Itinerari mtb nel Golfo Paradiso
Paradiso 13
Discesa da Uscio a Recco

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 4/2011 connessione
Punto di partenza: Uscio
Come arrivare:
Itinerario.
Raggiunta la chiesa di Uscio (km 0) proseguiamo in salita per alcune centinaia di metri. Quando a destra si stacca una strada secondaria in salita (indicazione per casa Arnaldi; km 0,5) la prendiamo. La strada sale asfaltata e porta all'ingresso della Casa di cura Arnaldi (km 2,1).
Seguiamo costantemente la strada principale ma la lasciamo per seguire i segnavia FIE r11 e r23 quando vanno a sinistra.
Saliamo una scala ed imbocchiamo un largo sentiero pianeggiante che costeggia gli ultimi edifici della Colonia.
Proseguiamo comodamente pianeggiando fino ad un ponticello che scavalca una strada (passo Spinarola, km 3,1).
Il sentiero prosegue in salita (a sinistra lasciamo r11 e proseguiamo con r23 e con 2G), cambia versante e poi scende ad un colletto (km 5,7) dove tralasciamo il sentiero a sinistra e proseguiamo diritti.
Attraversiamo il versante del monte e ritorniamo sul crinale al Passo del Gallo (km 6,5).
Lasciamo i segnavia FIE ed il sentiero di crinale per scendere a destra in un invisibile sentiero nel prato (segnavia g7).
Il sentiero diventa sempre più visibile ed entra nel bosco. Superiamo alcuni ruderi e raggiungiamo un bivio (km 7,3) dove teniamo la sinistra anche se i due rami si ricongiungono.
Il sentiero termina in una strada privata (km 7,5) che seguiamo a destra scendendo all'asfalto (km 7,7) in corrispondenza del parcheggio di Stèneri.
Svoltiamo a sinistra e subito a destra per entrare tra le case sparse del paesino. Seguiamo una strada in cemento che costeggia le case con percorso quasi pianeggiante. Lasciamo una mulattiera (km 8) che sale e scendiamo ripidamente fino a lasciare l'ultima casa.
Il buon sentiero attraversa il prato tra i castagni. Dobbiamo lasciarlo dopo meno di duecento metri per scendere a destra un tratto ripido e dissestato, ma di pochi metri, che porta ad una recinzione.
Non seguiamo il sentiero in rovina che scende al termine della recinzione ma andiamo a destra seguendo una traccia. Il percorso è poco evidente, vari sentieri si intrecciano e si confondono. Cerchiamo di seguire quello con caratteristiche di mulattiera e ci avviciniamo ad un gruppo di case che lasciamo a sinistra (km 8,5).
La mulattiera è evidente ma diventa una rovina dopo aver attraversato un fosso. La discesa è delicata a causa del fondo dissestato e del profondo fossato che dobbiamo costeggiare.
Raggiungiamo un bivio (km 8,5) e proseguiamo a destra, facilmente tranne una breve scala da salire.
Raggiungiamo alcune case e scendiamo ad un parcheggio (km 8,8; Vescina). Proseguiamo sulla stradina a sinistra e svoltiamo ancora a sinistra al primo bivio imboccando una breve scala.
Percorriamo un tratto facile che ci porta all'inizio di una lunga scala (km 9) che scende con molti tornanti e bassi scalini. Il tratto non è difficile ma occorre fare attenzione a causa degli alti muri di sostegno.
Attraversiamo una strada (km 9,3) e continuiamo a scendere sulla mulattiera con caratteristiche simili. Quando la scala termina (km 9,5) seguiamo in ripida discesa una stradina col fondo in cemento. La strada diventa asfaltata e termina sulla SP 333 (km 9,8).
Svoltiamo a sinistra e, poco dopo, a destra per prendere una strada che scende ad un ponte (km 10) sul torrente Recco.
Seguiamo sempre la strada che sale effettuando un tornante, dove incontriamo l'itinerario 11 che ora seguiremo, e raggiungendo il municipio di Avegno (km 10,3). Dopo cento metri lasciamo l'asfalto e prendiamo la mulattiera a sinistra. La strada scende ad un gruppetto di case dove proseguiamo in salita passando al di sotto di un volto.
Raggiungiamo le case di Corticella e scendiamo alla piazza (km 10,8).
Attraversiamo la strada e raggiungiamo l'elegante ponte sul torrente Arbora. Al di là del ponte proseguiamo sull'asfalto costeggiando il torrente e raggiungiamo un ponte (km 11,3).
Attraversato il ponte seguiamo la SP333 per circa centocinquanta metri e prendiamo a destra una strada pedonale.
Attraversiamo di nuovo il torrente e seguiamo la strada sulla riva destra. Attraversiamo il raccordo per l'autostrada (km 12,4) e proseguiamo diritti fino a raggiungere il centro di Recco (km 13,1).
Dislivello: -615 m, +280 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 41%
Osservazioni: La Colonia Arnaldi ha ripreso l'attività. Potrebbe essere interdetto l'accesso al parco ma dovrebbe prima essere stato predisposto un sentiero alternativo.


