Percorsi mtb in Valle Stura
Itinerario 25
Salita da Ovada a Le Ciazze

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 4/2008 connessione
Punto di partenza: Ovada
Come arrivare: La città è raggiunta dall'itinerario 56 e dall'itinerario 26.
Itinerario.
Partiamo dalla stazione di Ovada e scendiamo verso la città per girare a destra alla rotatoria, passando sotto alla ferrovia. Continuiamo seguendo la strada provinciale fino all´incrocio con strada Faiello (km 2).
Svoltiamo a sinistra e seguiamo la stradina asfaltata che sale, supera la cappella di S. Venanzio e proseguiamo fino al bivio dove ha termine l´asfalto (km 4,3) e dove saliamo a destra.
Raggiungiamo un bivio dove saliamo nella strada di sinistra (km 4,7). Superiamo una salita difficile a causa del fondo eroso, superiamo un traliccio dell'alta tensione ed incontriamo un altro incrocio (km 6,3) dove andiamo a destra. Dopo meno di cento metri usciamo sulla grande sterrata che proviene dalla Costa. Svoltiamo a destra seguendo questa strada (a sinistra variante 25.3). Il facile percorso alterna salite e discese. Trascuriamo tutti gli incroci con strade minori e usciamo al valico delle Ciazze (km 8,6) dove incontriamo la strada asfaltata che sale da Rossiglione.
Svoltiamo a destra nell´unica stradina in salita. Iniziamo a costeggiare il versante settentrionale della montagna e raggiungiamo un bivio (km 9) dove andiamo a sinistra nel sentiero che sale (segnavia FIE g1).
Il sentiero è largo ma con molti tratti non ciclabili. La salita termina ad un colletto (km 9,6) sul crinale. Qui troviamo un quadrivio di sentieri. In senso antiorario vediamo: un sentiero che sale al crinale, una strada che scende alle Puvie, il sentiero che sale a Le Ciazze ed un sentiero pianeggiante.
Possiamo salire in cinque minuti alla vicina vetta della Ciazze, abbastanza panoramica, ma con percorso non ciclabile
Dislivello: 520 m
Ciclabilità: 96%.
Asfalto: 44%
Osservazioni:
tutte le misure sono riferite al colletto che precede l'ultimo sentiero. Sostituisce parzialmente l'itinerario 21.
Variante 25.1.
Al Colle delle Ciazze seguiamo in discesa la strada asfaltata raggiungendo l'incrocio con la Sp 79 (km 0,7). Continuiamo in discesa a sinistra fino ad uscire sulla provinciale alle porte di Rossiglione (km 3,3).
Variante 25.3.
Alla confluenza saliamo a sinistra e scolliniamo dopo pochi metri. Seguiamo sempre l'ampia sterrata che diviene asfaltata dopo 1,5 km. Raggiungiamo il paese di Costa di Ovada, lo attraversiamo in discesa e proseguiamo fino ad incontrare la provinciale che proviene da Molare. Svoltiamo a destra e raggiungiamo Ovada (km 6,5).


 mappa  gps

Ascent from Ovada to Le Ciazze

Updating:
4/2008
Start point: Ovada
How to arrive: The town is reached by the itinerary 56 and by the itinerary 26.
Itinerary.
We depart from the station of Ovada and we go down toward the city to turn to the right to the rotatory passing under to the railroad. We continue following the provincial road up the cross with road Faiello (km 2).
We turn to the left and we follow the narrow asphalted road that it climbs, it overcomes the chapel of S. Venanzio and we continue up to the fork where it has term the tarmac (km 4,3) and where we climb to the right.
We reach a fork where we climb on the left road (km 4,7). We overcome a difficult slope because of the rough bottom, we overcome a pylon of the high voltage and we meet another intersection (km 6,3) where we go to the right. After less than one hundred meters we go out on the great unsurfaced road that comes from the Costa. We turn to the right following this road (to the left varying 25.3). The easy run alternates slopes and descents. We neglect all the intersections with smaller roads and we go out to the pass of the Ciazze (km 8,6) where we meet the asphalted road that it climbs from Rossiglione.
We turn to the right on the narrow road in slope. We begin to skirt the northern slope of the mountain and we reach a fork (km 9) where we go to the left to the path that climbs (trail sign FIE g1).
The path is wide but with many non cycle tracts. The slope finishes to a pass (km 9,6) on the ridge. Here we find a crossroads of paths. In sense counterclockwise we see: a path that climbs to the ridge, a road that goes down to the Puvie, the path that climbs to Le Ciazze and a level path.
We can climb in five minutes to the near peak of the Ciazze, enough panoramic, but with non cycle run
Gradient: 520 ms
Cycle: 96%.
Asphalt: 44%
Observations: all the measures are reported to the pass that precedes the last path. This course partially replaces the itinerary 21.
Varying 25.1.
To the pass of the Ciazze we follow in descent the asphalted road reaching the intersection with the Sp 79 (km 0,7). We continue to the left in descent up to go out on the provincial road to the doors of Rossiglione (km 3,3).
Varying 25.3.
To the confluence we climb to the left and overcome the top after few meters. We always follow the ample unmetalled road that becomes asphalted after 1,5 kms. We reach the country of Costa of Ovada, we cross it in descent and we continue up to meet the provincial road that comes from Molare. We turn to the right and we reach Ovada (km 6,5).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.