Itinerari mtb a Praglia e al Gorzente
Itinerario 24
Discesa dal monte Penello ad Acquasanta

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 9/2015 connessione
Partenza: monte Penello
Come arrivare: La vetta (presso cui sorge il bivacco Bellani) è raggiunta dall'itinerario 1.
Itinerario.
Dal bivacco Bellani scendiamo verso ovest attraversando il prato fino a uscire sulla sterrata (km 0,1) nel punto in cui inizia il sentiero per Punta Martin.
Giriamo a sinistra e seguiamo la strada che scende e attraversa l'altopiano fino a raggiungere il tracciato del metanodotto (km 0,6).
Svoltiamo a destra e seguiamo il metanodotto trascurando il segnavia e l'itinerario 74 per Pegli. Passiamo presso una bella casella di pietra (km 1) e seguiamo il sentiero che lascia il metanodotto per spostarsi gradatamente a destra.
Scendiamo il crinale, con percorso difficile e disturbato dalle molte grosse pietre, e arriviamo sulla sella (km 2,4) che precede le rocce della Baiarda.
Trascuriamo sia il sentiero che prosegue verso la cappelletta, sia il sentiero segnato CP che va a destra e scendiamo a sinistra sul segnavia r13 .
Il sentiero scende al rio Condotti (km 2,7) e prosegue alternando zone ancora lastricate ad altre in rovina.
Ripidamente arriviamo al bivio col sentiero Frassati in località Moccio (km 3,6) dove proseguiamo diritto.
Il sentiero presenta ancora parti ripide ma è più scorrevole e interamente ciclabile. Arriviamo sulla strada del percorso delle Lische Alte (km 4,1; itinerario 19) che seguiamo a destra.
Scendiamo con qualche tornante e raggiungiamo la località Colla di Pra (km 5,3) dove giriamo a destra seguendo la strada asfaltata.
Trascuriamo alcune strade a destra e svoltiamo (km 6,2) in quella che supera un ponte e raggiunge il piazzale della stazione (km 6,3).
A sinistra inizia una discesa mattonata che ci porta a un ponte. Attraversiamo un paio di volte la strada asfaltata e usciamo sul piazzale del Santuario (km 6,7). Da lì in breve scendiamo alle case.
Dislivello: -840 m.
Ciclabilità: 94%
Asfalto: 17%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2015/9
Start point: Penello mountain
How to arrive: The summit (at which stands the Bellani bivouac) is is reached by the itinerary 1.
Itinerary.
From the bivouac Bellani we go down toward west crossing the lawn up to go out on the unmetalled road (km 0,1) in the point in which it begins the path for Point Martin.
We turn left and follow the road that goes down and it crosses the highland up to reach the route of the pipeline (km 0,6).
We turn to the right and follow the pipeline neglecting the trail sign and the itinerary 74 to Pegli. We pass near a beautiful box of stone (km 1) and we follow the path that leaves the pipeline to gradually moves to the right.
We go down the ridge, with difficult and disturbed by the a lot of big stones run, and we arrive on the saddle (km 2,4) that it precedes the rocks of the Baiarda.
We neglect both the path that it continues toward the Chapel, both that marked CP path that goes to the right and we go down to the left on the trail sign r13 .
The path goes down to Condotti brook (km 2,7) and it continues alternating zones paved to others ruined.
Steeply we reach the fork with the path Frassati in the place Moccio (km 3,6) where we continue straight.
The path offers steep parts but it is more flowing and entirely cycle. We arrive on the road of the run of the Lische Alte (km 4,1; itinerary 19) that we follow to the right.
We go down with some hairping bend and reach the place Pra Pass (km 5,3) where we turn to the right following the asphalted road.
We neglect to the right some roads and turn (km 6,2) on that that overcomes a bridge and it reaches the square of the station (km 6,3).
To the left it begins a paved descent that it brings us to a bridge. We cross a couple of times the asphalted road and go out on the square of the Sanctuary (km 6,7). Shortly we go down there to the houses.
Gradient: -840 ms.
Cycle: 94%
Asphalt: 17%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.