Itinerari mtb nel Golfo Paradiso
Paradiso 08
Discesa da Case Còrnua a Pieve

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 1/2009 connessione
Punto di partenza: Case Còrnua
Come arrivare: La località (trattoria) è posta sulla strada panoramica del monte Fasce. E' raggiungibile con leggera deviazione dall'itinerario 48.
Itinerario.
Dall'osteria seguiamo verso ponente la strada provinciale e saliamo al valico di Case del Becco (km 1,3). Proseguiamo sulla strada asfaltata quasi pianeggiante finché a sinistra si apre un ampio parcheggio (km 2,5).
Attraversiamo il parcheggio e prendiamo il sentiero che sale all'evidente valico. Qualche metro in discesa ci porta ad un bivio (Bocchin di Levà) dove andiamo a destra su un sentiero con segnavia FIE r6.
Il sentiero è ripido e la ciclabilità ostacolata da tratti dissestati o spinosi. La pendenza decresce e raggiungiamo un bivio (km 3) dove lasciamo a destra il segnavia e proseguiamo sul sentiero che raggiunge il crinale dove corre un metanodotto.
Percorriamo il crinale con qualche saliscendi e passaggi a piedi fino al punto in cui dobbiamo abbandonarlo per scendere a destra (segnali; km 3,5).
Affrontiamo un tratto poco ciclabile a causa dei grandi massi che ingombrano il sentiero. Dopo questo tratto proseguiamo facilmente, effettuiamo un tornante scendendo ad un caratteristico passaggio tra due enormi muri a secco.
Ad un bivio (km 3,9) lasciamo a sinistra il sentiero per Levà e ci riportiamo sul crinale. Scendiamo velocemente ad un incrocio di mulattiere (km 4,2).
Svoltiamo a destra per seguire una mulattiera pianeggiante che porta ad alcune rovine e prosegue fino al cancello di un "fondo chiuso" (km 4,4).
Attraversiamo il cancello e scendiamo sul sentiero (pascolo, andare piano!). Superiamo un altro cancello (ricordiamoci di chiudere sempre) e scendiamo sulla mulattiera ora stretta, ripida ed impegnativa.
Raggiungiamo un bivio (km 4,6) dove andiamo a sinistra. Seguiamo la mulattiera selciata, ripida e stretta, a tratti quasi una galleria tra i muri e la vegetazione.
Ad un bivio (km 5) incontriamo l'itinerario 7 che arriva da destra e continuiamo la discesa in comune con quello fino alla chiesa di Teriasca (km 5,2).
Svoltiamo a destra ed imbocchiamo il vicolo che inizia all'estremità della piazzetta scendendo tra le case fino ad un ponte (km 5,3).
Seguiamo ora una comoda stradina a volte lastricata a volte in cemento. Sul percorso incontriamo sempre la segnaletica del comune di Sori ma basta seguire sempre la strada principale evitando i numerosissimi sentieri laterali.
Scendiamo ad attraversare alcuni ruscelli poi proseguiamo guadagnando quota alternando tratti pianeggianti con brevi salite.
Superiamo un sentiero che scende a Sori (km 7,9) e raggiungiamo il piede di una scala che dobbiamo salire uscendo su una strada asfaltata (km 8,3).
Seguiamo la strada in discesa fino alle mura del cimitero (km 8,8). Qui svoltiamo a destra e prendiamo la crosa scalinata che scende alla chiesa di Pieve Alta (km 9).
Seguendo il segnavia r3 passiamo di fronte alla chiesa ed andiamo a sinistra per circa cento metri.
Prendiamo a destra una crosa che ci riporta sull'asfalto (km 9,2).
Qui abbandoniamo il segnavia che prosegue per Sori e svoltiamo a destra imboccando via Besso. La strada scende scalinata e termina poco dopo su una strada pedonale che seguiamo a destra.
Evitiamo altre scale dirette alla stazione e seguiamo lungamente la strada che perde quota molto lentamente, attraversa due ponticelli e sale ad un bivio (km 10,1) dove svoltiamo a sinistra.
Seguiamo la mattonata via Milite Ignoto che scende ad attraversare una strada. Proseguiamo sulla mattonata che termina sull'Aurelia (km 10,3).
Svoltiamo a sinistra e seguiamo l'asfalto fino alla stazione di Pieve (km 10,7).
Dislivello: -770 m.
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 32%
Osservazioni:


mappa  gps

Descent from Case Còrnua to Pieve

Updating:
1/2009
Start point: Houses Còrnua
How to arrive: The place (restaurant) is on the panning road of the Fasce mountain. It's reached, with a slight deviation, by the itinerary 48.
Itinerary.
From the inn we follow toward west the provincial road and we climb the pass of Houses of the Beak (km 1,3). We continue to the left almost on the level asphalted road until it opens an ample car park (km 2,5).
We cross the car park and we take the path that climbs to the evident pass. Some meter in descent brings us to a fork (Bocchin of Levà) where we go to the right on a path with trail sign FIE r6.
The path is steep and the cycle hindered by ruined or thorny tracts. The inclination decreases and we reaches a fork (km 3) where we leave to the right the trail sign and we continue on the path that reaches the ridge where it races a pipeline.
We cross the ridge with some ups and downs and passages on foot up to the point in which we have to give up it to go down to the right (signals; km 3,5).
We face a little cycle tract because of the great rocks that encumber the path. After this tract we easily continue, we effect a hairpin bend going down to a characteristic passage among two enormous dry walls.
To a fork (km 3,9) we leave to the left the path for Levà and we bring us on the ridge. We quickly go down to an intersection of mule-tracks (km 4,2).
We turn to the right for following a level mule-track that brings to some ruins and it continues up to the gate of a "fondo chiuso" (km 4,4).
We cross the gate and we go down on the path (pasture, slow!). We overcome another gate (we remember to always close) and we now go down on the mule-track narrow, steep and binding.
We reach a fork (km 4,6) where we go to the left. We follow the paved mule-track, steep and narrow, sometime almost a gallery between the walls and the vegetation.
To a fork (km 5) we meet the itinerary 7 that it arrives from right and we continue in common the descent up to the church of Teriasca (km 5,2).
We turn to the right and we take the alley that begins to the extremity of the square going down among the houses to a bridge (km 5,3).
We follow now a comfortable narrow road at times paved at times in cement. On the run we always meet the system of signs of the commune of Sori is enough always following the principal road avoiding the numerous side paths.
We go down to cross some brooks then we continue gaining altitude alternating level tracts with brief slopes.
We overcome a path that goes down to Sori (km 7,9) and we reach the foot of a staircase that we have to climb going out on an asphalted road (km 8,3).
We follow the road in descent up to the boundaries of the cemetery (km 8,8). We turn to the right here and we take the stairway "crosa" that goes down to the church of Pieve Alta (km 9).
Following the trail sign r3 we pass in front of the church and we go to the left for around one hundred meters.
A "crosa" that brings us on the asphalt we take to the right (km 9,2).
Here we give up the trail sign that continues for Sori and we turns to the right taking via Besso. The road goes down stairway and ends shortly after on a pedestrian road that we follow to the right.
We avoid other staircases directed to the station and we longly follow the road that very slowly loses altitude, it crosses two bridges and ascends to a fork (km 10,1) where we turn to the left.
We follow the bricked street Milite Ignoto that goes down to cross a road. We continue on the bricked that it finishes on the Aurelia (km 10,3).
We turn to the left and we follow the asphalt up to the station of Pieve (km 10,7).
Gradient: -770 m.
Cycle: 95%
Asphalt: 32%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.