Itinerari mtb nel Golfo Paradiso
Itinerario 10
Discesa dal monte Cordona a Bogliasco

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 1/2010 connessione
Punto di partenza: monte Cordona
Come arrivare: La vetta si raggiunge con corta salita dall'itinerario 17.
Itinerario.
Dalla vetta scendiamo sul sentiero di salita raggiungendo la mulattiera percorsa dall'itinerario 17 (genovesato).
Svoltiamo a destra e, in comune con quello, superiamo la spalla e scendiamo sulla larga mulattiera che ci porta ad attraversare un valico (km 1,2).
La discesa prosegue sulla mulattiera lastricata a grandi pietre che si mantiene poco sotto al crinale.
Poco prima che la mulattiera giunga di nuovo nei pressi del crinale (km 1,7) la lasciamo e prendiamo a sinistra un vago sentiero nell'erba (freccia e segni rossi).
Raggiungiamo il largo crinale in corrispondenza dell'ultimo pino e troviamo un sentiero evidente che va in diagonale a sinistra attraversando la testa della valle.
Il sentiero è stretto e sassoso ma ciclabile e ci permette di raggiungere l'aspro costone "Pian della Murta" che scendiamo restando sul versante destro.
Il pendio è caratterizzato da colossali muri di contenimento che hanno permesso di ricavare fazzoletti di terra pianeggianti.
Sul sentiero corre un nastro di cemento che talvolta agevola i passaggi. Raggiungiamo un rudere (km 2,7) ed il sentiero gira a sinistra per aggirare il crinale. Con una secca curva inizia la parte più impegnativa, in discesa sulla massima pendenza.
Raggiungiamo un serbatoio (km 2,8) e proseguiamo con difficoltà crescenti. Il sentiero è, a tratti, confuso ma basta scendere diritti costeggiando i muraglioni e cercando il passaggio migliore tra i lastroni di roccia.
Quando terminano i muri a secco confluiamo in un altro e più evidente sentiero (km 3) che seguiamo in discesa.
Il percorso è ancora impegnativo per qualche centinaio di metri, poi le difficoltà decrescono e raggiungiamo un serbatoio (km 3,4) dove inizia la lunga scala, a bassi gradini, che ci porta a Sessarego (km 3,6).
Tra le case lasciamo a destra la strada che va alla chiesa e svoltiamo a sinistra. Superiamo l'ingresso di una trattoria ed imbocchiamo la crosa scalinata che scende tra le coltivazioni.
Dopo qualche tornante usciamo sulla strada (km 4) e la seguiamo a sinistra per qualche decina di metri.
Riprendiamo la crosa che alterna tratti antichi ad altri rifatti e scende per terminare alle prime case di Bogliasco (km 4,8).
Seguiamo la strada asfaltata che raggiunge l'Aurelia e poi il paese (km 5,5).
Dislivello: -800 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 18%
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto

Descent from Cordona mountain to Bogliasco

Updating: 1/2010
Start point: Cordona mountain
How to arrive: The top is attainable with a short climb from the itinerary 17.
Itinerary.
From the peak we go down on the path of ascent reaching the mule-track crossed by the itinerary 17 (genovesato).
We turn to the right and, in common with that, we overcome the shoulder and we go down on the wide mule-track that brings us to cross a pass (km 1,2).
The descent continues on the paved with great stones mule-track that little below to the ridge runs.
Few before the mule-track comes again near the ridge (km 1,7) we leave it and we take to the left a vague path in the grass (arrow and red signs).
We reach the wide ridge in correspondence of the last pine and we find an evident path that goes in diagonal to the left crossing the head of the valley.
The path is narrow and stony but cycle and allows us to reach the rough ridge "Pian of the Murta" that we go down staying on the right slope.
The slant is characterized by colossal walls of containment that have allowed to draw level handkerchiefs of earth.
On the path it races a ribbon of cement that it sometimes facilitates the passages. We reach a ruin (km 2,7) and the path turns to the left for revolving the ridge. With a sharp curve begins the most binding part, in descent on the maximum inclination.
We reach a tub (km 2,8) and we continue with increasing difficulty. The path is, sometimes, confused but is enaugh going down straight skirting the walls and looking for the best passage among the slabs of rock.
When they finish the dry walls we meet in another and more evident path (km 3) that we follow in descent.
The run is again binding for some hundred meters, then difficulties decrease and we reach a tank (km 3,4) where the long staircase begins, to low steps, that it brings us to Sessarego (km 3,6).
Among the houses we leave to the right the road that goes to the church (see variant 9.1) and we turns to the left. We overcome the entry of a restaurant and we take the stairway "crosa" that goes down among the cultivations.
After some hairpin bends we go out on the road (km 4) and we follow to the left it for some about ten meters.
We take again the crosa that alternates ancient tracts to others renovate and it goes down for finishing to the first houses of Bogliasco (km 4,8).
We follow the asphalted road that reaches the Aurelia and then the country (km 5,5).
Gradient: -800 m.
Cycle: 98%
Asphalt: 18%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.