Itinerari mtb nel Golfo Paradiso
Paradiso 18
Discesa dal monte Orsena a Recco

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 4/2013 connessione
Punto di partenza: monte Orsena
Come arrivare: Il Santuario Madonna di Caravaggio presso la sommitÓ è raggiunto dall'itinerario 19.
Itinerario.
Dal santuario della Madonna di Caravaggio scendiamo a sud seguendo la lunga scala. Arrivati agli ultimi scalini svoltiamo a destra seguendo la comoda mulattiera lastricata che termina sul crinale dove troviamo il segnavia FIE r23 (km 0,8).
Svoltiamo a sinistra e seguiamo l'ampio sentiero, in comune con l'itinerario 1. Attraversiamo una zona con prati dove lasciamo a destra una traccia che scende ed entriamo nel bosco.
Il percorso diventa difficile e non del tutto ciclabile a causa dei passaggi rocciosi e di zone dove il sentiero è molto stretto.
Una breve salita ci porta ad un'altra zona prativa sul crinale e a un quadrivio (km 2).
Lasciamo il sentiero principale ed il percorso 1 per scendere a destra su una strada sterrata.
Al primo tornante (km 2,2) lasciamo la strada ed imbocchiamo il sentiero a sinistra (segnavia r54).
Il sentiero è piuttosto ripido e con tratti sassosi ma è ciclabile. Superiamo un rudere (km 2,4) ed usciamo su un prato che costeggiamo proseguendo sul sentiero.
Ad un piccolo bivio (km 2,8) scendiamo a sinistra del crinale e proseguiamo sulla mulattiera che porta ad una casa e all'asfalto (km 3,5).
Proseguiamo sulla strada e la seguiamo fino alla curva (km 3,7) dove la lasciamo per proseguire sulla crosa a scalini.
Attraversiamo una strada (km 4,2) e proseguiamo sulla crosa che inizia con una scala.
Dopo un tratto facile la scala diventa molto stretta e termina su un'altra strada (km 4,5).
Non seguiamo il segnavia ma la strada andando a sinistra per cinquanta metri. Qui prendiamo la scala che scende a destra e ci porta su una crosa che seguiamo in discesa.
Ritroviamo il segnavia e seguiamo la crosa; aggiriamo un tratto chiuso per frana e riprendiamo la crosa che termina su una strada (km 4,9).
Attraversiamo e scendiamo una scala che ci porta sull'asfalto al di sotto della linea ferroviaria. Scendiamo a destra e raggiungiamo il centro di Recco (km 5,1).
Dislivello: -630 m.
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 2%
Osservazioni: se non amate le scale sarà meglio che evitiate questo percorso: penso che ci siano circa 900 scalini.
Variante 18.1.
Al bivio del km 0,8 continuiamo sul crinale fino alla zona con prati e qui svoltiamo a destra lasciando i segnavia e il crinale.
La discesa è ripida nei primi metri ma il sentiero prosegue poi largo e agevole. Superiamo un falso bivio e una zona dissestata e arriviamo su una sterrata (km 1).
Seguimo la sterrata a sinistra e scendiamo a una strada asfaltata (km 1,4) che seguiamo a sinistra.
Al tornante (km 2,4) possiamo prendere a sinistra il corto sentiero che taglia una curva e proseguiamo sulla strada trascurando alcune laterali.
Superiamo il punto più basso (km 2,7) e saliamo al crinale (km 2,9) dove ritroviamo l'itinerario principale. Ciclabilità: quasi 100%. Aprile 2015.


mappa  foto  foto  gps

Go down from Orsena mountain to Recco

Updating:
4/2013
Start point: Orsena mountain
How to arrive: The Sanctuary Madonna di Caravaggio, close to the summit of the Orsena mountain, is reached by the itinerary 19.
Itinerary.
From the sanctuary of the Madonna of Caravaggio we go down to south following the long staircase. Reached the last stairs we turn to the right following the comfortable paved mule-track that finishes on the ridge where we find the trail sign FIE r23 (km 0,8).
We turn to the left and we follow the ample path, in common with the itinerary 1. We cross a zone with lawns where we leave to the right a trace that goes down and we enters the wood.
The run becomes difficult and not entirely cycle because of the rocky passages and of zones where the path is very narrow.
A short slope brings us to another meadow zone on the ridge and to a crossroads (km 2).
We leave the main path and the run 1 to go down to the right on a dirt road.
To the first hairpin bend (km 2,2) we leave the road and we take to the left the path (trail sign FIE r54).
The path is rather steep and with stony tracts but it is cycle. We overcome a ruin (km 2,4) and we go out on a lawn that we skirt along continuing on the path.
To a small fork (km 2,8) we go down to the left of the ridge and we continue on the mule-track that brings to a house and to the asphalt (km 3,5).
We continue on the road and we follow it up to the curve (km 3,7) where we leave it to continue on the stairs "crosa".
We cross a road (km 4,2) and we continue on the "crosa" that begins with a staircase.
After an easy tract the staircase becomes very narrow and finishes on another road (km 4,5).
We don't follow the trail sign but the road going to the left for fifty meters. Here we take the staircase that goes down to the right and it brings us on a "crosa" that we follow in descent.
We find again the trail sign and we follow the "crosa"; we revolve a tract closed because of landslide and we take back the "crosa" that finishes on a road (km 4,9).
We cross and go down a staircase that brings us on the asphalt below the railway line. We go down to the right and we reach the center of Recco (km 5,1).
Gradient: -630 ms.
Cycle: 95%
Asphalt: 2%
Observations: if you don't love the staircases it will be better that you avoid this run: I think that there are around 900 stairs.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.