Itinerari mtb a Praglia e al Gorzente
Itinerario 23
Discesa dal Passo della Bocchetta a Ponte Nespolo

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 11/2014 connessione
Partenza: Passo della Bocchetta
Come arrivare: Il Passo è raggiunto dall'itinerario 15.
Itinerario.
Al passo della Bocchetta prendiamo la strada in direzione ovest (segnavia AVphp, E1, g11) affrontando subito la ripida salita iniziale.
La strada prosegue acciottolata e con pendenza decrescente alternando qualche ripida rampa a tratti quasi pianeggianti. Al bivio (km 0,6) con l'itinerario 17 continuiamo sulla salita fino a raggiungere il bivio (km 1,6) dove ha inizio il sentiero.
Lasciamo l'itinerario 17 e i segnavia per proseguire diritto sulla strada.
La salita ora è continua e impegnativa. Saliamo con qualche curva e usciamo tra le antenne della vetta del monte Leco (km 2,7) foto.
Torniamo indietro per cinquanta metri e lasciamo la strada imboccando un sentiero a sinistra. Scendiamo brevemente e saliamo la piccola vetta occidentale del monte Leco (km 2,8).
Il sentiero prosegue sul crinale con qualche passaggio su roccette, attraversa prati e boscaglie e sale ad una spalla (km 3,1) dove inizia la discesa.
Costeggiamo alcuni roccioni di splendida roccia puntando alla roccia più grande che costeggiamo alla base foto.
Dopo le rocce il sentiero diventa molto ripido e meno ciclabile e termina (km 3,8) sul sentiero percorso dai segnavia.
In comune con l'itinerario 17 andiamo a destra, scendiamo a una sella erbosa (km 3,9) e proseguiamo sul sentiero che attraversa il ripido versante sud della montagna uscendo poi sul crinale.
Scendiamo tra le praterie fino a raggiungere un bivio (km 4,6; Prà Lain) dove lasciamo a sinistra il segnavia AVbr5 che costituisce una possibile alternativa (vedi variante 7.2).
Affrontiamo la ripida e faticosa salita che attraversa le pendici orientali e settentrionali del monte Taccone foto.
Tratti ciclabili alternati a tratti impedalabili ci permettono di raggiungere il crinale settentrionale del monte Taccone (km 6,2).
Svoltiamo a destra sul sentiero che corre poco sotto al crinale e raggiunge il Passo Mezzano (km 6,6) foto. Scendiamo a sinistra sul sentiero che risulta più difficile dell'apparenza e raggiungiamo i prati a Prou Perseghin (km 7,4).
Lasciamo a sinistra il sentiero che scende a Cravasco e proseguiamo a mezza costa. Il sentiero passa prima sul versante settentrionale, poi su quello meridionale e prosegue sul crinale fino a raggiungere un bivio (km 8,9) foto.
Lasciamo il sentiero principale e svoltiamo a destra sul segnavia AVstringSN.
Scendiamo seguendo un sentiero fortemente scavato e dissestato. Quando la pendenza diminuisce possiamo procedere facilmente raggiungendo il punto più basso. Saliamo, affrontando due ripide rampe, ed usciamo sulla sommità del Bric Nasciu. Dopo qualche metro incontriamo un punto panoramico (km 10).
Il sentiero scende molto ripido e sassoso. Con qualche passaggio a piedi passiamo nei pressi di un monumento ai caduti partigiani e raggiungiamo un bivio (km 10,7) dove voltiamo a sinistra.
Il sentiero è in leggera discesa fino ad una recinzione dopo la quale scendiamo un tratto ripido e proseguiamo con qualche saliscendi. Al termine di un piano inizia una ripida discesa con tronchi come scalini. La discesa termina nei pressi della chiesetta del Lago Lungo (km 12).
Seguiamo a destra la strada che scende al lago Bruno. Al bivio del ponte (km 12,2) proseguiamo diritto giungendo alla casa della Direzione.
Passiamo tra la casa e il lago e proseguiamo sulla strada che percorre tutta la riva con qualche saliscendi e andamento sinuoso a causa delle insenature del lago foto foto.
Una discesa ci porta al tornante (km 13,8) dove troviamo l'itinerario 10 che seguiamo a destra sulla stretta strada pianeggiante. Attraversiamo due ponticelli e scendiamo a casa Preaduga (km 15,6) foto dove svoltiamo a sinistra sul sentiero che precede immediatamente la casa.
La discesa è abbastanza ripida ma sono difficili solo gli ultimi metri.
Attraversiamo il torrente Gorzente e saliamo l'opposta sponda uscendo sulla mulattiera (km 16,3) percorsa dall'itinerario 4. La mulattiera costeggia il torrente con bel percorso foto e raggiunge i prati umidi di Pian Remo (km 18,3). Qui saliamo a sinistra per qualche metro per aggirare il prato protetto e scendiamo poi fino al guado del rio Molini (km 18,7).
Proseguiamo, superando qualche passo non ciclabile, e usciamo sulla SP165 (km 19,1) che seguiamo a destra per raggiungere il guado sommergibile di Ponte Nespolo (km 19,4).
Dislivello: -890 m. e 600 m.
Ciclabilità: 89%
Asfalto: 2%
Osservazioni:

