Percorsi mtb in Valle Stura
Itinerario 08
Salita da Belforte al Monte Colma

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 8/2008 connessione
Punto di partenza: Belforte
Come arrivare: Il paese sorge a poca distanza dall'uscita autostradale di Ovada.
Itinerario.
Dall'uscita autostradale di Ovada saliamo al paese di Belforte, lo attraversiamo e proseguiamo sulla provinciale. Prestare attenzione ad un bivio sulla destra (km 2,4; indicazioni per strada panoramica).
Saliamo subito con due tornanti e proseguiamo senza deviare fino al termine dell´asfalto (km 6,8). Lasciamo a destra il segnavia FIE g3 e scendiamo sulla strada a sinistra, dove corre il segnavia FIE g31.
Al bivio per la Cirimilla (km 7,3) proseguiamo diritti. Seguiamo la strada che, con qualche saliscendi, sale gradatamente.
Dopo aver lasciato a sinistra l'ennesimo cancello (km 11) la strada si restringe e diviene molto più ripida.
Superiamo a fatica qualche tratto particolarmente rovinato, poi la pendenza diminuisce e la strada raggiunge un colletto, crocevia di molti itinerari, innominato sulle carte (km 12,5).
La strada prosegue in salita a sinistra per il Pracaban (itinerario 1) mentre di fronte scende a Rossiglione.
Svoltiamo a destra seguendo un sentiero con segnavia FIE g55. Affrontiamo qualche tratto non ciclabile, molto dissestato e faticoso. Poi, con qualche saliscendi, proseguiamo più facilmente nel bosco.
Andiamo diritto al bivio (km 13,5) col sentiero "Giro del Colma" e raggiungiamo un monumento (km 13,9; riparo a destra) dove il sentiero si allarga a pista forestale che attraversa i boschi nei pressi del crinale.
Dopo qualche ripida salita arriviamo a un bivio (km 14,9) con un sentiero poco evidente che sale a destra. Questo sentiero, percorso dal segnavia FIE g55, sale alla vetta con un percorso di circa 350 m, per metà non ciclabile.
Se siamo diretti a Rossiglione possiamo evitare di salire alla cima perchè la pista prosegue ed inizia la discesa (discesa con itinerario 2).
Dislivello: 790 m.
Ciclabilità: 94%
Asfalto: 45%
Osservazioni:


 mappa  foto  foto  foto  foto  foto  foto  gps

Ascent from Belforte to the Mount Colma

Updating:
8/2008
Start point: Belforte
How to arrive: The country is situated not far from the higway exit of Ovada-
Itinerary.
From the higway exit of Ovada we climb to the village of Belforte, we cross it and continue on the provincial road. Be careful at a junction on the right (km 2.4; signs for scenic road).
We go up at once with two hairpin bends and continue without deviation to the end of the asphalt (km 6.8). We leave to the right the trail sign FIE g3 and go down the street to the left, where it runs the trail sign FIE g31 .
At the junction for Cirimilla (7.3 km) we go straight. We follow the road, with some ups and downs, that gradually climbs.
After leaving left yet another gate (11 km) the road narrows and becomes steeper.
We are overcome with effort some especially ruined stretches, then the slope decreases and the road come to a pass, a crossroads of many routes, unnamed on the maps (km 12.5).
The road continues uphill to the left toPracaban (route 1) while opposite it goes down to Rossiglione.
We turn to the right following a trail marker FIE g55 . We face some pushing section, very ruined and difficult. Then, with some ups and downs, we continue more easily in the woods.
We go straight at the fork (km 13.5) with the path "Tour of Colma" and reach a monument (13.9 km; right shelter) where the path widens to forest road running through the woods near the ridge.
After some steep climb we reach a fork (km 14.9) with a narrow trail that climbs to the right. This trail, path from the trail sign FIE g55 , climb to the summit with a path of about 350 m, half do not cycle.
If we are directed to Rossiglione we can avoid climbing to the summit because the track continues and begins the descent (descent with itinerary 2).
Difference: 790 m.
On saddle: 94%
Asphalt: 45%
Remarks:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.