In mtb sulle alture genovesi
Itinerario 64
Discesa dal monte Fasce a San Desiderio

Vai agli altri itinerari della zona


Aggiornamento: 3/2010 connessione
Punto di partenza: monte Fasce
Come arrivare: La vetta (grande croce e molto più imponenti antenne) è raggiungibile salendo da Apparizione.
Itinerario.
Dalla vetta del Fasce scendiamo sulla strada asfaltata di accesso e raggiungiamo la strada provinciale.
Di fronte all'ingresso nella provinciale (km 1,3) vediamo la sterrata che costituisce anche il tracciato del metanodotto (segnavia FIE: r9 poco visibile). La prendiamo in ripida salita fino ad un gruppo di valvole (km 1,9).
Proseguiamo in leggera discesa, poi in dura salita. La stradina corre sul crinale con qualche saliscendi con dure salite. Quando il segnavia r28 lascia la strada e va a sinistra (km 2,4) lo seguiamo entrando nel pascolo.
Percorriamo un breve tratto pianeggiante e raggiungiamo il crinale, larghissimo ed erboso, dove svoltiamo a sinistra ed iniziamo la discesa.
Non vi è un sentiero ma qualche paletto con la segnaletica, comunque non ci sono problemi di orientamento perché basta andare diritti senza percorso obbligato. Per non lasciare tracce è opportuno mantenere una guida moderata. In caso di nebbia è opportuno mantenerci al bordo sinistro della dorsale. Qui tratti di recinzione e cespugli aiutano a mantenere la direzione.
La dorsale si restringe ed il prato è interrotto da cespugli mentre ci avviciniamo la bosco.
Continuiamo diritti a scendere costeggiando il bosco mentre una buona traccia diventa ben visibile.
Il sentiero entra nel bosco a destra ed effettua un tornante che ci porta ad una radura con panche (km 3,3).
La discesa è ora più impegnativa ed il sentiero corre sul crinale ogni tanto discostandosene di poco. Raggiungiamo un bivio (km 3,5) con palo segnaletico. Non svoltiamo a destra sul segnavia ma proseguiamo diritti.
Un bel percorso tra il bosco rado e con qualche gradone per superare basse fasce ci porta ad una zona pianeggiante. Al termine del pianoro incontriamo (km 3,6) il sentiero Pomà-Bavari con segnavia FIE r26 che seguiamo a sinistra.
Una breve salita ci porta ad un cocuzzolo roccioso (km 3,7). Affrontiamo la parte più difficile del percorso che inizia con una problematica discesa tra roccette. Il sentiero (ottimamente tenuto dalla FIE) prosegue gradatamente più facile anche se ripido e ci porta ad un bivio (km 4,3) con palo segnaletico.
Lasciamo il segnavia che va a sinistra a Pomà e proseguiamo diritti sul segnavia FIE r28 (sentiero dell'Eremita).
Dopo pochi metri il sentiero svolta a destra per evitare il ripidissimo bosco ed effettua una lunga diagonale.
Perdiamo quota con una serie di curve tra gli alberi dove i molti segnavia ci aiutano a seguire la traccia. Il sentiero va a sinistra con un traversone che ci riporta verso San Desiderio.
Raggiungiamo un'antenna (km 5,4) dove svoltiamo a sinistra e, con modesta pendenza, raggiungiamo la Grotta dell'Eremita (km 5,5).
Dopo un tratto facile dobbiamo superare un paio di molesti tornantini che ci portano su un sentiero cementato. Il sentiero termina (km 5,7) su una strada asfaltata che seguiamo a destra.
Scendiamo così tra varie stradine fino alla piazza di San Desiderio (km 6,5).
Dislivello: -840 m.
Ciclabilità: 94%
Asfalto: 31%
Osservazioni: percorso difficile e costantemente impegnativo.


 mappa  gps


Descent from Fasce mountain to San Desiderio

Updating:
3/2010
Start point: Fasce mountain
How to arrive: The peak (large cross and a lot more impressive aerials) is attainable climbing from Apparizione.
Itinerary.
From the cross on peak of the Fasce we go down on the asphalted road of access and we reach the provincial road.
In front of the entry in the provincial road (km 1,3) we see the unsurfaced road that also constitutes the layout of the pipeline ( few visibletrail sign FIE: r9).
We take the road in steep ascent up a group of valves (km 1,9).
We continue in light descent, then in hard ascent. The narrow road races on the ridge with some ups and downs with hard ascents. When the trail sign r28 left the road and it goes to the left (km 2,4) we follow it entering the pasture.
We cross a brief level tract and we reach the ridge, wide and grassy, where we turn to the left and we begin the descent.
There is not a path but some stake with the system of signs, however there aren't problems of orientation because all it takes is going straight without forced run.
To don't leave traces it is opportune to maintain a moderate guide. In case of fog it is opportune to maintain us to the left edge of the dorsal one where tracts of enclosure and bushes help to maintain the direction.
The dorsal one narrows its and the lawn is interrupted by bushes while we are approaching us the wood.
We keep straight on going down skirting the wood while a good trace becomes well visible.
The path enters to the right the wood and effects a hairpin bend that brings us to a clearing with benches (km 3,3).
The descent is more binding now and the path sometimes races on the ridge or a little close. We reach a fork (km 3,5) with descriptive pole. We don't turn to the right on the trail sign but we continue straight.
A beautiful run among the thin wood and with some terrace to overcome low terraces brings us to a level zone. At the end of the plain we meet (km 3,6) the path Pomà-Bavari with trail sign FIE r26 that we follow to the left.
A brief ascent brings us to a rocky summit (km 3,7). We face the most difficult part of the run that begins with a very diffult descent among rocks. The path (excellently held by the FIE) it continues gradually easier even if steep and it brings us to a fork (km 4,3) with descriptive pole.
We leave the trail sign that goes to the left to Pomà and we continues straight on the trail sign FIE r28 (path of the hermit).
After few meters the path turns to the right for avoiding the steep wood and effects a long diagonal.
We lose altitude with a series of curves among the trees where a lot of trail signs help us to follow the trace. The path goes to the left with a diagonal that brings us toward St. Desiderio.
We reach an aerial (km 5,4) where we turn to the left and, with modest inclination, we reach the Cave of the hermit (km 5,5).
After an easy tract we have to overcome a pair of troublesome switchbacks that brings us on a cemented path. The path finishes (km 5,7) on an asphalted road that we follow to the right.
We go down so among various narrow road up to the square of St. Desiderio (km 6,5).
Gradient: -840 ms.
Cycle: 94%
Asphalt: 31%
Observations: difficult and constantly binding run.



Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.