sentiero che seguiamo a sinistra.
Arriviamo a una interruzione per frana (km 8,4) dove saliamo a destra una ripida deviazione a scalini.
Ritornati sul percorso principale lo seguiamo con qualche saliscendi e raggiungiamo un'area pic nic (km 9,3) da dove proseguiamo su stradicciola.
Costeggiamo la diga più piccola dei laghi Lavagnina e seguiamo la strada che costeggia foto il lago Inferiore per raggiungere la Casa dei Guardiani alla diga maggiore (km 11,5).
La strada carrozzabile prosegue sterrata fino a un bivio (km 13,2) dove proseguiamo diritto.
Al bivio (km 15,2) dopo un ponte svoltiamo a destra e saliamo a Casaleggio Boiro (km 16,7).
Dislivello: -750 m. e +300 m.
Ciclabilità: 92%
Asfalto: 29%
Osservazioni: di certo non è un percorso scorrevole.

mappa  gps


Updating: 2018/11
Start point: Capanne di Marcarolo
How to arrive: The church on the place is reached by the itinerary 4.
Itinerary.
TESTO


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.