In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 91
Discesa dalla Gola di Sisa a Struppa

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 4/2015 connessione
Partenza: Gola di Sisa
Come arrivare: Il passo è raggiunto dall'itinerario 11, dall'itinerario 15, dall'itinerario 64.
Itinerario.
Dai prati scendiamo verso sud seguendo la mulattiera. Attraversiamo il rio Torbido (km 0,4) e teniamo la destra al bivio che segue.
La mulattiera scende alternando il fondo in cemento a quello lastricato e termina su una strada asfaltata. Trenta metri prima del termine della mulattiera (km 2) la lasciamo e imbocchiamo a destra una pista che costeggia il metanodotto.
La pista è attualmente interessata da lavori con passaggio di ruspe. A un bivio (km 2,3) possiamo scegliere uno dei due rami perchè si ricongiungono al passaggio di un ruscello (km 2,4).
La pista prosegue per scendere al guado (km 2,6) del rio Torbido e termina poco dopo.
Proseguiamo sul sentiero che diventa subito una ripida scala che sale ad attraversare uno scavo. Proseguiamo in piano su un bel sentiero che raggiunge una casa (km 3) e continua in lieve salita.
Attraversiamo un ruscello (km 3,3) e raggiungiamo un punto in cui il sentiero è distrutto (km 3,5). Aggiriamo a destra l'interruzione (scalini) e, ritornati sul sentiero, proseguiamo facilmente.
Raggiungiamo (km 4) un'altra interruzione che aggiriamo di nuovo a destra. Il sentiero prosegue in lieve discesa e termina sull'asfalto della SP13 (km 4,2).
Seguiamo l'asfalto in salita a destra fino all'inizio di salita Aggio (km 4,5) e qui imbocchiamo a sinistra la crosa.
Al termine degli scalini seguiamo la stradina a sinistra e attraversiamo Aggio fino a raggiungere la chiesa (4,8).
Riprendiamo la SP e la seguiamo in discesa. Dopo alcuni tornanti incontriamo a sinistra Salita Landolfo km 5,3) e la prendiamo.
Scendiamo girando subito a destra e scendiamo a un bivio (km 5,6) dove andiamo diritto. Superiamo l'ultima casa e seguiamo la mulattiera lastricata che scende a un guado (km 5,8) nei pressi di un vecchio mulino.
La stradina sale lentamente e termina sulla SP13 (km 6,1).
Seguiamo la strada per trenta metri e la lasciamo per prendere una stradina a destra. Dopo i primi metri la strada diventa sterrata. Al primo bivio teniamo la destra e seguiamo una strada campestre che diventa pianeggiante ed erbosa.
La strada inizia a scendere, si restringe a sentiero e termina sulla SP (km 6,9).
Seguiamo la strada e scendiamo a San Siro svoltando a destra per raggiungere l'antica Abbazia (km7,3). Dopo la visita obbligatoria dell'insigne monumento imbocchiamo, proprio di fronte, Salita Bertora che scende ad attraversare l'asfalto (km 7,5).
Proseguiamo scendendo qualche gradino e raggiungiamo un altro attraversamento (km 7,6) dove superiamo anche il tracciato dell'Acquedotto Storico.
La crosa termina sull'asfalto (km 7,7) che seguiamo a destra fino all'inizio di Salita Peragallo (km 7,9) che prendiamo per scendere sull'asfalto in corrispondenza del municipio di Struppa (km 8,1).
In pochi metri raggiungiamo la strada principale (km 8,2).
Dislivello: -730 m.
Ciclabilità: 97%
Asfalto: 19%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto  foto  foto  foto


Updating: 4/2015
Start point: Gola di Sisa
How to arrive: The Pass is reached by the itinerary 11, by the itinerary 15 and by the itinerary 64.
Itinerary.
From the lawns we go down toward south following the mule-track. We cross the Torbido brook (km 0,4) and stay on the right to the fork that follows.
The mule-track goes down alternating the ground in concrete to that pavement and finishes on an asphalted road. Thirty meters before the term of the mule-track (km 2) we leave it and take to the right a track that skirts along the pipeline.
The track is currently interested by works with passage of bulldozers. To a fork (km 2,3) we can choose one of the two branches because they are rejoined to the passage of a brook (km 2,4).
The track continues for going down to the ford (km 2,6) of the Torbido brook and it finishes shortly after.
We continue on the path that immediately becomes a steep staircase that climbs to cross an excavation. We continue in plain on a beautiful path that reaches a house (km 3) and continues in light slope.
We cross a brook (km 3,3) and reach a point in which the path is destroyed (km 3,5). We revolve to the right the interruption (stairs) and, returned on the path, we easily continue.
We reach (km 4) another interruption that we revolve to the right again. The path continues in light descent and finishes on the asphalt of the SP13 (km 4,2).
We follow to the right the asphalt in slope up to the beginning of Salita Aggio (km 4,5) and we take to the left here the "crosa".
At the end of the stairs we follow to the left the narrow road and cross Aggio up to reach the church (4,8).
We take again the SP and follow it in descent. After some hairping bend we meet to the left Salita Landolfo km 5,3) and we take it.
We go down turning to the right immediately and we go down to a fork (km 5,6) where go straight. We overcome the last house and follow the paved mule-track that goes down to a ford (km 5,8) near an old mill.
The narrow road slowly climbs and finishes on the SP13 (km 6,1).
We follow the road for thirty meters and leave it to take to the right a narrow road. After the first meters the road becomes dirt. At the first fork we keep to the right and follow a rural road that becomes level and grassy.
The road begins to go down, it narrows to path and finishes on the SP (km 6,9).
We follow the road and go down to St. Siro turning to the right for reaching the ancient Abbey (km7,3). After the obligatory visit of the famous monument we take, really opposite, Salita Bertora that goes down to cross the asphalt (km 7,5).
We continue some step going down and reach another crossing (km 7,6) where we overcome the layout of the Historical aqueduct too.
The "crosa" finishes on the asphalt (km 7,7) that we follow to the right up to the beginning of Salita Peragallo (km 7,9) that we take for going down on the asphalt in correspondence of the town hall of Struppa (km 8,1).
In few meters we reach the main road (km 8,2).
Gradient: -730 ms.
Cycle: 97%
Asphalt: 19%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.