Itinerari mtb a Praglia e al Gorzente
Itinerario 16
Discesa dal Turchino ad Acquasanta

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 9/2009 connessione
Punto di partenza: Passo del Turchino
Come arrivare: Il Passo è raggiunto dall'itinerario 5 e dall'itinerario 2.
Itinerario.
L´itinerario inizia sulla strada asfaltata all'uscita nord della nuova galleria che attraversa il valico.
Saliamo a destra in una strada che ci porta all'ingresso della vecchia galleria e qui svoltiamo a destra. Superiamo la sterrata per la Cappelletta di Masone e proseguiamo sull'asfalto fino al Passo del Turchino (km 0,8).
Svoltiamo a sinistra e prendiamo la sterrata, chiusa da una sbarra, in direzione est, percorrendo al contrario l´itinerario 2 (segnavia dell'Alta Via AVphp).
La strada sale per circa 1500 metri, poi effettua alcuni saliscendi ed infine scende all'ampia sella prativa del Passo del Veleno (km 4,2).
Alla massima depressione svoltiamo a destra prendendo il sentiero con segnavia FIE r54. Il sentiero è un po' dissestato ma non troppo ripido ed è stato "spianato" dai passaggi che hanno cancellato le opere di contenimento realizzate pochi anni fa ed è pronto per essere distrutto dalla prossima alluvione.
La discesa è interrotta da brevi salite comunque ciclabili ed il sentiero termina sull'asfalto (km 5,9).
Seguiamo a sinistra la strada asfaltata. Dopo una curva in discesa, di fronte ad alcune cascine (km 6,3), svoltiamo a destra in una stradina con fondo erboso (segnavia FIE r54 su un palo).
Raggiungiamo rapidamente una cascina (km 6,5). Scendiamo a sinistra direttamente nel prato e alla sua estremità sinistra troviamo il sentiero.
Scendiamo nel bosco con tratti ripidi perdendo velocemente quota fino al bivio con un sentiero più largo (km 6,8), svoltiamo a destra e, con andamento pressoché pianeggiante, raggiungiamo un'area pic-nic (km 7,5).
Proseguiamo in leggera salita e giungiamo ad un incrocio (km 7,6).
Continuiamo diritti sul segnavia e saliamo brevemente attraversando il campo di tiro con l'arco.
Dopo un tratto pianeggiante andiamo in discesa fino a confluire su una strada sterrata (km 8,5) all'incrocio con un oleodotto.
Svoltiamo a sinistra sulla strada con fondo in cemento. Al primo bivio (km 8,9) svoltiamo a destra e scendiamo ad incrociare una strada (km 9,1) che seguiamo a sinistra su asfalto.
Quando i segnavia svoltano a sinistra (km 9,3) li seguiamo imboccando una mulattiera inizialmente facile ma poi ostacolata da una frana. Dopo qualche metro a piedi (sono gli unici) proseguiamo con difficoltà decrescenti.
La mulattiera diventa una stradina col fondo in cemento e scende alle prime case di Acquasanta (km 9,7).
Svoltiamo a destra e raggiungiamo la vicina piazza.
Dislivello: -620 m.
Ciclabilità: quasi 100%
Asfalto: 16%.
Osservazioni: la pista down-hill è mantenuta a cura di un gruppo di amici (Figgi da Yole).
Variante 16.1.
Al km 7,6 lasciamo il segnavia che prosegue e svoltiamo a sinistra seguendo la pista che è attrezzata con pedane e salti (evitabili).
Il sentiero termina sulla strada asfaltata (km 0,4). Svoltiamo a destra. Poco dopo superiamo l'agriturismo Grilla e proseguiamo la discesa fino all'Acquasanta.


 mappa  gps  foto  foto  foto  foto

Descent from the Turchino Pass to Acquasanta

Updating:
9/2009
Start point: Turchino Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 5 and by the itinerary 2.
Itinerary.
The itinerary begins on the asphalted road to the exit north of the gallery that crosses the pass.
We climb to the left in a road that brings us to the unsurfaced road for the Cappelletta of Masone. We stay on the asphalt and we climb to the Pass of the Turchino (km 0,8).
We turn to the left and we take the unsurfaced road, closed by a bar, in east direction, crossing contrarily the itinerary 2 (trail sign of the High Run AVphp).
The road climbs for around 1500 meters, then it effects some ups and downs and it finally goes down to the ample meadow saddle of the Veleno Pass (km 4,2).
To the maximum depression we turn to the right taking the path with trail sign FIE r54. The path is some ruined but not too much steep and it has been "flattened" by the passages that they have cancelled the works of containment realized few years ago and it is ready to be destroyed by the next flood.
The descent is interrupted by brief slopes however cycle and the path finishes on the asphalt (km 5,9).
We follow to the left the asphalted road. After a curve in descent, in front of some farmhouses (km 6,3), we turn to the right in a narrow road with grassy bottom (trail sign FIE r54 on a pole).
We quickly reach a farmhouse (km 6,5). We directly go down to the left in the lawn and to its left extremity we find the path.
We go down in the wood with steep tracts quickly losing altitude up to the fork with a wider path (km 6,8), we turn to the right and, with almost level course, we reach an area pic-nic (km 7,5).
We continue in light slope and we come to an intersection (km 7,6).
We continue straight on the trail sign and we shortly climb crossing the field of archery .
After a level tract we go to descent up to meet on an unmetalled road (km 8,5) to the intersection with a pipeline.
We turn to the left on the road with bottom in cement. To the first fork (km 8,9) we turn to the right and we go down to cross a road (km 9,1) that we follow to the left on asphalt.
When the trail signs turn to the left (km 9,3) we follow its initially taking an easy mule-track but then hindered by a landslide. After some meter by foot (they are the only ones) we continue with decreasing difficulty.
The mule-track becomes a narrow road with the bottom in cement and goes down to the first houses of Acquasanta (km 9,7).
We turn to the right and we reach the close square.
Gradient: -620 ms.
Cycle: almost 100%
Asphalt: 16%.
Observations: the track down-hill is maintained by a group of friends (Figgi da Yole).
Varying 16.1.
To the km 7,6 we leave the trail sign that continues and we turns to the left following the track that is equipped with platforms and jumps (avoidable).
The path finishes on the asphalted road (km 0,4). We turn to the right. Shortly after we overcome the agritourism Grilla and we continue the descent up to the Acquasanta.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.