In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 87
Discesa da monte Ratti via S. Eusebio

Vai a tutti i percorsi della zona


Aggiornamento: 12/2013 connessione
Partenza: monte Ratti
Come arrivare: Il grande forte e la vetta sono raggiunti dall'itinerario 21 e dall'itinerario 86.
Itinerario.
Partiamo dalla sommità del forte Ratti (monte Ratti, bastioni nord-est) e seguiamo il sentiero di salita. Prima di raggiungere la curva che scende al fossato svoltiamo a sinistra entrando in un sentierino erboso.
Il sentiero va in direzione est con andamento pianeggiante e parallelo alle mura.
Tralasciamo alcune scorciatoie e proseguiamo costeggiando le mura fino a raggiungere un ampio spiazzo erboso (km 0,3).
Attraversiamo lo spiazzo in direzione sud e raggiungiamo un ingresso del forte caratterizzato dalla evidentissima volta a botte.
Entriamo nel forte ed attraversiamo interamente il vasto locale. Al termine ci troviamo nel corpo centrale del forte e ne usciamo a destra (km 0,4) entrando sulla solita strada interna.
Svoltiamo a destra e scendiamo rapidamente al portone. Seguiamo la strada di accesso finché, a destra, notiamo l'inizio di un percorso MTB segnato con macchie rosa (km 0,9).
Svoltiamo e seguiamo il sentiero che è facile, in lieve discesa per un buon tratto.
Il sentiero termina con una corta e ripida discesa che ci porta sulla mulattiera (km 1,2) percorsa dall'itinerario 86.
Voltiamo a destra e scendiamo al vicino tornante (km 1,3) dove andiamo diritto in un buon sentiero. Il percorso è quasi pianeggiante all'inizio, poi scendiamo ad un bivio (km 1,6) dove andiamo a destra e proseguiamo facilmente fino a raggiungere il crinale (km 1,7) dove troviamo il segnavia FIE r9 e l'itinerario 32.
Svoltiamo a sinistra e scendiamo al bivio (km 1,8) dove lasciamo a destra l'itinerario 32 e proseguiamo diritto.
Seguiamo sempre la traccia principale e scendiamo ad una sella (km 2) dove svoltiamo a sinistra. Alla base di una placca rocciosa seguiamo il sentiero che va a destra e raggiunge una mulattiera (km 2,1).
Svoltiamo a destra e saliamo con pendenza mite fino alla sommità dal monte Serra Lunga (km 2,4) dove sorge il basamento di una costruzione militare incompiuta.
La discesa si svolge su un sentiero largo ma con molti passaggi su rocce, sempre ciclabile ma abbastanza impegnativo.
La discesa termina ad un quadrivio (km 3,4) dove proseguiamo sul sentiero di crinale. Il sentiero spesso si sdoppia per evitare piccole risalite o passaggi più difficili ma procediamo senza problemi fino a raggiungere la strada a Colla Leamà o Leamara (km 3,7).
Svoltiamo a destra e seguiamo al contrario l'itinerario 86.
L'ampia sterrata presenta qualche piccolo saliscendi e diventa asfaltata (km 4,9) alle prime case di Sant'Eusebio.
Scavalchiamo un dosso e scendiamo alla piazza di Sant'Eusebio (km 5,3) che attraversiamo imboccando via Val Trebbia.
La larga strada sale leggermente. All'inizio della discesa la lasciamo per prendere una strada a destra (km 5,8).
La strada sale ripidamente tra i palazzi fino ad un incrocio (km 6,2) dove svoltiamo a sinistra.
Scendiamo sul crinale e andiamo a destra al bivio (km 6,4). All'incrocio seguente (km 6,9) andiamo diritti in Salita Pal Piccolo.
Percorriamo la crosa, quasi interamente asfaltata, fino al suo termine (km 7,5). Seguiamo a destra via Terpi e lasciamo la strada principale per imboccare Salita Terpi (km 7,6) a destra.
La crosa termina in via Mogadiscio (km 7,7) a fianco della chiesa.
Seguiamo via Mogadiscio fino a Piazzale Bligny, oppure seguiamo la lunga scalinata che inizia (km 8) poco dopo un incrocio e arriviamo comunque in Piazzale Bligny (km 8,3).
Dislivello: -650 m.
Ciclabilità: 99%
Asfalto:30%
Osservazioni:

mappa  gps  foto  foto  foto


Go down from Ratti mountain via St. Eusebio

Updating: 12/2013
Start point: Ratti mountain
How to arrive: The great fortress and the summit are reached by the itinerary 21 and by the itinerary 86.
Itinerary.
We depart from the summit of the Ratti mountain (bastions northeast) and we follow the path of slope. Before to reach the curve that goes down to the ditch we turn to the left entering a grassy narrow path.
The path goes to east direction with level and parallel to the boundaries course.
We avoid some shortcuts and we continue skirting along the boundaries up to reach an ample grassy square (km 0,3).
We cross the square in south direction and we reach an entry of the fortress characterizing by the evident barrel vault.
We enter the fortress and we entirely cross the vast place. At the end we find us in the central body of the fortress and we go out to the right (km 0,4) entering on the usual inside road.
We turn to the right and we quickly go down to the front door. We follow the road of access as far as, to the right, we notice the beginning of a MTB run marked with pink spots (km 0,9).
We turn and we follow the path that light, easy for a good tract, goes down.
The path finishes with a short and steep descent that brings us on the mule-track (km 1,2) crossed by the itinerary 86.
We turn to the right and we go down to the near hairpin bend (km 1,3) where we go straight to a good path. The run is almost flat at the beginning, then we go down to a fork (km 1,6) where we go to the right and we easily continue up to reach the ridge (km 1,7) where we find the trail sign FIE r9 and the itinerary 32.
We turn to the left and we go down to the fork (km 1,8) where we leave to the right the itinerary 32 and we continue straight.
We always follow the main trace and go down to a saddle (km 2) where we go down to the left. At the base of a rocky plate we follow the path that goes to the right and it reaches a mule-track (km 2,1).
We turn to the right and climb with mild inclination up to the summit from the mountain it Serra Lunga (km 2,4) where the plinth of an incomplete military construction rises.
The descent develops it on a wide path but with many passages on rocks, always cycle but enough binding.
The descent finishes to a crossroads (km 3,4) where we continue on the path on ridge. The path sometimes is undoubled to avoid small go up or more difficult passages but we proceed without problems up to reach the road to Pass Leamà or Leamara (km 3,7).
We turn to the right and we follow contrarily the itinerary 86.
The ample unmetalled road offers some small ups and downs and becomes asphalted (km 4,9) at the first houses of Sant'Eusebio.
We climb over a back and we go down to the square of Sant'Eusebio (km 5,3) that we cross taking Val Trebbia street.
The wide road slightly climbs. At the beginning of the descent we leave it to take to the right a road (km 5,8).
The road steeply climbs among the buildings to an intersection (km 6,2) where we turn to the left.
We go down on the ridge and we go to the right at the fork (km 6,4). At the following intersection (km 6,9) we go straight on Salita Pal Piccolo.
We cross the "crosa", almost entirely asphalted, up to its term (km 7,5). We follow to the right street Terpi and we leave the main road to take Salita Terpi (km 7,6) to the right.
The "crosa" finishes on the street Mogadiscio (km 7,7) beside the church.
We follow street Mogadiscio up to Square Bligny, or we follow the long stairway that begins (km 8) shortly after an intersection and we arrive in the Square Bligny however (km 8,3).
Gradient: -650 ms.
Cycle: 99%
Asphalt: 30%
Observations:


Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.