Percorsi mtb in Valle Stura
Itinerario 18
Traversata da Ovada ai Laghi della Lavagnina

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 9/2002 connessione
Punto di partenza: Ovada
Come arrivare: La città è raggiunta dall'itinerario 56 e dall'itinerario 26.
Itinerario.
Da Ovada scendiamo e raggiungiamo l´incrocio con la strada per Belforte e per l´autostrada dove svoltiamo e proseguiamo fino a Belforte.
Superata la strettoia tra le case andiamo avanti per 300 metri e svoltiamo a destra in una stradina che sale (km 3; indicazioni per Pian Carpeneto).
Al termine della salita scendiamo raggiungendo un incrocio dove svoltiamo a sinistra. La strada prosegue in discesa raggiungendo le cascine di Pian Carpeneto e la chiesa seguente (km 5,3).
Qui trascuriamo il ponte e svoltiamo a sinistra. La strada prosegue asfaltata costeggiando l´autostrada e la ferrovia. Ad un incrocio (km 7,9) andiamo a sinistra e raggiungiamo un altro incrocio (km 8,8) dove svoltiamo a sinistra.
Ci inerpichiamo per superare un breve tratto ripido poi procediamo alternando salite e discese. La strada diviene sterrata e termina chiusa da una catena.
Superiamo la catena e proseguiamo sulla strada privata che termina a casa La Soria (km 11,2).
Immediatamente prima delle case svoltiamo a sinistra in una stradina erbosa che va in leggera salita nel prato. Superiamo il crinale e scendiamo nel bosco, poi proseguiamo quasi in piano.
Facciamo attenzione: quando la mulattiera accenna a scendere (circa 300 metri da La Soria) dobbiamo abbandonarla ed entrare a destra nel bosco avanzando a piedi senza sentiero. Avanziamo in salita cercando di andare leggermente a sinistra. Troviamo una traccia ed intravediamo una casa sopra di noi. Con una ripida salita arriviamo nel cortile della casa (c. Bardotto; km 11,8).
Saliamo seguendo la larga strada di accesso che raggiunge il crinale e poi scende; passiamo di fronte ad una cascina, superiamo una sbarra ed iniziamo a salire.
La strada entra sull´asfalto nel punto in cui questo termina e qui incontriamo gli itinerari 8 e 12 (km 14,5).
Svoltiamo a destra nella strada che va in discesa e, dopo 400 metri, svoltiamo a sinistra.
Siamo su un'ampia sterrata che scende offrendo una bella discesa e ci porta rapidamente in località Villaggio Primavera (km 17,4).
Scendiamo su asfalto per superare il ponte e poi risaliamo arrivando alla locanda Cirimilla (km 18).
Trascuriamo l´itinerario 5 che sale a destra e scendiamo. Dopo 100 metri lasciamo la strada asfaltata e saliamo a destra su una strada sterrata.
Procediamo in salita poi con un tratto che alterna salite e discese. Superiamo una prima cascina, poi un'altra e la strada comincia decisamente a scendere.
Ad un bivio più evidente andiamo a sinistra e scendiamo ad un ponte (km 19,9). Una breve e ripida salita ci porta sulla strada asfaltata dove proseguiamo a destra.
Arriviamo ad un incrocio e prendiamo la strada di sinistra, superando una sbarra (km 21,4). La larga strada sterrata sale alla diga inferiore dei Laghi di Lavagnina ed alla Casa dei Guardiani (km 23).
Passiamo a fianco della casa prendendo la comoda strada che costeggia il lago. Proseguiamo senza alcuna difficoltà fino a raggiungere la diga del Lago Superiore ed un incrocio dove andiamo a destra (km 25,1; segnavia FIE).
La strada diviene sentiero e prosegue agevolmente nei pressi del torrente (possibilità di fare il bagno). Dopo circa 1 km il percorso termina. La prosecuzione per il Valico degli Eremiti avviene in ambiente selvaggio e non ciclabile.
Dislivello: numerosi saliscendi. Circa 700 m. in salita.
Ciclabilità: 99%.
Osservazioni: ho collegato alcune delle numerose stradine che si intersecano nella zona. Peccato per i fastidiosi 300 metri non ciclabili.


 mappa


Cross from Ovada to the Lavagnina Lakes

Updating:
9/2002
Start point: Ovada
How to arrive: The town is reached by the itinerary 56 and by the itinerary 26.
Itinerary.
From Ovada we go down and we reach the intersection with the road for Belforte and for the highway where we turn and we continue up to Belforte.
Overcome the narrow passage among the houses we go on for 300 meters and we turn to the right in a narrow road that climbs (km 3; indications for Pian Carpeneto).
At the end of the ascent we go down reaching an intersection where we turn to the left. The road continues in descent reaching the farmhouses of Pian Carpeneto and the following church (km 5,3).
Here disregard the bridge and we turn to the left. The road continues tarmac skirting the highway and the railroad. At an intersection (km 7,9) we go to the left and we reach another intersection (km 8,8) where we turn to the left again.
We climb to overcome a brief steep stretch, then we proceed alternating slopes and descents. The road becomes unsurfaced and finishes closed by a chain.
We get over the chain and we continue on the private road that finishes to house La Soria (km 11,2).
Immediately before the houses we turn to the left in a narrow grassy road that goes in light ascent in the lawn. We get over the ridge and we go down in the wood, then we continue almost in plain.
We watch out: when the mule-track it begins to go down (around 300 meters from La Soria) we have to leave it and to enter to the right the wood advancing without path on foot. We advance in ascent trying to go to the left slightly. We find a trace and we see an house above of us. With a steep ascent we arrive in the courtyard of the house (c. Bardotto; km 11,8).
We climb following the wide road of access that reaches the ridge and then goes down; we pass in front of a farmhouse, we get over a bar and we begin to climb.
The road finishes on the asphalt in the point in which this finishes and we meets the itineraries 8 and 12 (km 14,5).
We turn to the right in the road that goes to descent and, after 400 meters, we turn to the left.
We are on an ample dirt road that goes down offering a beautiful descent, and leads us quickly in the place Village Spring (km 17,4).
We go down on asphalt to overcome the bridge and then climb again arriving to the inn Cirimilla (km 18).
We neglect to the right the itinerary 5 that climbs and we go down. After 100 meters we leavethe tarmac and climb to the right an unsurfaced road.
We proceed then in ascent with a stretch that alternates slopes and descents. We get over a first farmhouse, then another and the road starts to go down.
At a more evident fork we go to the left and we go down to a bridge (km 19,9). A short and steep ascent leads on the tarmac road where we continue to the right.
We arrive to an intersection and we take the road of left, overcoming a bar (km 21,4). The wide unsurfaced road climbs the inferior dike of the Lakes of Lavagnina and the House of the Keepers (km 23).
We pass beside the house taking the comfortable road that skirts the lake. We continue without any difficulty up to reach the dike of the Superior Lake and an intersection where we go to the right (km 25,1; trail sign FIE).
The road becomes path and easily continues near the stream (possibility to make the bath). Later around 1 km the run finishes. The prosecution for the Pass of the Hermits happens in wild and not cycle environment.
Gradient: numerous up-and-down. Around 700 ms. in ascent.
Cycle: 99%.
Observations: I have connected some of the numerous little roads that intersect in the zone. It's a pity for the annoying 300 non cycle meters.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.