Percorsi mtb in Valle Stura
Itinerario 06
Discesa dal Monte Dente a Masone

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 1/2010 connessione
Punto di partenza: monte Dente
Come arrivare:
Itinerario.
Dalla selletta al di sotto della vetta (dove abbiamo lasciato le bici) scendiamo verso settentrione seguendo il segnavia FIE g55.
Dopo i primi metri il segnavia si dirige verso sinistra entrando nella macchia di noccioli. Lo lasciamo e scendiamo direttamente seguendo una evidente traccia sulla destra. La discesa presenta qualche tratto molto ripido ma in breve la pendenza si attenua e raggiungiamo un sentiero maggiore (km 0,6) che seguiamo a destra.
Incontriamo il segnavia FIE g16 (diretto alla Sella del Barnè ed utilizzato dall'itinerario 38) e proseguiamo raggiungendo la sella a monte del Bric Dentino (km 1,1) dove incontriamo il segnavia g4 che proviene da Cascina Troia.
Il sentiero scende costeggiando sulla destra il Bric, molto dissestato e poco ciclabile.
Al termine della discesa lasciamo a destra il sentiero per cascina Troia e cominciamo a salire. Attraversiamo le panoramiche radure del crinale e scendiamo brevemente all´incrocio col sentiero diretto al passo Fruia (km 2,6).
Lasciamo a sinistra i segnavia FIE (g55 e g16) che vanno al Passo Fruia e proseguiamo sulla sterrata inizialmente in leggera salita e poi in discesa.
Un tratto molto dissestato e disturbato dalla vegetazione ci porta su una selletta (km 3,5), il sentiero poi prosegue quasi in piano.
Un'altra discesa ripida e dissestata ci porta ad un colle (km 4,3; Col Badè) dove incontriamo i segnavia FIE g3 che vanno a sinistra al passo Fruia.
Proseguiamo diritti, ora in leggera salita, e raggiungiamo il termine della foresta demaniale (km 4,8). Dopo una sella prativa seguiamo una strada forestale che è ripida e dissestata, ciclabile ma certo non riposante.
Ad un bivio (km 6) il segnavia g3 scende a destra. Lasciamo la strada e svoltiamo nel sentiero che scende, con qualche tratto sassoso e sconnesso. Il sentiero termina sulla strada asfaltata (km 6,2) e la seguiamo in discesa.
Arriviamo ad un gruppo di case (km 6,5; Ronchetto) dove proseguiamo diritti. La strada supera l'ultima casa e diventa una larga mulattiera. Scendiamo senza difficoltà. In prossimità di alcune costruzione la mulattiera si allarga a strada che scende con un tornante e termina al ponte (km 7,4). Attraversiamo il torrente Masone e svoltiamo a sinistra, passiamo al di sotto dell'autostrada.
La strada sale verso il centro del paese. Trascuriamo le strade che scendono a sinistra, in discesa superiamo la chiesa e proseguiamo fino alla provinciale e al centro (km 8,5).
Dislivello: -730 m.
Ciclabilità: 90%
Asfalto: 17%
Osservazioni:
Variante 6.1.
Al km 6 andiamo diritti. La strada attraversa il cortile di cascina Cianasso (cani, capre; andare pianissimo!) dove inizia l´asfalto che scende rapidamente a ritrovare l'itinerario principale. Molto più facile, ma l'attraversamento dell'aia della cascina può presentare qualche problema.
Variante 6.2.
Al quadrivio di case Ronchetto possiamo seguire a destra la strada asfaltata che scende alla provinciale a circa 1,5 km da Masone. Di nessun interesse.


 mappa  gps  foto  foto

Descent from mount Dente to Masone

Updating:
1/2010
Start point: Dente mountain
How to arrive:
Itinerary.
From the little saddle below the peak (where we have left the bikes) we go down toward north following the trail sign FIE g55.
After the first meters the trail sign goes toward left entering the cores bush. We leave it and we directly go down following an evident trace on the right. The descent offers some very steep but shortly tract then the inclination weakens and we reaches a greater path (km 0,6) that we follow to the right.
We meet the trail sign FIE g16 and g55  and we continue reaching the saddle of the Bric Dentino (km 1,1) where we meet the trail sign g4 that it arrives from Farmhouse Troia.
The path goes down skirting on the right the Bric, very ruined and few cycle.
At the end of the descent we leave to the right the path for farmhouse Troia and we start to climb. We cross the panoramics clearings of the ridge and we shortly go down to the cross with the path directed to the pass Fruia (km 2,6).
We leave to the left the trail signs FIE (g16 and g55) that they go to the Pass Fruia and we continue on the unsurfaced road initially in light ascent and then in descent.
A tract very ruined and disturbed by the vegetation it brings us on a pass (km 3,5), then the path continues almost in plain.
Another steep and ruined descent it brings us to a pass (km 4,3; Pass Badè) where we meet the trail signs FIE g3 that they go to the left to the pass Fruia.
We continue straight, now in light ascent, and we reach the term of the Regional forest (km 4,8). After a meadow saddle we follow a forest road that is steep and ruined, cycle but certain not restful.
To a fork (km 6) the trail sign goes to the right. We leave the road and we turn in the path that goes down, with some stony and rough tract. The path finishes on the asphalted road (km 6,2) and we follow it in descent.
We arrive to a group of houses (km 6,5; Ronchetto) where we continue straight. The road overcomes the last house and becomes a wide mule-track. We go down without difficulty. In proximity of some construction the mule-track widens to road that goes down with a hairpin bend and it finishes to the bridge (km 7,4). We cross the stream Masone, we turn to the left and we pass below the highway.
The road climbs toward the center of the country. We neglect the roads that go down to the left; in descent we overcome the church and we continue up to the provincial road and to the center (km 8,5).
Gradient: -730 ms.
Cycle: 90%
Observations:



Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.