Itinerari mtb a Praglia e al Gorzente
Itinerario 20
Anello di Capanne di Marcarolo

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 8/2014 connessione
Punto di partenza: Capanne di Marcarolo
Come arrivare: La chiesa della località è raggiunta dall'itinerario 4.
Itinerario.
Dalla chiesa di Capanne di Marcarolo scendiamo seguendo la provinciale per Voltaggio che presto sale per superare un dosso. Continuiamo in discesa prestando attenzione ad una evidente ampia sterrata che si apre a sinistra (km 1,4; metanodotto; segnavia FIE) e la seguiamo.
Presenta subito alcuni incroci: il primo è un falso bivio, al secondo ed al terzo andiamo a destra. Comunque basta seguire le indicazioni per Cirimilla e i segnavia FIE.
Con qualche saliscendi arriviamo all'inizio di una discesa (km 3,2) dove lasciamo la strada e svoltiamo a destra raggiungendo un gruppo valvole del metanodotto. Giriamo attorno all'impianto e seguiamo la strada che sale a un prato (km 3,4).
Affrontiamo una salita ripida e impedalabile seguendo il tracciato del metanodotto. Dopo una parte più agevole lasciamo il metanodotto e imbocchiamo un sentiero a sinistra segnalato da due ometti.
Il sentiero inizia in ripida salita tra i pini poi curva a sinistra con pendenza decrescente. Attraversiamo qualche bosco e una pineta al cui termine (km 3,8) inizia la discesa. Il sentiero è più largo ma meno visibile, spesso confuso dal corso di ruscelli.
Seguiamo gli utili ometti e usciamo da questa zona per attraversare il versante settentrionale della montagna. Il sentiero raggiunge un evidente valico (km 4,9) dove incontriamo il segnavia g1.
Qui possiamo proseguire sul filo del crinale per raggiungere la vetta del monte Tugello (circa 15 minuti a piedi).
Sul valico svoltiamo a destra e prendiamo la traccia a sinistra. Iniziamo la difficile discesa su una vecchia mulattiera coperta di sassi. Il percorso non è esposto ma richiede una discesa attenta e prudente a causa dei pendii ripidi e sassosi che attraversa.
Nei pressi di un burrone (km 5,2) la mulattiera curva a destra e inizia la lunga traversata verso sud. Superiamo qualche frana e qualche ruscello, normalmente asciutto.
La discesa è interrotta dalla salita che ci permette di superare una spalla (km 5,9). Scendiamo a un guado (km 6) dopo il quale la mulattiera inizia una lunga salita resa difficoltosa dall'erba molto alta che nasconde gli ostacoli e rallenta la progressione.
Al termine della salita (km 6,5) scendiamo ripidamente sulla mulattiera che effettua un paio di tornanti. Dopo il secondo tornante interrompiamo la discesa verso il vicino torrente e andiamo a destra seguendo gli ometti.
In moderata discesa arriviamo al termine della mulattiera (km 7,1) sulla sponda del torrente Gorzente. Seguiamo il greto con percorso variabile secondo le condizioni ma comunque non ciclabile e raggiungiamo l'asfalto in corrispondenza del ponte sommergibile del Nespolo (km 7,4).
Prendiamo la strada e la seguiamo a destra fino a tornare a Capanne di Marcarolo (12,8).
Dislivello: -420 m. e 440 m.
Ciclabilità: 93%
Asfalto: 55%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto

Capanne di Marcarolo loop

Updating:
8/2014
Start point: Capanne di Marcarolo
How to arrive: The church on the place is reached by the itinerary 4.
Itinerary.
From the church of Capanne di Marcarolo we go down following the provincial road to Voltage that soon climbs to overcome a back. We continue in descent paying attention to an evident ample unmetalled road that opens to the left (km 1,4; pipeline; trail sign FIE) and we follow it.
Immediately we meet some intersections: the first one is a forgery fork, at the second and at the third we go to the right. However just follow the indications to Cirimilla and the trail signs FIE.
With some ups and downs we reach the beginning of a descent (km 3,2) where we leave the road and turn to the right reaching a group of valves of the pipeline. We turn around the plant and follow the road that climbs to a lawn (km 3,4).
We face a steep and not cycle slope following the layout of the pipeline. After an easier part we leave the pipeline and we take a path to the left signalled by two cairns.
The path begins steeply slope then curves to the left with decreasing inclination among the pines. We cross some wood and a pinewood to whose term (km 3,8) it begins the descent. The path is more widest but less visible, often confused by the course of brooks.
We follow the useful cairns and go out of this zone to cross the northern slope of the mountain. The path reaches an evident pass (km 4,9) where we meet the trail sign g1.
Here we can continue on the thread of the ridge to reach the peak of the Tugello mountain (around 15 minutes on foot).
On the pass we turn to the right and take the left trace. We begin the difficult descent on an old mule-track covered with stones. The run is not exposed but it asks for a careful and prudent descent because of the steep and stony slant that it crosses.
Near a canyon (km 5,2) the mule-track curves to the right and it begins the long crossing toward south. We overcome some landslide and some brook, normally dry.
The descent is interrupted by the slope that it allows us to overcome a shoulder (km 5,9). We go down to a ford (km 6) after which the mule-track begins a long slope made difficult by the very high grass that hides the obstacles and slow down the progression.
At the end of the slope (km 6,5) we steeply go down on the mule-track that effects a pair of hairping bends. After the second hairping bend we interrupt the descent toward the near stream and go to the right following the cairns.
In moderate descent we arrive at the end of the mule-track (km 7,1) on the bank of the stream Gorzente. We follow the pebbly shore with run variable according to the conditions but however not cycle and we reach the asphalt in correspondence of the submergible bridge of the Nespolo (km 7,4).
We take the road and follow to the right it up to return to Capanne of Marcarolo (12,8).
Gradient: -420 m. e 440 m.
Cycle: 93%
Tarmac: 55%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.