Percorsi mtb a Sestri Levante
Itinerario 12
Traversata da Cavi a Sestri

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 12/2009 connessione
Punto di partenza: Cavi di Lavagna
Come arrivare: Il paese è raggiunto dall'itinerario 4 e dall'itinerario 9.
Itinerario.
Da Cavi Borgo seguiamo la strada in riva destra del torrente, attraversiamo un grande parcheggio, percorriamo un tratto grigliato sospeso sul fiume ed attraversiamo un ponte. Svoltiamo a sinistra e seguiamo la strada diretta a Barassi e Santa Giulia.
Al primo bivio (km 0,8) svoltiamo a sinistra in una strada minore. Passiamo sotto ai viadotti autostradali e saliamo ad un bivio (km 1,8) dove svoltiamo a destra.
La strada sale con qualche tornante e confluisce (km 2,9) sulla strada maggiore che avevamo abbandonato all'inizio.
Andiamo a sinistra e continuiamo la salita. Quando incontriamo una stradina a destra (km 3,1) con indicazioni per Case Alte la prendiamo.
Passiamo tra case sparse e raggiungiamo una curva (km 3,3) dove lasciamo la strada e prendiamo la sterrata a destra (indicazioni per civico 13 C). Non raggiungiamo la casa ma svoltiamo subito a sinistra in un sentiero tra i coltivi.
Percorriamo un bel sentiero tra i muri a secco. Per tutto il percorso occorre fare attenzione perché spesso il muro di sostegno è alto sotto al sentiero.
Al termine dell'uliveto coltivato entriamo in zone abbandonate. Il sentiero è talvolta franato e cancellato, ma non ci sono problemi di orientamento: basta andare diritti.
La mulattiera scende scalinata e ben visibile e raggiunge due ponti consecutivi (km 4,1) . La salita che segue è poco ciclabile, anche a causa di alberi caduti.
Arriviamo alla bella, antica chiesa di Sant'Eufemiano (km 4,4) dove il sentiero si allarga ed è ben tenuto.
La mulattiera prosegue, protetta da ringhiere in legno. Scendiamo un tratto scalinato, poi saliamo alcuni gradini adagiati. La mulattiera si allarga a stradina e confluisce con una strada sterrata (km 5,1; qui avremmo potuto arrivare molto più semplicemente direttamente da Cavi).
Svoltiamo a sinistra e saliamo fin quando (km 5,5) a destra notiamo un sentiero che entra in un oliveto. Svoltiamo e corriamo tra gli ulivi con percorso facile. Saliamo leggermente poi proseguiamo nel bosco attraversando dei rivi. Superiamo alcuni scalini e proseguiamo ancora fino ad uscire sulla Costa Zerba (km 6,2) dove passa l'itinerario 4 "La Selva".
Svoltiamo a destra e scendiamo fino al primo bivio (km 6,3).
Lasciamo La Selva ed andiamo a sinistra nel sentiero, molto utilizzato come discesa alternativa, bella e più facile dell'itinerario 4. Ad un bivio (km 6,6) andiamo a destra senza problemi di orientamento perché il sentiero è molto segnato dalle bici.
Scendiamo lungo la Costa Rossa con qualche tornante intervallato da lunghe diagonali. Ad un tornante (km 6,8) ignoriamo un sentiero a sinistra e continuiamo la discesa fino ad una spalla che offre la visione della Valle del Fico con la strada dei cinque ponti.
Il sentiero prosegue a sinistra con qualche saliscendi. Scendiamo in direzione di una larga sterrata a cui ci avviciniamo. La costeggiamo per un po' e la raggiungiamo (km 8,2).
Senza entrare nella sterrata andiamo a destra nel sentiero evidente tra la rada vegetazione.
La discesa termina su una strada asfaltata (km 8,7) che seguiamo a destra fino a Sestri (km 9) nei pressi dell'ospedale e dietro alla stazione.
Dislivello: 380 m.
Ciclabilità: 97%
Osservazioni: la discesa della Costa Rossa è normalmente usata come (bella e meritevole) variante dell'itinerario 4.
Asfalto: 40%


 mappa  gps

Crossing Cavi to Sestri

Updating: 12/2009
Start point: Cavi di Lavagna
How to arrive: The village is reached by the itinerary 4 and by the itinerary 9.
Itinerary.
From Cavi Borgo we follow the road in right shore of the stream, we cross a great car park, we cross a tract on grate suspended on the river and we cross a bridge. We turn to the left and we follow the road direct to Barassi and Saint Julia.
To the first fork (km 0,8) we turn to the left in a smaller road. We pass under to the motorway viaducts and we climb to a fork (km 1,8) where we turn to the right.
The road climbs with some hairpin bends and meets (km 2,9) on the greater road that we had allowed at the beginning.
We go to the left and we continue the ascent. When we meet to the right a narrow road (km 3,1) with indications for Case Alte we turn.
We pass among scattered houses and we reach a curve (km 3,3) where we leave the road and we take to the right the unsurfaced road (indications for civic 13 C). We don't reach the house but we turn to the left immediately in a path among the cultivations.
We cross a beautiful path among the dry walls. For the whole run it is necessary to watch out because often the wall of support is high under to the path.
At the end of the olive-grove we enter deserted zones. The path is sometimes slipped and cancelled, but there are no problems of orientation: all it takes is going straight.
The mule-track goes down stairway and well visible and it reaches two consecutive bridges (km 4,1). The ascent that follows is a little cycle, also because of fallen trees.
We reach the beautiful, ancient church of Sant'Eufemiano (km 4,4) where the path widens and is well preserved.
The mule-track continues, protected by woody handrails. We go down a stairway, then we climb a low steep stairway. The mule-track widens to narrow road and meets with an unmetalled road (km 5,1; here we would have been able to directly arrive very more simply from Cavi).
We turn to the left and we climb to when (km 5,5) to the right we notice a path that enters an olive-grove. We turn and we race among the olives with easy run. We slightly climb, then we continue in the wood crossing some brooks. We overcome some stairs and we continue to go out on the Coast Zerba (km 6,2) where it passes the itinerary 4 "La Selva ".
We turn to the right and we go down up to the first fork (km 6,3).
Let's leave La Selva and we go to the left on the path, very used as alternative come down, beautiful and easier of the itinerary 4. To a fork (km 6,6) we go to the right without problems of orientation because the path is very marked by the bikes.
We go down along the Costa Rossa with some hairpin bends alternated by long diagonals. To a hairpin bend (km 6,8) we ignore to the left a path and we continue the descent to a shoulder that gives the vision of the Valley of the Fig tree with the road of the five bridges.
The path continues to the left with some ups and downs. We go down in direction of a wide unsurfaced road to which approaches us. We skirt it for a little and we reach it (km 8,2).
Without entering the unsurfaced road we go to the right on the evident path among the roadstead vegetation.
The descent finishes on an asphalted road (km 8,7) that we follow to the right up to Sestri (km 9) near the hospital and behind the station.
Gradient: 380 ms.
Cycle: 97%
Observations: the descent of the Costa Rossa is normally used as (beautiful and deserving) variation of the itinerary 4.
Asphalt: 40%

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.