Percorsi in mtb nel loanese
Loanese 18
Discesa dal Giogo di Giustenice a Magliolo

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 3/2017 connessione
Partenza: Giogo di Giustenice
Come arrivare: Il valico è raggiunto dall'itinerario 9 e dall'itinerario 2.
Itinerario.
Dal Passo seguiamo lo stradone che scende a sud. Trascuriamo alcuni sentieri laterali e raggiungiamo l'incrocio con una strada dove incontriamo il segnavia TA (km 3,6).
Svoltiamo a sinistra e saliamo a scavalcare il crinale (km 3,9). A un bivio (km 4,2) lasciamo a sinistra il segnavia e scendiamo a destra.
Al termine della discesa (km 4,6) lasciamo la strada, che termina dopo cento metri a una zona pic-nic, e svoltiamo a destra su un sentiero praticamente invisibile.
Il sentiero è segnalato r51 ma qui i segnavia non sono visibili. Scendiamo alcuni metri e saliamo per pochi metri attraversando una zona con alberi e rami caduti al cui termine ritroviamo il sentiero.
Saliamo per superare una spalle e poi scendiamo leggermente per raggiungere il valico (km 4,9) ai piedi dei bianchi calcari del Bric Tampa.
Scendiamo a sinistra per una vaga traccia andando ancora verso sinistra dopo i primi metri.
Scendiamo restando sulla sponda sinistra del canalone che si va formando finchè troviamo un buon sentiero dove incontriamo anche qualche segnavia.
Il sentiero scende ai piedi di una insellatura dove lasciamo il segnavia e saliamo a sinistra per scavalcare la selletta (km 5,1).
Un buon sentiero scende nel bosco perdendo quota con qualche tornante e termina su una slargo (km 5,4) dove ritroviamo il segnavia che ora seguiremo a sinistra evitando il ramo di destra, anch'esso segnalato, che va alla grotta degli Scogli Neri.
Svoltiamo quindi a sinistra scendendo a un rio e proseguendo in salita fino a una spalla rocciosa (km 5,5).
Scendiamo a un bivio poco visibile che precede di qualche decina di metri un guado e svoltiamo a destra (km 5,7).
Dopo qualche metro ci troviamo su una evidente mulattiera sassosa che scende disturbata da qualche albero caduto.
Attraversiamo qualche ruscello incontrando alcune corte salite e scendiamo con tornanti restando sulla sponda destra di un canalone.
Il fondo della mulattiera presenta zone molto rovinate e non mancano i passaggi a piedi.
Gli ultimi rovinati tornanti ci portano sulla riva del torrente (km 7,3) di cui dobbiamo discendere il greto roccioso fino a raggiungere la sponda del torrente Slige.
Saliamo qualche metro per trovare il guado e passiamo salendo sull'altra sponda.
Le difficoltà sono finite. Seguiamo il sentiero lungo la riva e usciamo su una larga sterrata che seguiamo a destra (km 7,7).
Su un colletto la strada diventa asfaltata e scende alle case Ponte (km 8,2). Proseguiamo giungendo a Ferriera di Isallo e giriamo a destra per attraversare il ponte sul torrente Maremola (km 8,6).
La strada costeggia il torrente in leggera discesa e poi in salita e raggiunge la SP 4 (km 12,3).
Scendiamo a destra per raggiungere il municipio di Magliolo (km 13).
Dislivello: -990 m.
Ciclabilità: 98%
Asfalto: 38%
Osservazioni: La discesa dopo il Passo del Bric Tampa è impegnativa e disturbata dal molti rami e alberi caduti. Alcuni tratti sono privi di segnavia e di orientamento non facile. Il guado del torrente Slige e del suo affluente richiedono acqua non troppo alta.

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2017/3
Start point: Giustenice Pass
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 9 and by the itinerary 2.
Itinerary.
From the pass we follow the road that goes down to the south. We neglect some side paths and reach the junction with a road where we meet the TA trail (3.6 km). We turn left and go up to climb over the ridge (km 3.9).
To a fork (km 4,2) we leave to the left the trail and go down to the right. After the descent (km 4,6) we leave the road, ending after one hundred meters to a picnic area, and turn right on a path practically invisible.
The trail is marked r51 but here the trail signs are not visible. We go down a few meters and go up some meters across an area with trees and fallen branches after which we find the path.
We climb to overcome a shoulder and then descend slightly to reach the pass (4.9 km) at the foot of the white limestone of the Bric Tampa.
We go down to the left on a vague track going again to the left after the first few meters. We go down, staying on the left bank of the gully that is forming until we find a good path where we also encounter some trail signs.
The trail descends to the foot of a saddle where we leave the signs and climb to the left to climb over the saddle (km 5,1).
A good trail goes through the woods losing height with some hairpin and ends on a widening (5.4 km) where we find the trail that now follow to the left avoiding the right branch, which is also signalized, which goes to the Blacks Rocks cave.
Therefore we turn to the left down to a stream and continue uphill to a rocky shoulder (km 5.5).
We go down to a few visible fork some tens of meters before a ford and turn right (km 5.7). After a few meters we are on a clear rocky mule-track that descends disturbed by some fallen tree.
We cross some brook meeting some short climbs and descend with switchbacks staying on the right side of a gully. The bottom of the trail has very damaged areas and not lacking steps on foot.
The last ruined switchbacks take us on the bank of the river (7.3 km) of which we must descend the rocky shore until we reach the bank of the river Slige.
We climb a few meters to find the ford and pass going up the other side. The difficulties are over. We follow the path along the shore and go out on a wide dirt road that we follow to the right (km 7.7).
On a pass the road becomes paved and descends to the houses Ponte (8.2 km). We continue reaching Ferriera di Isallo and turn right to cross the bridge over the river Maremola (8.6 km).
The road follows the river light downhill and then uphill and reaches the SP 4 (km 12.3).
We go right to reach the municipality of Magliolo (13 km).
Altitude difference: -990 m.
On saddle: 98%
Asphalt: 38%
Remarks: The descent after Bric Tampa Pass is challenging and disturbed by the many branches and fallen trees.
Some parts are no trail markers and not easy orientation. The ford of the river Slige and its tributary require water not too high.



Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.