 mappa  gps


Updating: 11/2014
Start point: Bocchetta Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 15.
Itinerary.
To the Bocchetta Pass we take the road in west direction (trail sign AVphp, E1, g11) immediately facing the steep initial slope.
The road continues clattered and with decreasing inclination alternating some steep ramp to almost level tracts. To the fork (km 0,6) with the itinerary 17 continue on the slope up to reach the fork (km 1,6) where it has beginning the path.
We leave the itinerary 17 and the trail signs to continue straight on the road.
The slope is continuous and binding now. We climb with some curve and go out among the aerials of the peak of the Leco mountain (km 2,7).
We return back for fifty meters and leave the road taking to the left a path. We shortly go down and climb the small western peak of the Leco mountain (km 2,8).
The path continues on the ridge with some passage on rocks, it crosses lawns and brushwoods and goes up to a shoulder (km 3,1) where the descent begins.
We skirt along some big rocks of splendid rock aiming to the greatest rock that we skirt along to the base.
After the rocks the path becomes very steep and less cycle and finishes (km 3,8) on the path crossed by the trail signs.
In common with the itinerary 17 go to the right, we go down to a grassy saddle (km 3,9) and continue on the path that the steep south slope of the mountain crosses going out then on the ridge.
We go down on the grasslands up to reach a fork (km 4,6; Prà Lain) where we leave to the left the trail sign AVbr5 that it constitutes a possible alternative (you see varying 7.2).
We face the steep and fatiguing slope that crosses the oriental and northern slopes of the Taccone mountain.
Alternate cycle to not cycle tracts allow us to reach the northern ridge of the Taccone mountain (km 6,2).
We turn to the right on the path that races little bottom to the ridge and it reaches the Pass Mezzano (km 6,6). We go down to the left on the path that is more difficulty of the appearance and we reache the lawns to Prou Perseghin (km 7,4).
We leave to the left the path that goes down to Cravasco and continue to half coast. The path passes first on the northern slope, then on that southern and it continues on the ridge up to reach a fork (km 8,9).
We leave the main path and turn to the right on the trail sign AVstringSN.
We go down following a path strongly dug and ruined. When the inclination decreases we can easily proceed reaching the lowest point. We climb, facing two steep ramps, and go out on the summit of the Bric Nasciu. After some meter we meet a panoramic point (km 10).
The path goes down very steep and stony. With some passage on foot we pass near a monument to the fallen partisan and we reach a fork (km 10,7) where turn to the left.
The path is then in light descent up to an enclosure which go down a steep tract and we continue with some ups and downs. At the end of a plan it begins a steep descent with trunks as stairs. The descent finishes near the little church of the Long Lake (km 12).
We follow to the right the road that goes down to the lake Bruno. To the fork of the bridge (km 12,2) we continue straight reaching the house of the Direction.
We pass between the house and the lake and continue on the road that crosses the whole shore with some ups and downs and sinuous course because of the inlets of the lake.
A descent brings us to the hairping bend (km 13,8) where we find the itinerary 10 that we follow to the right on the narrow level road. We cross two bridges and go down to house Preaduga (km 15,6) where we turn to the left on the path that immediately precedes the house.
The descent is enough steep but are difficult only the last meters.
We cross the stream Gorzente and climb the opposite bank going out on the mule-track (km 16,3) crossed by the itinerary 4. The mule-track skirts along the stream with beautiful run and reaches the damp lawns of Pian Remo (km 18,3). We go up to the left for some meter to revolve the protected lawn and we go down then up to the ford of the brook Molini (km 18,7).
We continue, overcoming some non cycle pass, and go out on the SP165 (km 19,1) that we follow to the right for reaching the submergible ford of Bridge Nespolo (km 19,4).
Gradient: -890 ms. and 600 ms.
Cycle: 89%
Asphalt: 2%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.