In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 97
Discesa da Lencisa a Geo, 2

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 12/2015 connessione
Partenza: Lencisa
Come arrivare: Il paese è raggiunta dall'itinerario 5 e dall'itinerario 2.
Itinerario.
Partiamo dalla piazza del paese e prendiamo la strada che sale verso Lencisa d'Alto. Al termine della ripida salita (km 0,3) svoltiamo a sinistra nella sterrata difesa da una sbarra e dal divieto di transito ai mezzi a motore.
Al bivio seguente (km 0,4) lasciamo l'itinerario 56 e saliamo a destra seguendo la vecchia strada ancora in parte asfaltata.
All'incrocio (km 0,6) lasciamo la stradina e svoltiamo a sinistra entrando nel bosco lungo un sentiero che percorre l'oleodotto.
Il largo sentiero attraversa il versante settentrionale del monte Figogna e arriva alla Cappella della Sosta (km 1,8) dove entriamo sul segnavia FIE r10 che seguiamo a sinistra.
Dopo settanta metri lasciamo il segnavia e l'itinerario 40 per proseguire diritto.
Il sentiero termina sulla guidovia (km 2,2) che attraversiamo per imboccare il sentiero che prosegue (venti metri a sinistra esiste un altro ramo del sentiero, anch'esso utilizzabile) nel bosco.
Dopo qualche decina di metri giriamo a sinistra, seguendo le evidenti tracce di passaggio, nel sentiero che scende veloce e non difficile.
Superiamo un rudere (km 2,4) e una discesa più ripida costeggiando qualche salto non obbligatorio e raggiungiamo un altro rudere (km 2,7) dove trascuriamo sia il sentiero a destra sia quello a sinistra e proseguiamo su quello principale.
Superiamo un traliccio e scendiamo a un quadrivio (km 3) dove andiamo diritto per uscire su una strada asfaltata (km 3,2).
Proseguiamo nel sentiero di fronte che scende con qualche passaggio forse più impegnativo. Attraversiamo una passerella (km 3,5) e arriviamo sulla SP51 (km 3,7) che seguiamo a destra.
Quando raggiungiamo un bivio a sinistra dove sorge una Cappella (km 4,6) svoltiamo e imbocchiamo la stradina che scende.
Prima di raggiungere il cancello prendiamo a sinistra un viottolo che inizia in cemento e prosegue erboso.
Arriviamo a incrociare l'inizio di una strada asfaltata (km 4,8) e andiamo diritto costeggiando una casa.
Dopo aver attraversato un basso dosso prativo seguiamo una mulattiera che scende costeggiando zone coltivate. Entriamo nel bosco e scendiamo con qualche tornante per raggiungere una casa e l'asfalto (km 5,4).
La strada asfaltata scende su un'altra (km 5,6) che seguiamo a destra fino a Burba (km 6,6) e a Geo (km 7,6).
Proseguendo sulla strada raggiungiamo le areee commerciali (km 9).
Dislivello: -660 m.
Ciclabilità: 100%
Asfalto: 53%
Osservazioni:
Variante 97.1.
Dalla Madonna della Guardia seguiamo la strada che aggira a nord l'edificio. Al bivio (km 0,2) svoltiamo a sinistra per seguire il segnavia r10 e l'itinerario 40. Alla curva dopo la casa rossa seguiamo la sterrata a sinistra per qualche metro e svoltiamo a destra in un sentiero a volte segnalato con "Bykers Team Livellato" gruppo a cui si deve l'ottima sistemazione di questi percorsi.
Il sentiero ha caratteristiche freeride e richiede le opportune protezione e mezzi consoni per essere goduto. A un bivio (km 0,8) lasciamo a sinistra un sentiero che porta alla vicina guidovia e proseguiamo in discesa ora meno ripida. In breve arriviamo sulla guidovia (km 1,6) esattamente dove giunge anche l'itinerario principale.
Variante 97.2.
Dalla Madonna della Guardia scendiamo seguendo il pavè fino al bivio con la strada carrozzabile che arriva da sinistra (km 0,2). Svoltiamo a destra nella Strada dei Misteri che scende erbosa. Incrociamo il sentiero FIE (km 0,4) e andiamo diritto sul larga percorso quasi pianeggiante che raggiunge la strada in cemento (km 0,8) percorsa dalla variante 97.1 e dall'itinerario 40. Percorso da evitare quando vi sia affluenza di pellegrini.

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 2015/12
Start point: Lencisa
How to arrive: The village is reached by the itinerary 5 an by the itinerary 2.
Itinerary.
We depart from the square of the country and take the road that climbs toward Lencisa d'Alto. At the term of the steep slope (km 0,3) we turn to the left on the unmetalled road defended by a bar and by the prohibition of transit to the motor means.
To the following fork (km 0,4) we leave the itinerary 56 and we go up to the right following the old road partly asphalted.
At the intersection (km 0,6) we leave the narrow road and turn to the left entering the wood along a path that crosses the pipeline.
The wide path crosses the northern slope of the Figogna mountain and arrives to the Chapel of the Pause (km 1,8) where we enter on the trail sign FIE r10 that we follow to the left.
After seventy meters we left the trail sign and the itinerary 40 to continue straight on.
The path finishes on the overhead rail (km 2,2) that we cross for taking the path that continues (twenty meters to the left another branch of the path exists, also it usable) in the wood.
After a few dozen meters we turn to the left, following the evident traces of passage, on the path that goes down fast and not difficult.
We overcome a ruin (km 2,4) and a steep descent skirting along some non obligatory jump and reach another ruin (km 2,7) where we neglect both the path to the right both that to the left and we continue on that main.
We overcome a pylon and go down to a crossroads (km 3) where we go straight on for going out on an asphalted road (km 3,2).
We continue on the opposite path that perhaps goes down with some more binding passage. We cross a gangway (km 3,5) and arrive on the SP51 (km 3,7) that we follow to the right.
When we reach to the left a fork where a Chapel rises (km 4,6) we turn and take the narrow road that goes down.
Before reaching the gatewe we take to the left a path that begins concrete and it continues grassy.
We come to cross the beginning of an asphalted road (km 4,8) and go straight on skirting along a house.
After having crossed a low meadow back we follow a mule-track that goes down skirting along cultivated zones. We enter the wood and go down with some hairping bend to reach a house and the asphalt (km 5,4).
The asphalted road goes down on another (km 5,6) that we follow to the right up to Burba (km 6,6) and to Geo (km 7,6).
Continuing on the road we reach the commercial areees (km 9).
Gradient: -660 ms.
Cycle: 100%
Asphalt: 53%
Observations:
Varying 97.1.
From the Madonna della Guardia we follow the road that revolves to north the building. At the fork (km 0,2) we turn to the left to following the trail sign r10 and the itinerary 40. At the curve after the red house we follow to the left the unmetalled road for some meter and turn to the right on a path at times signalled with "Livellato Bykers Team" group to which the good setup of these runs is owed.
The path is freeride and asks for the opportune protection and suitable bike to be enjoyed. At a fork (km 0,8) we leave to the left a path that brings to the near overhead rail and we now continue in less steep descent. Shortly we arrive on the overhead rail (km 1,6) exactly where the main itinerary comes also.
Varying 97.2.
From the Madonna della Guardia we go down following the pavè up to the fork with the carriage road that arrives from left (km 0,2). We turn to the right in the Road of the Mysteries that goes down grassy. We cross the path FIE (km 0,4) and go straight on the wide almost level run that the concrete road reaches (km 0,8) crossed by the variation 97.1 and by the itinerary 40. Crossed have to avoid when there is flow of pilgrims.


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.