Itinerari mtb in Valle Scrivia
Itinerario 70
Discesa dal monte Antola a Casareggio

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 5/2011 connessione
Punto di partenza: monte Antola
Come arrivare: La montagna è raggiunta dall'itinerario 46 e dall'itinerario 5.
Itinerario.
Dalla Cappelletta sottostante alla vetta ci dirigiamo verso sud sulla buona mulattiera che costeggia i vecchi rifugi e raggiunge il bivio (km 0,2) nei pressi dei ruderi del rifugio Bensa.
Svoltiamo a destra (segnavia FIE g45) e scendiamo sul sentiero che è largo ma con qualche tratto molto dissestato. Percorriamo un tratto quasi pianeggiante e scendiamo ancora ripidamente fino alla sella erbosa con area di sosta del Colletto di Tonno (km 2,1). Lasciamo a sinistra l'itinerario 47 per Tonno e proseguiamo diritti.
Dopo un tratto facile saliamo con qualche difficoltà per superare un intaglio.
Proseguiamo a lungo sul sentiero che attraversa il pendio della montagna prima di salire ripidamente al bivio col sentiero per il monte Buio (km 3,5).
Il sentiero sale ancora moderatamente prima di scendere ad una sella erbosa con tavolo (km 4,1).
Lasciamo a destra il percorso 57 e di fronte il sentiero 11 e svoltiamo a sinistra imboccando una evidente mulattiera.
Scendiamo con un tornante e confluiamo in un'altro sentiero (km 4,4).
Svoltiamo a destra ed attraversiamo in moderata discesa il versante del monte fino a raggiungere il crinale meridionale (km 4,8).
La discesa prosegue ripida e con qualche passaggio con pietre affioranti ma comunque ciclabile.
Superiamo un quadrivio (km 5,5) proseguendo diritti.
Il pendio diventa roccioso e la mulattiera aggira i salti di roccia con qualche tornante.
Arriviamo in vista delle case di Casareggio e scendiamo raggiungendo la chiesa (km 6,9).
Seguiamo la mulattiera che costeggia le abitazioni ed incontriamo il segnavia FIE g30 (vedi itinerario 34) e lo seguiamo a destra per attraversare l'abitato.
Usciamo dal paese scendendo ad incrociare (km 7) la strada asfaltata che proviene da Tonno.
Dislivello: -780 m.
Ciclabilità: 98%
Osservazioni: 
Asfalto: 2%


 mappa  gps

Go down from the Antola mountain to Casareggio

Updating:
5/2011
Start point: Antola mountain
How to arrive: The mountain is climbed by the itinerary 46 and by the itinerary 5.
Itinerary.
From the Chapel below to the peak we direct us toward south on the good mule-track that skirts the old shelters and it reaches the fork (km 0,2) near the ruins of the shelter Bensa.
We turn to the right (trail sign FIE g45) and we go down on the path that is wide but with some tract very ruined. We cross an almost level tract and we steeply go down again to the grassy saddle with area of standstill of the Colletto di Tonno (km 2,1). We leave to the left the itinerary 47 to Tonno and we continue straight.
After an easy tract we climb with some difficulties to overcome a narrow pass.
We continue for a long time on the path that crosses the slant of the mountain before steeply climbing to the fork with the path to the Buio mountain (km 3,5).
The path moderately climbs again before going down to a grassy saddle with table (km 4,1).
We leave to the right the run 57 and of front the path 11 and we turn to the left taking an evident mule-track.
We go down with a hairpin bend and we meet in another path (km 4,4).
We turn to the right and we cross in moderate descent the slope of the mountain up to reach the southern ridge (km 4,8).
The descent continues steep and with some passage with cropping out stones but however cycle.
We overcome a crossroads (km 5,5) continuing straight.
The slant becomes rocky and the mule-track revolves the jumps of rock with some hairpin bends.
We arrive in sight of the houses of Casareggio and we go down reaching the church (km 6,9).
We follow the mule-track that skirts the residences and we meets the trail sign FIE g30 (you see itinerary 34) and we follow to the right it to cross the inhabited area.
We go out of the country going down to cross (km 7) the asphalted road that arrives from Tonno.
Gradient: -780 ms.
Cycle: 98%
Notes:  
Asphalt: 2%.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.