Itinerari mtb in Valle Scrivia
Itinerario 77
Discesa dal monte Maggio ad Avosso, 3

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 12/2011 connessione
Punto di partenza: monte Maggio
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 25.
Itinerario.
Dalla vetta scendiamo alla chiesa e seguiamo la strada utilizzata per salire. Raggiunta la strada asfaltata (km 1,2) svoltiamo a sinistra e la seguiamo.
Dopo quattrocento metri lasciamo la strada ed imbocchiamo un sentiero a destra (segnavia FIE g59).
Il sentiero inizia con alcuni scalini e prosegue con forti difficoltà su terreno ripido e roccioso. Trascuriamo un sentiero a destra (km 1,6) e proseguiamo diritti fino ad incrociare la strada provinciale (km 2).
Svoltiamo a sinistra e seguiamo la strada asfaltata. Superiamo le case di Costa (km 2,7) e raggiungiamo un valico (km 3).
Dopo poche decine di metri imbocchiamo una strada forestale a destra.
Costeggiamo zone di prati con belle viste su Sorrivi e le pareti del monte Maggio. Dopo una breve salita la strada scende, ripida e dissestata ma ciclabile e termina su una strada asfaltata (km 3,7).
Svoltiamo a destra ed attraversiamo le case di Olmi. Trascuriamo una strada a sinistra e giungiamo all'ultima casa (km 3,8) ed al termine dell'asfalto.
Seguiamo la sterrata che sale ad una spalla (km 4,2; segnaviag52 ) dove trascuriamo i sentieri laterali e proseguiamo sul sentiero pianeggiante di fronte a noi. Ad un bivio (km 4,3) teniamo la destra sul sentiero in piano.
Raggiungiamo una fonte (km 4,5) e cominciamo a scendere fino a raggiungere un ruscello (km 4,9) ingombro di massi.
Il sentiero prosegue in salita e ci porta a confluire (km 5) con la mulattiera che scende da Costa.
Svoltiamo a sinistra, in comune con l'itinerario 76, e raggiungiamo il precario ponte di tronchi.
La mulattiera prosegue comoda e facile fino a diventare asfaltata (km 5,6) alle prime case di Vaccarezza.
Scendiamo al bivio che precede l'ingresso in centro e qui svoltiamo a sinistra proseguendo diritti fino alla chiesa (km 5,7).
A destra dell'edificio inizia una mulattiera, sempre segnalata cong52 , e la prendiamo.
Quasi subito il percorso diventa ripido e dissestato pur restando ciclabile. Attraversiamo una zona pianeggiante ed affrontiamo una discesa più impegnativa. La pendenza aumenta mentre il fondo peggiora. Arriviamo ad un bivio (km 6,8) dove abbandoniamo la mulattiera (che prosegue per i Mulini di Granero da dove non c'è via di uscita) e svoltiamo a destra, sempre sul segnavia.
Percorriamo così un sentiero che percorre la sponda destra del torrente Brevenna, alto sul greto. Incontriamo qualche passaggio non ciclabile ed attraversiamo una pietraia. Al termine il sentiero sale a destra, non ciclabile, costeggiando la recinzione di una casa.
Attraversiamo un cancelletto (km 7,1) ed un prato per raggiungere la strada di accesso alla casa. Saliamo a destra e seguiamo la strada che diventa asfaltata e scende al ponte (km 7,6) sul torrente.
Usciamo sulla strada provinciale 11 (km 7,7) in località Prele e la seguiamo a destra fino ad Avosso (km 8,8).
Dislivello: -700 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 38%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto

Go down from Maggio mountain to Avosso, 3

Updating: 1/2012
Start point: Maggio mountain
How to arrive: The mountain is reached by the itinerary 25.
Itinerary.
From the peak we go down to the church and we follow the road used for climbing. Reached the asphalted road (km 1,2) we turn to the left and we follow it.
After four hundred meters we leave the road and we take to the right a path (trail sign FIE g59).
The path begins with some stairs and continues with strong difficulties on steep and rocky ground. We neglect to the right a path (km 1,6) and we continue straight to cross the provincial road (km 2).
We turn to the left and we follow the asphalt road. We overcome the houses of Costa (km 2,7) and we reach a pass (km 3).
After few about ten meters we take to the right a forest road.
We skirt along zones of lawns with beautiful sights on Sorrivi and the walls of the May mountain. After a short slope the road goes down, steep and ruined but cycle and it finishes on an asphalted road (km 3,7).
We turn to the right and we cross the houses of Olmi. We neglect to the left a road and we reach the last house (km 3,8) and the end of the asphalt.
We follow the unmetalled road that climbs to a shoulder (km 4,2; trail sign FIEg52 ) where we neglect the side paths and we continue on the level path in front of us. To a fork (km 4,3) we hold the right on the path in plain.
We reach a source (km 4,5) and we start to go down up to reach a brook (km 4,9) encumbrance of rocks.
The path continues in slope and brings us to meet (km 5) with the mule-track that goes down from Costa.
We turn to the left, in common with the itinerary 76, and we reach the precarious trunks bridge.
The mule-track continues comfortable and easy up to become asphalted (km 5,6) to the first houses of Vaccarezza.
We go down to the fork that precedes the entry in center and we turn to the left here continuing straight up to the church (km 5,7).
To the right of the building begins a mule-track, always signalledg52 , and we take it.
Almost immediately the run becomes steep and ruined also staying cycle. We cross a level zone and we face a more binding descent. The inclination increases while the ground worsens. We arrive to a fork (km 6,8) where we leave the mule-track (that it continues for the Mills of Granero from where there is not exit away) and we turn to the right, always on the trail sign.
We cross so a path that crosses the right bank of the stream Brevenna, high on the pebbly shore. We meet some non cycle passage and we cross a stony ground. At the end the path it climbs to the right, not cycle, skirting along the enclosure of a house.
We cross a wicket (km 7,1) and a lawn to reach the road of access to the house. We climb to the right and we follow the road that becomes asphalted and it goes down to the bridge (km 7,6) on the stream.
We go out on the provincial road 11 (km 7,7) in the place Prele and we follow to the right it to Avosso (km 8,8).
Gradient: -700 ms.
Cycle: 98%
Asphalt: 38%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.