Itinerari mtb in Valle Scrivia
Itinerario 40
Discesa dal monte Maggio a Savignone, 2

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 5/2012 connessione
Punto di partenza: monte Maggio
Come arrivare: La vetta è raggiunta dall'itinerario 25.
Itinerario.
Seguiamo la cresta che costituisce la vetta ed il segnavia FIE (g59). I primi metri sono facili, poi inizia una ripidissima discesa nel bosco che costringe a superare a piedi i tratti più scabrosi. Superiamo una sella e saliamo seguendo il sentiero che attraversa lungamente a mezzacosta la montagna.
E' un percorso quasi interamente ciclabile a parte qualche breve, ripida salita.
Una decisa discesa ci porta a confluire su un sentiero più largo (km 2,5) dove un cartello indica la vetta del m. Maggio. I segnavia svoltano a destra per andare a Crocefieschi, anche noi svoltiamo a destra (fin qui in comune con l´itinerario 26).
Il largo sentiero scende, con scarsa pendenza. Dopo un tratto con qualche saliscendi la discesa diventa decisa. Superiamo un costone roccioso (catene) ed una sassosa discesa che ci porta ad un incrocio (km 3,4), ormai prossimi alla strada asfaltata.
Scendiamo a sinistra abbandonando il segnavia ed attraversando un prato. Con ripida discesa entriamo nel bosco e continuiamo a scendere sul sentiero che porta ad una casa dove seguiamo una stradina asfaltata (km 4,2).
Dopo circa 100 metri svoltiamo a sinistra entrando su una strada forestale. Dopo un lungo tratto con andamento a saliscendi la strada scende ripida e termina sull´asfalto alle case di Inagea (km 7,2).
Trascuriamo la larga strada a sinistra e svoltiamo nella seconda, vicina al torrente. Passiamo di fronte ad una casa ed attraversiamo una sbarra. Dopo aver attraversato un piazzale saliamo brevemente uscendo su una strada asfaltata (km 7,4).
L'area chiusa dalla sbarra è evitabile: vedi nota.
Seguiamo in salita la larga strada asfaltata che raggiunge numerosi capannoni industriali. La strada termina e proseguiamo su ripida sterrata che sale con un paio di curve.
La pendenza diminuisce e la strada diviene una comoda forestale che attraversa lungamente il versante sinistro orografico della valle.
Arriviamo ad un'area dove il bosco è rovinato da numerose piste tracciate dai fuoristrada. Qui (km 9,4) lasciamo la strada principale ed imbocchiamo una stretta strada forestale.
La salita termina alla chiesetta della Madonna delle Grazie (km 9,6) ed all'asfalto.
Scendiamo alle case di Costalovaia e proseguiamo fino all'incrocio con la SP63 (km 10,2).
Saliamo fino a Gabbie (km 10,5) per poi scendere a Savignone (km 11,5).
Dislivello: -720 m.
Ciclabilità: 96%
Asfalto: 23%
Osservazioni:
Nota 1: per evitare l'attraversamento dell'area sbarrata scendiamo sulla strada provinciale e la seguiamo a sinistra finché incontriamo a sinistra via Costalovaia (molte indicazioni di aziende; 400 metri da Inagea). Svoltiamo e seguiamo questa larga strada.


 mappa  foto  gps

Descent from mount May to Savignone, 2

Updating:
5/2012
Start point: Maggio mountain
How to arrive: The mountain is reached by the itinerary 25.
Itinerary.
We follow the ridge that constitutes the peak and the trail sign FIE (g59). The first meters are easy, then it begins a steep descent in the wood that it forces to overcome the most scabrous tracts on foot. We overcome a saddle and we climb following the path that longly crosses to hillside the mountain.
It's a almost entirely cycle run except some brief, steep slope.
A definite descent brings us to meet on a wider path (km 2,5) where a poster points out the peak of the m. May. The trail signs turn to the right for going to Crocefieschi, we turn to the right also (to here in common with the itinerary 26).
The wide path goes down, with little inclination. After a line with some ups and downs the descent it becomes definite. We overcome a rock (chains) and a stony descent that brings us to an intersection (km 3,4), by now next to the asphalted road.
We go down to the left leaving the trail sign and crossing a lawn. With steep descent we enter the wood and we keep on going down on the path that brings to a house where we follow an asphalted narrow road (km 4,2).
Later around 100 meters we turn to the left entering on a forest road. After a long tract with ups and downs the road it goes down steep and it finishes on the tarmac to the houses of Inagea (km 7,2).
We neglect to the left the wide road and we turn in the second, near to the stream. We pass in front of a house and we cross a bar. After having crossed a square we shortly go up going out on an asphalted road (km 7,4).
The area closed by the bar is avoidable: you see note.
We follow in slope the wide road that it reaches numerous industrial sheds. The road finishes and we continues on steep unmetalled road that climbs with a pair of curves.
The inclination decreases and the road becomes a comfortable forest track that longly crosses the left orographic slope of the valley.
We arrive to an area where the wood is ruined from numerous tracks traced by the offroad cars. Here (km 9,4) we leave the main road and we take a narrow forest road.
The slope finishes to the church of the Madonna of the Graces (km 9,6) and to the asphalt.
We go down to the houses of Costalovaia and we continue up to the intersection with the SP63 (km 10,2).
We go up to Gabbie (km 10,5) then to go down to Savignone (km 11,5).
Gradient: -720 ms.
Cycle: 96%
Tarmac: 23%
Observations:
Note 1: to avoid the crossing of the blocked area we go down on the provincial road and we follow to the left it as far as we meet to the left street Costalovaia (a lot of indications of firms; 400 meters from Inagea). We turn and we follow this wide road.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.