Itinerari mtb nel Golfo Paradiso
Paradiso 11
Discesa da Case Còrnua a Recco, via Terrile

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 1/2011 connessione
Punto di partenza: Case Còrnua
Come arrivare: La località (trattoria) è posta sulla strada panoramica del monte Fasce. E' raggiungibile con leggera deviazione dall'itinerario 48.
Itinerario.
Dall'osteria scendiamo in direzione di Uscio. Dopo circa 500 metri, appena superata la cappelletta, lasciamo l´asfalto e svoltiamo a destra. Superiamo alcuni scalini e lasciamo a destra i segnavia FIE ed i percorsi 2, 3, 6.
Saliamo a sinistra per una breve rampa proseguendo la salita sul filo del crinale. Entrati in un boschetto (km 0,9) prendiamo il sentiero a sinistra ed iniziamo ad attraversare le pendici settentrionali del monte Còrnua.
Il sentiero è stretto e fangoso ma quasi pianeggiante e ciclabile. Arriviamo ad un bivio (km 1,2) al di sopra di un fienile ed andiamo a destra per salire al crinale (km 1,4).
Percorriamo la sella erbosa e saliamo alla quota 665 del monte Còrnua (km 1,5).
Il sentiero ora scende sempre sul crinale e presenta qualche passaggio roccioso ed una breve salita. Percorriamo in discesa alcune placche di roccia e raggiungiamo un quadrivio (km 2,3). Il sentiero a destra scende a Testana ma noi svoltiamo a sinistra ed imbocchiamo una buona mulattiera che percorre il fianco della montagna.
La mulattiera è comoda e semplice anche se alcuni muri di sostegno creano qualche tratto "alto". La lunga traversata termina con la discesa che ci porta a costeggiare una casa prima di uscire sull'asfalto (km 3,6) in località Calcinara.
Seguiamo l'asfalto a destra fino alla curva (km 3,7) dove lo lasciamo per prendere la mulattiera a sinistra.
Scendiamo velocemente e ritroviamo l'asfalto (km 4) che attraversiamo tenendoci un poco a destra. La mulattiera, all'inizio spesso allagata, supera un ponte e raggiunge l'asfalto (km 5) all'inizio di Terrile.
Attraversiamo la strada e scendiamo la scala che porta sul sagrato della chiesa. Proseguiamo nel vicolo sulla sinistra affrontando una scalinata che termina sulla strada asfaltata (km 5,3).
Seguiamo a sinistra la strada che effettua un tornante e diviene sterrata nei pressi dell'ultima casa.
Proseguiamo sull'ampia sterrata. Tralasciamo a sinistra (km 5,9) la scala percorsa dalla variante 11.1 e seguiamo la strada con comoda discesa.
La strada si restringe a mulattiera che ci passa a fianco di una casa superata la quale incontriamo un ponte sulla sinistra (km 7). Lo ignoriamo e Proseguiamo costeggiando il torrente Recco in riva destra. Superiamo alcuni edifici in rovina (vecchio mulino) e saliamo qualche tratto rovinato fino a raggiungere un piccolo campo sportivo (km 7,4).
Alcuni metri dopo il campo lasciamo a destra un cava allagata. Dopo una corta salita la mulattiera diventa pianeggiante e diventa cementata ed in discesa nei pressi di alcune case.
Usciamo sull'asfalto (km 7,9) e lo seguiamo a destra. Al primo incrocio (km 8) svoltiamo a sinistra, scendiamo ad un ponte e proseguiamo in salita fino al termine della strada (km 8,6).
Andiamo a sinistra e scendiamo una scala di cemento. Al termine proseguiamo a destra (a sinistra ponte e mulattiera proveniente da Avegno Chiesa) su ampia mulattiera lastricata.
Andiamo diritti nei pressi di una casa e proseguiamo alti sul torrente. La mulattiera scende e termina in località La Costa (km 9,4) in una strada tra le case dove svoltiamo a destra.
Raggiungiamo la strada principale e proseguiamo fino ad un bivio (km 9,7). Qui prendiamo la strada a destra, in salita.
La strada raggiunge ed attraversa via G.Govi (km 9,9).
La crosa passa sotto ad un voltino e raggiunge un bivio tra le case di Corticella (km 10,3).
Scendiamo alla piazzetta, la attraversiamo ed attraversiamo anche la strada proseguendo sulla mulattiera che porta al vicino bel ponte (km 10,5) sul torrente Arbora.
Proseguiamo su una stradina asfaltata che costeggia il fiume e conduce ad un ponte (km 11,2).
Attraversato il ponte usciamo sulla SP333 e svoltiamo a destra. Dopo meno di 150 metri prendiamo a destra una strada pedonale ed attraversiamo nuovamente il torrente Recco.
Usciamo su una strada che seguiamo a sinistra raggiungendo la strada (km 12) che porta all'autostrada. Proseguiamo diritti seguendo la viabilità fino a raggiungere il centro di Recco (12,8).
Dislivello: -730 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto: 38%
Osservazioni:
Variante 11.1.
Al bivio lasciamo la sterrata e prendiamo a sinistra l'evidente mulattiera che inizia con una scala che presenta un tratto più ripido. Dopo un bel ponte la mulattiera prosegue pianeggiante fino a raggiungere l'itinerario principale (km 0,3).
Variante 11.2.
E' possibile attraversare la sommità del monte Còrnua. La salita è poco ciclabile ma il percorso elegante e la piacevole discesa rendono la variante consigliabile.
Al bivio del boschetto al km 0,9 proseguiamo diritti e seguiamo l'evidente sentiero che piega a destra. Usciamo sul pascolo e saliamo sulla linea di massima pendenza fino alla vetta del monte Cornua (km 0,4). La veloce discesa ci porta alla sella (km 0,6) dove ritroviamo l'itinerario principale.
Raccordo 11.1
Al quadrivio del km 2,3 svoltiamo a destra. Percorriamo una mulattiera ampia e lastricata che scende piuttosto ripida. La discesa termina sull'itinerario 12, dove la mulattiera diventa strada cementata (km 0,7) prima di entrare a Serro di Testana.


