Itinerari mtb in Valle Scrivia
Itinerario 42
Discesa da Madonna della Guardia ad Avosso

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 8/2006 connessione
Punto di partenza: Madonna della Guardia di Pentema
Come arrivare: La chiesa è raggiunta dall'itinerario 1, dall'itinerario 29, dall'itinerario 62, dall'itinerario 92.
Itinerario.
Lasciamo la chiesetta della Madonna della Guardia sopra a Pentema e seguiamo il sentiero che lascia il sagrato in direzione nord.
Il sentiero inizialmente scende. Superiamo qualche salita con passaggi non ciclabili e terminiamo in piano all'incrocio del crinale (km 0,5; Costa della Gallina) foto dove passa il sentiero FIE g3 e l'itinerario 29.
Svoltiamo a sinistra seguendo il sentiero ma evitiamo qualche risalita effettuata dal segnavia FIE seguendo il sentiero foto che costeggia il crinale restando sul versante settentrionale.
Trascuriamo qualche sentiero sia a destra sia a sinistra e scendiamo ad una sella erbosa foto dove continuiamo la discesa verso destra.
Raggiungiamo un evidente bivio (km 2) dove svoltiamo a sinistra foto, sempre sul segnavia, mentre a destra scende a Carsi.
Il sentiero sale ad un altro bivio dove lasciamo a sinistra la salita al monte Liprando. Il sentiero prosegue a mezzacosta, complessivamente ciclabile foto foto foto.
Attraversiamo aree ancora coltivate e raggiungiamo le case in rovina di Crosi foto . Passiamo tra le case (km 3,7) e scendiamo sulla strada sterrata che raggiunge il paese.
Seguiamo in leggera discesa questa strada ma la lasciamo quando, a sinistra, incontriamo il sentiero con segnavia g3 (km 4,7; poco visibile) foto.
Con qualche tratto non ciclabile raggiungiamo le case di Piani (km 5,2) foto che attraversiamo in salita.
Il sentiero è prevalentemente in salita ma con qualche breve discesa; usciamo dal bosco in una zona di pascoli, lasciamo a destra la cappella del Grisu e dopo qualche saliscendi raggiungiamo con una breve discesa una sella dove si trova una cappelletta (Passo del Banca; km 7,1) foto.
Seguiamo la sterrata che, in leggera salita, taglia il versante e scende a costeggiare un campo di tiro al cui termine (km 8) inizia una strada asfaltata che scende ripida.
Superiamo le case di Fasciou (km 8,2) e proseguiamo sulla strada fino al tornante (km 8,9) foto. Qui prendiamo il sentiero a destra (segnavia FIE g3) che avanza tra la vegetazione. Procediamo, con qualche salita, sul sentiero, che è quasi interamente ciclabile, e raggiungiamo la chiesetta di San Bernardo (km 9,6) foto.
Una breve discesa ci porta sull'asfalto tra le case di Cascinette. Seguiamo la strada asfaltata che scende a raggiungere una strada maggiore (km 10,1).
Svoltiamo a destra e seguiamo l'asfalto fino all'inizio di un sentiero (km 10,4).
Il sentiero inizia dalla strada in discesa ed è facilissimo superarlo senza vederlo.
Il sentiero scende comodo nel bosco e termina sull'asfalto (km 10,8) alle prime case di Gorra.
A destra seguiamo la strada per cento metri e la lasciamo per prendere a sinistra una pista agricola.
Scendiamo sulla mulattiera tra campi e recinzioni foto e arriviamo sull'asfalto tra le case di Cavanne (km 11,6) foto.
Seguiamo la strada asfaltata che scende ad un incrocio e raggiunge la SP 11 sul fondovalle (km 12,7).
Andiamo a sinistra fino a raggiungere Avosso (km 14,2).
Dislivello: 770 m in discesa.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: 32%
Osservazioni:
Variante 42.1:
Appena entrati in Cavanne svoltiamo a sinistra. Ci sono subito due strade: prendiamo quella a sinistra che sale lievemente con fondo erboso foto.
La strada inizia a scendere con poca pendenza, tralasciamo le diramazioni in salita e arriviamo a un ruscello (km 0,3).
La strada sale un poco, stiamo a destra a qualche altro bivio e scendiamo passando al di sopra di una cascina.
La strada termina (km 0,6) e prosegue una mulattiera in cattive condizioni soprattutto a causa dei rami caduti.
Quando anche la mulattiera sparisce (km 0,8) scendiamo a destra seguendo provvidenziali segni rossi sugli alberi.
Scendiamo al meglio cercando un passaggio tra gli alberi. Dovremmo incontrare il cavo di acciaio di una vecchia teleferica che seguiamo in discesa.
Costeggiamo un ruscello e usciamo sulla SP11 (km 1,1).


     gps  slide

Descent from Madonna della Guardia to Avosso

Updating:
8/2006 We leave the little church of the Madonna della Guardia (attainable with the itinerary 1) above to Pentema and we follow the path that leaves the parvis in direction north.
Initially the path goes down. We get over some ascents with non cycle passages and we finish in plain to the intersection of the ridge (km 0,5; Coast of the Hen) where it passes the path FIE g3 and the itinerary 29.
We turn to the left following the path but we avoid some ascents effected by the trail sign FIE g3 following the path that skirts the ridge staying on the northern side.
We neglect some path both to the right both to the left and we go down to a grassy saddle where we continue the descent toward right.
We reach an evident fork (km 2) where we turn to the left, always on the trail sign, while to the right the mule track goes down to Carsi.
The path climbs to another fork where we leave to the left the ascent to the Liprando mountain. The path continues hillside, altogether cycle.
We cross areas still cultivated and we reach the houses in downfall of Crosi. We pass among the houses (km 3,9) and go down on the dirt road that reaches the country.
We follow in light descent this road but we leave it when, to the left, we meet the path with trail sign, (km 4,7; few visible).
With some non cycle ramps we reach the houses of Piani (km 5,2) that we cross in ascent.
The path is primarily in ascent but with some short descent, we go out of the wood in a zone of pastures, we leave to the right the chapel of the Grisu and, after some up-and-downs, we reach with a brief descent a saddle where is a little chapel (Pass of the Bank; km 7,1). We follow the dirt road in light ascent that cuts the side and it goes down to skirts a rifle range to whose term (km 8) it begins an ample road that goes down steep.
We passa close to the house of Fasciou (km 8,2) and continue up to the hairpin bend (km 9).
We take to the right here the path (trail sign FIE g3) that it advances in the vegetation. We proceed, with some ascents, on the path, that is almost entirely cycle, and we reach the little church of St. Bernard (km 9,6).
A short descent leads on the asphalt among the houses of Cascinette. We follow the road that goes down to reach a greater road (km 10,1).
We turn to the right and we follow the asphalt up to the beginning of a path to the right (km 10,4).
The path go down on the wood and ends on asphalt at the first houses of Gorra (km 10,9).
After one hundred metres we leave the asphalt ti take an agricultural road on the left.
We go down on a grassy mule-track. With increasing inclination we quickly go down going out on the asphalt among the houses of Cavanne (km 11,6).
We follow the tarmac that goes down to an intersection and it reaches the SP 11 on the floor of the valley (km 12,7).
We go to the left up to reach Avosso (km 14,2).
Gradient: 770 ms in descent.
Cycle: 97%
Tarmac: 32%
Observations:
Varying 42.1:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.