Itinerari mtb in Valle Scrivia
Itinerario 61
Discesa da San Fermo a Vobbia

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 11/2008 connessione
Punto di partenza: San Fermo
Come arrivare: La chiesa è raggiunta dall'itinerario 12.
Itinerario.
Dalla chiesetta scendiamo in direzione nord sul sentiero che scende a raggiungere l'asfalto. Svoltiamo a sinistra e seguiamo la provinciale per un centinaio di metri. Quando la boscaglia lascia il posto ad un prato svoltiamo a destra foto ed entriamo nel prato dove seguiamo una non molto evidente traccia che diventa un sentiero al termine del prato.
Scendiamo con percorso ripido ma non troppo difficile e raggiungiamo la sterrata dell'itinerario 12 (km 0,5).
Svoltiamo a sinistra, seguiamo la strada per cinquanta metri e prendiamo a sinistra il sentiero con segnavia FIE g51 foto.
Il sentiero riporta sulla strada e prosegue a sinistra fino ad un altro incrocio con la sterrata in una zona con appostamenti di caccia (km 0,9).
Prima della salita riprendiamo il sentiero che ora è stretto, in moderata salita e leggermente esposto foto. Dopo questo primo tratto da percorrere con precauzione proseguiamo più facilmente e ritorniamo sulla strada che lasciamo dopo qualche metro. Un breve tratto di sentiero ci riporta per l'ultima volta sulla strada (km 1,6; naturalmente avremmo potuto utilizzarla per arrivare sin qui).
Il sentiero procede inizialmente stretto ed in salita e poi prosegue più facile foto fino a guadagnare la cima insignificante del monte Castello (km 2,1) foto.
Lasciamo i segnavia e scendiamo a sinistra su un sentiero ampio ed evidente.
La discesa costeggia una recinzione di filo spinato foto ed alterna qualche tratto ripido con altri quasi pianeggianti. Raggiungiamo il bivio con la stradina per Vallenzona (km 3,2) utilizzata dall'itinerario 38.
Proseguiamo diritti sul percorso che si allarga a strada forestale. Ad un bivio teniamo la sinistra. La strada prosegue quasi sempre in discesa con qualche tratto ripido e dissestato. A un bivio foto svoltiamo a sinistra e giungiamo in vista della chiesa di Arezzo foto e confluiamo su una strada asfaltata (km 4,9) che seguiamo a sinistra.
Scendiamo a raggiungere una strada più ampia che seguiamo a sinistra. Attraversiamo le case di Inserumi (km 5,3) e facciamo attenzione a non mancare il bivio successivo.
Dopo meno di 200 metri, nel punto in cui inizia il guard-rail, lasciamo la strada e prendiamo a destra un sentiero poco evidente.
Dopo i primi metri sporchi ed invasi dalla vegetazione il sentiero si allarga e diventa una bella mulattiera con fondo discreto. Ad un bivio (km 5,7) prendiamo il pianeggiante ramo di sinistra e procediamo al margine dei prati.
Una ripida scaletta di pochi scalini ci porta ad incrociare l'asfalto (km 6).
Non prendiamo la sterrata di fronte ma saliamo a sinistra sull'asfalto per qualche decina di metri. A destra prendiamo la mulattiera che avanza in leggera discesa.
Gradatamente la pendenza aumenta e perdiamo quota anche con qualche tornante. Superiamo con attenzione un breve passo esposto e scendiamo l'ultima rampa che ci porta sull'asfalto al Ponte Scaglione (km 6,6).
Attraversiamo il ponte ed andiamo a sinistra per raggiungere Vobbia (km 7,7).
Dislivello: -760 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 22%
Osservazioni:
Variante 61.1.
Dalla chiesa scendiamo sul sentiero in direzione sud. Il sentiero scende tra prati e boscaglia e termina sulla strada asfaltata al valico di San Clemente. Svoltiamo a destra, raggiungiamo la vicina strada provinciale e la seguiamo a destra per cinquanta metri.
Lasciamo l'asfalto prendendo il sentiero con segnavia FIE g51 che scende nel bosco e prosegue con lieve pendenza fino a terminare sulla sterrata utilizzata dall'itinerario 12 (km 1). Novembre 2008. Ciclabilità 100%.


 mappa  gps

Descent from San Fermo to Vobbia

Updating:
11/2008
Start point: St. Fermo
How to arrive: The church is reached by the itinerary 12.
Itinerary.
From the church we go down in direction north on the path that goes down to reach the asphalt. We turn to the left and we follow the provincial road for hundred meters. When the brushwood leaves the place to a lawn we turn to the right and we enter the lawn where we follow a not very evident trace that becomes a path at the end of the lawn.
We go down with steep but not too much difficulty run and we reach the unsurfaced road of the itinerary 12 (km 0,5).
We turn to the left, we follow the road for fifty meters and we take to the left the path with trail sign FIE g51.
The path brings on the road and continues to the left as far as another intersection with the unsurfaced road in a zone with hunting covers (km 0,9).
Before the slope we take again the path that is narrow, in moderate slope and slightly exposed. After this first tract to cross with precaution we continue more easily and we return on the road that we leave after some meter. A brief tract of path brings us for the last time on the road (km 1,6; of course we would have been able to use it to arrive here).
The path initially proceeds narrow and in slope and then it continues easier up to gain the top of the Castle mountain (km 2,1).
We leave the trail signs and we go down to the left on an ample and evident path.
The descent skirts an enclosure of barbed wire and alternates some steep tract with other almost level. We reach the fork with the narrow road for Vallenzona (km 3,2) used by the itinerary 38.
We continue straight on the run that widens to forest road. To a fork we hold the left. The road continues almost always in descent with some steep and ruined tract. Without possibility of error we come in sight of the church of Arezzo and we meet on an asphalted road (km 4,9) that we follow to the left.
We go down to reach an ampler road than we follow to the left. We cross the houses of Inserumi (km 5,3) and we watch out for not to miss the following fork.
After less than 200 meters, in the point in which it begins the guard-rail, we leave the road and we take to the right an a little evident path.
After the first dirty and invaded by the vegetation meters the path it widens and a beautiful mule-track becomes with fair bottom. To a fork (km 5,7) we take the left level branch and we proceed to the border of the lawns.
A steep staircase of few stairs brings us to cross the asphalt (km 6).
We don't take the opposite unsurfaced road but we climb to the left on the asphalt for some about ten meters. To the right the mule-track that advances in light descent we take.
Gradually the inclination increases and we loses altitude also with some hairpin bends. We overcome with beware a brief exposed pass and we go down the last ramp that brings us on the asphalt to the Ponte Scaglione (km 6,6).
We cross the bridge and we go to the left for reaching Vobbia (km 7,7).
Gradient: -760 ms.
Cycle: 98%
Asphalt: 22%
Observations:
Varying 61.1.
From the church we go down on the path in south direction. The path goes down between lawns and brushwood and finishes on the asphalted road to the pass of St. Clemente. We turn to the right, we reach the near provincial road and we follow to the right it for fifty meters.
We leave the asphalt taking the path with trail sign FIE g51 that it goes down in the wood and it continues with light inclination up to finish on the unsurfaced road used by the itinerary 12 (km 1).


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.