Itinerari mtb a Praglia e al Gorzente
Itinerario 02
Discesa dal Monte Penello, via Passo del Veleno

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 8/2017 connessione
Punto di partenza: monte Penello
Come arrivare: La vetta (presso cui sorge il bivacco Bellani) è raggiunta dall'itinerario 1.
Itinerario.
Dalla vetta scendiamo verso nord fino al valico (Colle Gandolfi; km 0,6) e qui svoltiamo a sinistra. Un sentierino con qualche sasso ci porta ad un incrocio segnalato: a sinistra scendono i segnavia.
Li seguiamo scendendo con qualche corto tratto dissestato giungendo a una "casella" di pietra (km 1,4).
Dopo qualche saliscendi arriviamo a una sella erbosa (km 2) dove seguiamo, in leggera salita, il sentiero principale.
Superiamo la salitella e scendiamo attraverso la prateria fino ad affacciarci sul Passo del Veleno.
Il sentiero scende inizialmente ripido ed usciamo sul Passo (km 3,8). A sinistra scende il segnavia FIE r54 e l'itinerario 16 per Giutte.
Lo tralasciamo ed andiamo verso destra in salita. Il sentiero si trasforma in strada (a destra variante 2.1) che attraversa il versante settentrionale della montagna prevalentemente in salita ma con qualche discesa.
Raggiunto il punto più alto proseguiamo in discesa raggiungendo una sbarra e l´asfalto (km 8). Qui incontriamo l'itinerario 5 delle alture genovesi e possiamo utilizzarlo scendendo a sinistra. Andiamo a destra e seguiamo l'asfalto fino all'ingresso settentrionale della galleria del Turchino (km 8,5).
Dislivello: -580 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 10%
Osservazioni:
Variante 2.1. Molto utile per scendere a Masone.
Al Passo del Veleno seguiamo in salita l'itinerario principale. Dopo meno di 100 metri incontriamo il tracciato dell'oleodotto. Qui svoltiamo a destra e seguiamo le paline dell'oleodotto (anche segnavia FIE g57).
La discesa è facile mentre il sentiero costeggia fedelmente i pali. Raggiungiamo un elettrodotto ed il sentiero svolta nettamente a sinistra (km 1).
La discesa è ora più ripida e dissestata ma rimane abbastanza ciclabile. Costeggiamo una recinzione ed usciamo sull'asfalto (km 1,7). Svoltiamo a sinistra e seguiamo la stradina che porta ad incrociare l'itinerario 6 e a Masone (km 6,8).


 mappa  foto  foto  foto  foto  foto  foto  gps

Descent from Monte Penello, via Passo del Veleno

Updating: 2017/8
Start point: Penello mountain
How to arrive: The summit (at which stands the Bellani bivouac) is is reached by the itinerary 1.
Itinerary.
From the summit we go north to the pass (Colle Gandolfi, km 0.6) and here we turn left. A path with some stones leads us to a marked crossroads: on the left the signs go down.
We follow them down with short some rough slope reaching a "casella" (km 1.4).
After a few climbs we reach a grassy saddle (km 2) where we follow, on slight uphill, the main path.
We overtake the slope and descend through the prairie to reach the Veleno Pass.
The trail begins steeply and we exit on the Pass (km 3,8). To the left comes the sign FIE r54 and itinerary 16 to Giutte.
We miss it and go right uphill. The path turns into a road (right variant 2.1) that crosses the northern slope of the mountain mostly uphill but with some descent.
Once we reach the highest point we continue downhill reaching a bar and asphalt (km 8). Here we find Route 5 of the Genoese hills and we can use it by going down to the left.
We go right and follow the asphalt to the north entrance of the Turchino tunnel (km 8,5).
Gradient: -580 ms.
Cycle: 99%
Observations:
Varying 2.1. Very useful to go down to Masone.
To the Pass of the Poison we follow in ascent the main itinerary. After less than 100 meters we meet the layout of the pipeline. We turn to the right here and we follow the ranging rods of the pipeline (also trail sign FIE g57).
The descent is easy while the path faithfully skirts the poles. We reach a power line and the path it turns to the left clearly (km 1).
The descent is steep and ruined but it is cycle. We skirt an enclosure and we go out on the asphalt (km 1,7). We turn to the left and we follow the narrow road that brings to cross the itinerary 6 and to Masone (km 6,8).

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.