 mappa  gps

Descent from Case Còrnua to Recco

Updating:
1/2011
Start point: Houses Còrnua
How to arrive: The place (restaurant) is on the panning road of the Fasce mountain. It's reached, with a slight deviation, by the itinerary 48.
Itinerary.
From the inn of case Cornua we go down in direction of Uscio. Later around 500 meters, just overcome the small chapel, we leave the tarmac and we turn to the right. We overcome some stairs and we leave to the right the trail signs FIE and the runs 2, 3, 6.
We climb to the left a brief ramp continuing the ascent on the ridge. Entered a grove (km 0,9) we take to the left the path and we begin to cross the northern slopes of the Còrnua mountain.
The path is narrow and muddy but almost level and cycle. We arrive to a fork (km 1,2) above a barn and we go to the right for climbing to the ridge (km 1,4).
We cross the grassy saddle and we climb the altitude 665 of the Còrnua mountain (km 1,5).
The path now goes down always on the ridge and faces some rocky passage and a brief ascent. We cross in descent some plates of rock and we reach a crossroads (km 2,3). To the right the path goes down to Testana but us we turn to the left and we take a good mule-track that crosses the side of the mountain.
The mule-track is comfortable and simple even if some walls of support create some tract "high". The long crossing finishes with the descent that brings us to skirt a house before going out on the asphalt (km 3,6) in the place Calcinara.
We follow to the right the asphalt up to the curve (km 3,7) where we leave it to take to the left the mule-track.
We quickly go down and we find again the asphalt (km 4) that we cross staying a little to the right. The mule-track, at the beginning often flooded, it overcomes a bridge and it reaches the asphalt (km 5) to the beginning of Terrile.
We cross the road and we go down the staircase that brings on the church square. We continue in the alley on the left facing a stairway that finishes on the asphalted road (km 5,3).
We follow to the left the road that effects a hairpin bend and it becomes unsurfaced road near the last house.
We continue on the ample unmetalled road. We skip to the left (km 5,9) the staircase crossed by the variation 11.1 and we follow the road with comfortable descent.
The road narrows its to mule-track that gives us beside an old house which we meet a bridge on the left (km 7). We ignore it and we continue skirting the stream Recco in right shore. We overcome some buildings in downfall (old mill) and we climb some ruined tract up to reach a small sporting field (km 7,4).
Some meters after the field we leave to the right an old flooded quarry. After a short ascent the mule-track becomes level and becomes cemented and in descent near some houses.
We go out on the asphalt (km 7,9) and we follow to the right it. To the first intersection (km 8) we turn to the left, we go down to a bridge and we continue in ascent up to the term of the road (km 8,6).
We go to the left and we go down a cement staircase. At the end we continue to the right (to the left bridge and mule-track coming from Avegno Chiesa) on ample paved mule-track.
We go straight near a house and we continue high on the stream. The mule-track goes down and finishes in the place La Costa (km 9,4) in a road among the houses where we turn to the right.
We reach the principal road and we continue to a fork (km 9,7). Here we take to the right the road in ascent.
The road reaches and crosses street G.Govi (km 9,9).
The "crosa" passes under to a vault and it reaches a fork among the houses of Corticella (km 10,3).
We go down to the square, we cross it and we also cross the road continuing on the mule-track that brings to the close beautiful bridge (km 10,5) on the stream Arbora.
We continue on an asphalted narrow road that skirts the river and it leads to a bridge (km 11,2).
Crossed the bridge we go out on the SP333 and we turn to the right. After less than 150 meters we take to the right a pedestrian road and we again cross the stream Recco.
We go out on a road that we follow to the left reaching the road (km 12) that it brings to the highway. We continue straight following the streets up to reach the center of Recco (12,8).
Gradient: -730 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 38%
Observations:
Variation 11.1.
To the fork we leave the unsurfaced road and we take to the left the evident mule-track that begins with a staircase that offers a steeper tract. After a beautiful bridge the mule-track continues level up to reach the principal itinerary (km 0,3).
Variation 11.2.
It's possible to cross the summit of the Còrnua mountain. The ascent is a little cycle but the elegant run and the pleasant descent make the variation advisable.
To the fork of the grove to the km 0,9 we continue straight and follow the evident path that turns to the right. We go out on the pasture and we climb the line of maximum inclination up to the peak of the Cornua mountain (km 0,4). The speed descent brings us to the saddle (km 0,6) where we find again the principal itinerary.
Link 11.1
To the crossroads of the km 2,3 we turn to the right. We cross an ample and paved mule-track that goes down rather steep. The descent finishes on the itinerary 12, where the mule-track becomes cemented road (km 0,7) before entering to Serro of Testana.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.