mappa  gps

Descent fron Uscio to Recco, via Vescina

Updating:
4/2011
Start point: Uscio
How to arrive:
Itinerary.
Reached the church of Uscio (km 0) we continue in slope for some hundred meters. When to the right it begins a secondary road in slope (indication for house Arnaldi; km 0,5) we take it. The road climbs asphalted and leads to the entry of the Nursing home Arnaldi (km 2,1).
We constantly follow the main road but we leave it to follow the trail signs FIE r11 and r23 when they go to the left.
We climb a staircase and we take a wide level path that skirts along the last buildings of the Colony.
We comfortably continue plain to a bridge that cross over a road (Spinarola pass, km 3,1).
The path continues in slope (to the left leave r11 and we continue on r23 and on 2G), it changes slope and then it goes down to a pass (km 5,7) where we skip to the left the path and we continue straight.
We cross the slope of the mountain and we return on the ridge to the Pass of the Gallo (km 6,5).
We leave the trail signs FIE and the path of ridge to go down to the right on an invisible path in the lawn (trail sign g7).
The path becomes more and more visible and enters the wood. We overcome some ruins and we reach a fork (km 7,3) where we hold the left even if the two branches are rejoined.
The path finishes in a private road (km 7,5) that we follow to the right going down to the asphalt (km 7,7) in correspondence of the parking lot of Stèneri.
We turn to the left and immediately to the right to enter among the shed houses of the country. We follow a concrete road that skirts along the houses with almost level run. We leave a mule-track (km 8) that climb and we steeply go down up to leave the last house.
The good path crosses the lawn among the chestnut trees. We have to leave it after less than two hundred meters to go down to the right a steep and ruined tract, but of few meters, that it brings to an enclosure.
We don't follow the path in downfall that goes down at the end of the enclosure but we goes to the right following a trace. The run is a little evident, various paths weave its and they confuse its. We try to follow that with characteristics of mule-track and approach to a group of houses that we leave to the left (km 8,5).
The mule-track is evident but it becomes a ruin after having crossed a ditch. The descent is delicate because of the ruined ground and of the depth ditch that we have to skirt along.
We reach a fork (km 8,5) and we continue to the right, easily except a brief staircase to be climbed.
We reach some houses and we go down to a parking lot (km 8,8; Vescina). We continue to the left on the narrow road and we turn to the left again at the first fork taking a brief staircase.
We cross an easy tract that brings us to the beginning of a long staircase (km 9) that it goes down with many hairpin bends and low stairs. The tract is not difficult but it is necessary to watch out because of the tall walls of support.
We cross a road (km 9,3) and we keep on going down on the mule-track with similar characteristics. When the staircase finishes (km 9,5) we follow in steep descent a narrow road with the ground in concrete. The road becomes asphalted and it finishes on the SP 333 (km 9,8).
We turn to the left and, shortly after, to the right to take a road that goes down to a bridge (km 10) on the stream Recco.
We always follow the road that climbs effecting a hairpin bend, where we meet the itinerary 11 that now we will follow, and reaching the town hall of Avegno (km 10,3). After one hundred meters we leave the asphalt and we take to the left the mule-track. The road goes down to a group of houses where we continue in slope passing below a vault.
We reach the houses of Corticella and we go down to the square (km 10,8).
We cross the road and we reach the elegant bridge on the stream Arbora. Beyond the bridge we continue on the asphalt skirting along the stream and we reach a bridge (km 11,3).
Crossed the bridge we follow the SP333 for around 150 meters and we take to the right a pedestrian road.
We cross again the stream and we follow the road on the right shore. We cross the link for the highway (km 12,4) and we continue straight up to reach the center of Recco (km 13,1).
Gradient: -615 ms, +280 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 41%
Observations: The Colony Arnaldi has taken the activity. The access could be interdicted but before it would owe an alternative path to have been predisposed.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.