Itinerari mtb in Valle Scrivia
Itinerario 75
Discesa dal monte Maggio ad Avosso, 1

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 12/2011 connessione
Punto di partenza: monte Maggio
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 25.
Itinerario.
Dalla vetta scendiamo alla chiesa e seguiamo la strada utilizzata per salire. Raggiunta la strada asfaltata (km 1,2) svoltiamo a sinistra e la seguiamo.
Dopo quattrocento metri lasciamo la strada ed imbocchiamo un sentiero a destra (segnavia FIE g59).
Il sentiero inizia con alcuni scalini e prosegue con forti difficoltà su terreno ripido e roccioso. Trascuriamo un sentiero a destra (km 1,6) e proseguiamo diritti fino ad incrociare la strada provinciale (km 2).
Attraversiamo la strada e prendiamo una strada asfaltata più stretta che scende ad una frazione (km 2,3; Inastra di Montemaggio).
Al bivio che precede le case prendiamo la strada a destra, sterrata. Passiamo tra due case e seguiamo la strada che diventa asfaltata. Lasciamo a destra la mulattiera dell'itinerario 74 e proseguiamo sulla strada asfaltata che sale.
Al termine di una rampa ripida, qualche metro prima dello scollinamento, lasciamo la strada per prendere a sinistra un largo sentiero (km 2,5).
Dopo aver superato i primi ripidi metri il sentiero prosegue facile fino al piede di una salita.
Superiamo una faticosa ma breve salita e proseguiamo senza difficoltà fino a raggiungere una cappella sul crinale (km 2,9; Pria du Perdun).
Svoltiamo a sinistra ed imbocchiamo la mulattiera in discesa. Superiamo un tratto molto dissestato e scendiamo rapidamente alla prima casa di Vaccarezza (km 3,4).
Continuiamo a scendere e svoltiamo a destra al bivio tra le case. La strada scende alla provinciale (km 3,6) che seguiamo a destra.
Quando a sinistra (km 4,1) si stacca una mulattiera la prendiamo. La mulattiera è larga ma presenta tratti fortemente erosi ed ingombri da grosse pietre.
Dopo aver superato con difficoltà le zone in peggiori condizioni arriviamo al termine della mulattiera (km 5,2) che prosegue asfaltata all'incontro delle prime case.
La strada scende ripida e termina ad Avosso (km 5,5) all'incrocio con la strada principale.
Dislivello: -620 m.
Ciclabilità: 94%
Asfalto: 34%
Osservazioni:

Variante 75.1. Interessante.
Alla Cappella Pria du Perdun andiamo diritti sul sentiero pianeggiante. Scendiamo leggermente e proseguiamo in salita. Raggiungiamo e percorriamo il boscoso crinale incontrando alcune brevi discese prima di raggiungere la vetta del monte Carmo (km 0,4).
La montagna domina Casella con la sua scoscesa parete, ma offre poco panorama perché è boscosa.
Iniziamo a scendere sul sentiero che diventa presto ripido, dissestato ed impegnativo. Questo tratto difficile è abbastanza breve. Percorriamo un crinale quasi pianeggiante ed affrontiamo una seconda discesa, ripida e difficile, dove incontriamo alcuni salti naturali e non evitabili.
Il sentiero termina sulla SP61 (km 1,3). Svoltiamo a sinistra e saliamo in direzione di Vaccarezza. Dopo trecento metri lasciamo l'asfalto per imboccare una traccia a destra. Il sentierino è visibile all'inizio ma presto si perde e proseguiamo cercando di non perdere l'orientamento. Dobbiamo restare in prossimità di un ruscello asciutto.
Scavalchiamo un basso muretto e restiamo vicini al rio fino a raggiungere la mulattiera dell'itinerario principale (km 1,8). Dicembre 2011. Ciclabilità: 96%.


mappa  gps  foto  foto  foto

Go down from Maggio mountain to Casella

Updating: 12/2011
Start point: Maggio mountain
How to arrive: The mountain is reached by the itinerary 25.
Itinerary.
From the peak we go down to the church and we follow the road used for climbing. Reached the asphalted road (km 1,2) we turn to the left and we follow it.
After four hundred meters we leave the road and we take to the right a path (trail sign FIE g59).
The path begins with some stairs and continues with strong difficulties on steep and rocky ground. We neglect to the right a path (km 1,6) and we continue straight to cross the provincial road (km 2).
We cross the road and we take an asphalted more narrow road than it goes down to a hamlet (km 2,3; Inastra of Montemaggio).
To the fork that precedes the houses we take to the right the dirt road. We pass among two houses and we follow the road that becomes asphalted.
We leave to the right the mule-track of the itinerary 74 and we continue on the asphalt road that it climbs.
At the end of a steep ramp, some meter before the pass, we leave the road to take to the left a wide path (km 2,5).
After having overcome the first steep meters the path it continues easy up to the foot of a slope.
We overcome a fatiguing but short slope and we continue without difficulty up to reach a chapel on the ridge (km 2,9; Pria du Perdun).
We turn to the left and take the mule-track in descent. We overcome a very ruined tract and we quickly go down to the first house of Vaccarezza (km 3,4).
We keep on going down and we turn to the right to the fork among the houses. The road goes down to the provincial road (km 3,6) that we follow to the right.
When to the left (km 4,1) it detaches a mule-track we take it. The mule-track is wide but offers strongly corroded and encumbrances by big stones tracts.
After having overcome with difficulty the zones under worse conditions we arrive at the end of the mule-track (km 5,2) that it continues asphalted to the meeting of the first houses.
The road goes down steep and finishes to Avosso (km 5,5) to the intersection with the principal road.
Gradient: -620 ms.
Cycle: 94%
Asphalt: 34%
Observations:
Varying 75.1. Interesting.
To the Chapel Pria du Perdun we go straight on the level path. We slightly go down and we continue in slope. We reach and we cross the woody ridge meeting some brief descents before reaching the peak of the Carmo mountain (km 0,4).
The mountain dominates Casella with its steep wall, but it offers little panorama because it is woody.
We begin to go down on the path that becomes soon steep, ruined and binding. This difficult tract is enough short. We cross an almost level ridge and face a second descent, steep and difficult, where we meet some natural and not avoidable jumps.
The path finishes on the SP61 (km 1,3). We turn to the left and go up to direction of Vaccarezza. After three hundred meters we leave the asphalt to take to the right a trace. The narrow path is visible to the beginning but soon it loses and we continue trying not to lose the orientation. We have to stay in proximity of a dry brook.
We climb over a low wall and we stay near to the brook up to reach the mule-track of the main itinerary (km 1,8).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.