Itinerari mtb in Valle Scrivia
Itinerario 33
Discesa dal monte Antola a Chiappa

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 6/2014 connessione
Punto di partenza: monte Antola
Come arrivare: La montagna è raggiunta dall'itinerario 46 e dall'itinerario 5.
Itinerario.
Dalla cappelletta posta sotto alla cima scendiamo a sud passando dietro all'ex rifugio (segnavia FIE g2 e g10 tra gli altri). Il largo sentiero scende e raggiunge il bivio dove scende a sinistra la mulattiera per Bavastrelli (km 0,6).
Proseguiamo diritti passando a fianco della panca. Dopo un tratto pianeggiante il sentiero scende ripido e dissestato nella faggeta. Nel punto (km 0,9) in cui la mulattiera scende a sinistra per aggirare il monte Cremado lasciamo il segnavia e andiamo diritto sul sentiero che resta sul crinale.
Il sentiero supera un piccolo valico (km 1) dove lasciamo a destra la scorciatoia della variante 33.2 e iniziamo la salita.
Il sentiero guadagna un falso bivio sotto la vicina vetta del monte Cremado e prosegue aggirando la cima con parecchie parti non ciclabili.
Attraversiamo anche il pendio meridionale del monte e raggiungiamo il crinale (km 1,2) dove attraversiamo una recinzione di filo spinato.
Scendiamo sull'altro versante seguendo le piste lasciate dal bestiame. Tutte le tracce portano sul crinale ovest del Cremado, ma è conveniente seguire quelle più basse.
Scendiamo quindi in un avvallamento che costituisce la parte elevata del pascolo. Attraversiamo al meglio verso destra tra le molte tracce ingannevoli dovute al calpestio delle mandrie, evitando di perdere altra quota.
Raggiungiamo il crinale al confine tra bosco e pascolo (km 1,6) in corrispondenza dell'arrivo della variante 33.2.
Svoltiamo a sinistra e scendiamo seguendo il crinale.
Sul crinale la mulattiera è poco visibile ma basta seguire fedelmente la cresta e raggiungiamo una selletta (km 2,5) dove incrociamo una evidente mulattiera che attraversa il crinale. La seguiamo a sinistra e scendiamo in diagonale verso i sottostanti e visibili tetti rossi dei casoni di Giuan.
La mulattiera diventa ben visibile e con evidente bordatura in pietra e scende effettuando qualche tornante.
Quando il tracciato viene invaso da piante spinose lo lasciamo per scendere a destra per tracce di sentiero che attraversano il pascolo e portano ai Casoni di Giuan (km 3,1).
Prendiamo la larga mulattiera pianeggiante che va a destra. Dopo l'iniziale salita la mulattiera scende e si porta su una spalla.
Presso alcuni ruderi (km 4,3) la mulattiera si porta sul versante settentrionale e scende rapidamente.
Ritorniamo sul versante meridionale ed effettuiamo un tornante. La veloce discesa ci porta ad incrociare un'altra mulattiera dove incontriamo il segnavia FIE g2, seguito dall´itinerario 32, e poi ad un bivio con una croce (km 5,2).
Andiamo a destra (ma la strada a sinistra va altrettanto bene) seguendo il segnavia ed entriamo in paese.
Per orientarci tra le strette stradine scalinate seguiamo il segnavia che conduce in basso e poi si dirige a destra. Qui lo abbandoniamo per andare a sinistra (inizialmente segnavia FIE g30) uscendo sul piazzale del parcheggio (km 5,4).
Dislivello: -690 m
Ciclabilità: 97%
Asfalto:
Osservazioni: percorso sconsigliabile a causa delle difficoltà di orientamento nella parte iniziale.
Variante 33.2.
Offre un orientamento facile ed è più agevole del percorso principale, però è poco panoramica e piuttosto sporca. Ricordatevi che qui la neve permane a lungo.
Alla sella che precede la salita svoltiamo a destra, superiamo uno steccato e scendiamo nel bosco. Tagliamo il versante settentrionale del monte Cremado incontrando qualche parte scivolosa e qualche ramo di troppo.
La mulattiera termina sul crinale ovest (km 0,5) dove passa l'itinerario principale.


 mappa  foto  foto  foto  foto  gps

Descent from mount Antola to Chiappa, 2

Updating:
6/2014
Start point: Antola mountain
How to arrive: The mountain is climbed by the itinerary 46 and by the itinerary 5.
Itinerary.
From the little chapel under the top we go down to south passing behind the old shelter (trail sign FIE g2 and g10 among the others). The wide path goes down and it reaches the fork where it goes down to the left the mule-track to Bavastrelli (km 0,6).
We continue straight on passing beside the bench. After a level part the steep and rough path goes down through the beechwood.
In the point (km 0,9) in which the mule-track goes down to the left for revolving the Cremado mountain we leave the trail sign and go straight on the path that stays on the ridge.
The path overcomes a small pass (km 1) where we leave to the right the shortcut of the variation 33.2 and we begin the slope.
The path gains a forgery fork under the near peak of the Cremado mountain and continues revolving the top with quite a lot non cycle parts.
We also cross the southern slant of the mountain and we reach the ridge (km 1,2) where cross an enclosure of boned thread.
We go down on the other slope following the tracks left by the livestock. All the traces bring on the west ridge of the Cremado, but it are convenient to follow those lower.
We go down therefore in a subsidence that constitutes the elevated part of the pasture. We cross to the best toward right among the traces of the herds, avoiding to lose other altitude.
We reach the ridge to the border between wood and pasture (km 1,6) in correspondence of the arrival of the variation 33.2.
In the wood the path widens to mule-track and we continue coming near the ridge.
We turn to the left and we go down following the ridge.
The run on the ridge finishes to a saddleback (km 2,5) where we turn to the left and we contiune on the mule-track with evident edging in stone and it goes down effecting an hairpin bend.
When the path is invaded by thorny plants we leave it to go down to the right on traces of path that crosses the pasture and lead to the Casoni of Giuan (km 3,1).
We keep the leve mule-trackl that goes to the right. Shortly after the mule-track it goes down and leads on a shoulder.
Near some ruins (km 4,3) the mule-track turns on the northern side and it quickly goes down.
We return on the southern side and do an hairpin bend. The fast descent leads to cross another mule-track where we meet the trail sign FIE g2 followed by the itinerary 32 and then a fork with a cross (km 5,2).
Go to the right following the trail sign and we enter country.
To direct us among the narrow stairs streets we follow the trail sign that leads down and then directs to the right. We leave here it to go to the left (initially trail sign FIE g30) going out on the square of the parking lot (km 5,4).
Gradient: - 690 ms
Rideable: 97%
Tarmac:
Observations:
Varying 33.2.

It offers an easy orientation and it is easier than the main run, however it is little panning and rather dirty. Remember you that here snow remains for a long time.
To the saddle that precedes the slope we turn to the right, we overcome a fence and go down in the wood. We cut the northern slope of the Cremado mountain meeting too much some slippery part and some branch.
The mule-track finishes on the west ridge (km 0,5) where it passes the main itinerary.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.