In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 92
Discesa dalla Gola di Sisa a Prato, via monte Alpesisa

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 4/2015 connessione
Partenza: Gola di Sisa
Come arrivare: Il passo è raggiunto dall'itinerario 11, dall'itinerario 15, dall'itinerario 64.
Itinerario.
Dalla Gola di Sisa seguiamo il segnavia AVphp in direzione est.
La salita è a lungo non ciclabile. Dopo una parte più agevole arriviamo a un bivio (km 0,5) dove lasciamo i segnavia per affrontare la impedalabile salita a destra su un sentiero che ci permette di raggiungere la sommità del monte Alpesisa (km 1,1).
La croce non sorge nel punto più elevato ma poco innanzi.
Torniamo indietro scendendo i primi ripidi metri. Appena la pendenza diminuisce leggermente lasciamo il sentiero e svoltiamo a sinistra prendendo una traccia poco visibile.
Dopo pochi metri la traccia diventa un buon sentiero. Scendiamo una parte ripida con rocce affioranti e proseguiamo più facilmente attraversando l'intero versante occidentale dell'Alpesisa.
Usciamo sul crinale meridionale (km 1,6) dove troviamo il segnavia FIE r15 che seguiremo a lungo.
Il sentiero scende sul crinale con bel percorso panoramico e alterna discese molto ripide a parti poco pendenti. Attraversiamo un'ampia sella prativa per salire a una spalla del monte Pian di Croce (km 2,5).
Scendiamo verso un'altra sella ma non la raggiungiamo per scendere a destra nel pascolo dove il sentiero è assente.
Non perdiamo molta quota ma andiamo in diagonale verso sud fino a ritrovare il sentiero, ora ben evidente, che aggira il monte.
Ritorniamo sul crinale e scendiamo ripidamente a una selletta (km 3,2) che superiamo andando diritto.
Superiamo un traliccio AT (km 3,3) e qualche roccetta arrivando a un quadrivio su un valico (km 3,7; a destra piccolo edificio utile per riparo di emergenza).
Proseguiamo diritto e affrontiamo la ripida discesa al cui termine il sentiero piega a sinistra per raggiungere un tornante (km 4,6) e il termine del sentiero (km 4,7) sulla grande mulattiera di Canate.
Svoltiamo a destra e seguiamo la mulattiera che confluisce in una strada asfaltata (km 5,2).
Dopo qualche saliscendi la strada raggiunge un bivio (km 5,6) dove andiamo a sinistra per scendere velocemente a San Martino (km 5,9).
Scendiamo sulla crosa a fianco della chiesa, attraversiamo via Ca di Costa (km 6) e continuiamo sulla crosa che attraversa la strada ancora tre volte prima di raggiungere la chiesa di San Cosimo (km 6,7).
La crosa prosegue, attraversa ancora una volta la strada e termina sun una strada asfaltata (km 7,2) che seguiamo a sinistra.
Al bivio con salita Ruinà lasciamo l'asfalto e scendiamo a destra sulla crosa che scende a un ponte (km 7,6) e alla città.
Seguiamo le strade per raggiungere la strada principale (km 8).
Dislivello: -930 m.
Ciclabilità: 87%
Asfalto: %
Osservazioni:


mappa  gps  foto  foto  foto  foto


Updating: 4/2015
Start point: Gola di Sisa
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 11, by the itinerary 15 and by the itinerary 64.
Itinerary.
From the Gully of Sisa following the trail sign AVphp in east direction.
The slope is for a long time cycle npn. After an easier part we reach a fork (km 0,5) where we leave the trail signs to face to the right the not cycle slope on a path that allows us to reach the summit of the Alpesisa mountain (km 1,1).
The cross doesn't rise in the most elevated point but a little from now on.
We return back going down the first steep meters. The inclination hardly decreases slightly we leave the path and we turn to the left taking an a little visible trace.
After few meters the trace becomes a good path. We go down a steep part with rocks affioranti and we continue more easily crossing the whole western slope of the Alpesisa.
We go out on the southern ridge (km 1,6) where we find the trail sign FIE r15 that we will follow for a long time.
The path goes down on the ridge with beautiful run panoramic and alternate very steep descents to a little leaning parts. We cross an ample meadow saddle to climb to a shoulder of the Pian mountain of Cross (km 2,5).
We go down toward another saddle but we don't reach her/it to go down to the right in the pasture where the path is absent.
We don't lose a lot of altitude but we go in diagonal toward south up to find again the path, now well evident, that the mountain revolves.
We return on the ridge and we steeply go down to a selletta (km 3,2) that we overcome going straight.
We overcome a pylon AT (km 3,3) to some roccettas reaching a crossroads on a pass (km 3,7; to the right small useful building for shelter of emergency).
We continue straight and we face the steep descent to whose term the path folds up to the left for reaching a hairping bend (km 4,6) and the term of the path (km 4,7) on the great mule-track of Canate.
We turn to the right and we follow the mule-track that meets in an asphalted road (km 5,2).
After some ups and downs the road reaches a fork (km 5,6) where we go to the left for quickly going down to St. Martin (km 5,9).
We go down on the crosa beside the church, we cross street Ca of Coast (km 6) and we continue on the crosa that still crosses the road three times before reaching the church of St. Cosimo (km 6,7).
The crosa continues, it crosses once more the road and it finishes sun an asphalted road (km 7,2) that we follow to the left.
To the fork with slope Ruinà we leave the asphalt and we go down to the right on the crosa that goes down to a bridge (km 7,6) and to the city.
We follow the roads to reach the main road (km 8).
Gradient: -930 ms.
Cycle: 87%
Asphalt: %
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.